motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
ARCHITECTURE & DESIGN - ART SPACES

EDIZIONE MULTILINGUA

ITALIANO
INGLESE
TEDESCO
FRANCESE
SPAGNOLO

A surprising trend can be discerned in museum building since the end of the 1990s, one that still seems to be going strong today: an unprecedented number of grand-scale projects have been undertaken in recent years, ont only by private sponsors, but in many cases made possible instead by public funding. This book not only shows new museums , galleries and exhibition venues for the fine arts, but also features unusual buildings housing special collections, as well as museums exhibting material from other fields of knowledge. One central focus of contemporary architecture can be traced particulary well in the examples illustrated in the book: new surfaces that enable the creation of new forms. Astoundingly, parallel to this development another architectural approach which can be already be called classical is also experiencing a Renaissance - the clearly defined, austere cube cloaked in a free-floating glass shell. No less than three buildings depicted here demonstrate the immense variety that is possible within these rigid parameters. The works shown here are no more than five years old and show, what a broad bandwidth can be discerned within a moment's snapshot. There are visionaries like Asymptote and masters such as Günter Behnisch and Tadao Ando, whose buildings span an arc from classical modernism to the architecture of today.


Dalla fine degli anni '90 del Novecento un trend sorprendente si è andato affermando nell'architettura museale, che è tuttora in pieno fermento. Negli ultimi anni non solo i privati, ma anche le imprese pubbliche hanno aperto le porte a grandi progetti. Con la sua installazione alla Biennale 51 di Venezia 2005 l'architetto e sociologo Rem Koolhaas ha analizzato criticamente il fenomeno, non senza un certo stupore. Si tratta veramente solo di una competizione tra i paesi per la superficie espositiva più estesa?
L'opera presente mostra non solo musei, gallerie e spazi espositivi per le arti figurative, ma anche insolite collezioni specializzate e musei a carattere scientifico. Un posto di riguardo spetta alle raccolte in campo geografico e geologico, alle quali hanno lavorato una serie di architetti di fama mondiale e per le quali la riuscita simbiosi con il paesaggio circostante gioca un ruolo fondamentale. In luoghi dove erano già presenti istituzioni storico-culturali di stampo classico, si aggiungono ora sedi per l'arte contemporanea che, a differenza delle esposizioni di pittura, presentano ben altre esigenze per quanto riguarda le dimensioni. L'attenzione di questo volume non è esclusivamente puntata su oggetti di grande prestigio; ecco perché sono stati inclusi anche spazi espositivi di impostazione più generica. In un tale contesto si inseriscono perfettamente anche progetti per un'edilizia museale più "effimera", come nel caso della Serpentine Gallery di Londra che ogni anno invita architetti da ogni parte del mondo.
La selezione di opere in questo volume permette di seguire il fil rouge dell'architettura contemporanea: nuove superfici offrono nuove possibilità formali. L'utilizzo di metalli come l'acciaio, il titanio, l'alluminio e lo zinco per i rivestimenti esterni rende possibile un'ampia libertà scultorea. Forme blob biomorfe ricavate al computer, da una parte, e moderno espressionismo decostruttivista, dall'altra, diventano i poli, o meglio, le parole chiave di tale libertà.
In maniera stupefacente, parallelamente a questa concezione architettonica un'altra si sta facendo strada e sta già diventando "classica": l'edificio-cubo, nella sua linearità e rigidezza, avvolto da un curtain wall in vetro. Tre degli esempi illustrati testimoniano la varietà che nondimeno risulta possibile a partire da questo tema.
Non va poi tralasciato il crescente numero di musei costruiti "sotto terra". Sembra plausibile che questa sia spesso più che una pura soluzione a problemi di urbanistica o di illuminazione. Siamo forse di fronte alla scoperta di un nuovo campo per l'architettura creativa? Un'altra sfida è rappresentata anche dal recupero e dall'integrazione di strutture preesistenti nel caso di ristrutturazioni e ampliamenti. È stata questa la via seguita molto spesso dai committenti a causa della situazione economica degli ultimi anni, tuttavia con risultati talora più entusiasmanti che non nuove costruzioni.
Le opere di questa raccolta appartengono tutte alla generazione architettonica più recente, essendo state edificate negli ultimi cinque anni; eppure l'idea base di questo volume non è di restringersi alla descrizione di un'avanguardia, quanto piuttosto di mostrare quali caratteri vengono colti nello scattare un'istantanea. Accanto alle opere di visionari come Asymptote, il cui Guggenheim sarà fruibile solo virtualmente, non mancano le creazioni di maestri quali Gijnter Behnisch e Tadao Ando, che oggi rappresentano il punto di congiuntura tra le correnti ormai "classiche" del secolo scorso e la contemporaneità. [..]

INDEX

Tadao Ando Langen Foundation
Tadao Ando Museum Fort Worth Asymptote Hydrapier
Asymptote The Virtual Guggenheim Museum
Behnisch, Behnisch + Partner Buchheim-Museum
Mario Botta MART
Mario Botta Museum for Korean Traditional Art at Leeum/ Samsung Museum of Art Foundation
David Chipperfield Figge Art Museum
Coop Himmelb(I)au Expo Forum Arteplage Coop Himmelb(I)au Musée des Confluences
O'Donnell + Tuomey The Lewis Glucksman Gallery
Foster and Partners The British Museum Great Court
Foster and Partners Musée Préhistoire des Gorges du Verdon
Friedrich, Hoff, Zwink Museum der Moderne auf dem Mdnchsberg
Gigon / Guyer Espace de l'Art Concret Donation Albers-Honegger
Hascher Jehle Architektur Kunstmuseum Stuttgart
Herzog & de Meuron Tate Modern
Herzog & de Meuron Walker Art Center Hilmer & Sattler und Albrecht Globus-Haus
Hans Hollein Musée Vulcania
Rem Koolhaas / OMA Guggenheim and Hermitage Museum at The Venetian Resort-Hotel-Casino
Rem Koolhaas / OMA Child Education & Culture Center at Leeum/ Samsung Museum of Art Foundation
Legorreta + Legorreta Latino Cultural Center
Mansilla + Tufión MUSAC
Jean Nouvel Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia
Jean Nouvel Museum of Modern Art at Leeum/Samsung Museum of Art Foundation Ortner & Ortner Museumsquartier
Cesar Pelli & Associates National Museum of Art
Renzo Piano Building Workshop Zentrum Paul Klee
Àlvaro Siza Museu Serralves
Àlvaro Siza + Eduardo Souto de Moura Serpentine Gallery Pavilion
Taniguchi and Associates MoMA Extension
Thomas van den Valentyn + Seyed Mohammad Oreyzi Max Ernst Museum Weber + Hofer Lentos Kunstmuseum Weiss / Manfredi Museum of the Earth
René van Zuuk ARCAM







A&D - ART SPACES

editore DAAB
edizione 2006
pagine 238
formato 25x32
hardcover + jacket
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

39.95 €
39.95 €

ISBN : 3-937718-79-6
EAN : 9783937718798

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com