motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
ALBUM DI FAMIGLIA
Romanzo visuale
"Stanno seduti sotto il tiglio, nel Giardino del Salve, al sommo della rampa che dal borgo antico porta al castello. Qualcuno scattò la fotografia..."
Così comincia questa saga familiare, che si svolge sullo sfondo dei fatti che hanno scandito la storia d'Italia dal 1870 al 1945.
Un castello nel Monferrato, tre donne, tre generazioni, e un centinaio di personaggi minori in un vasto affresco che porta in primo piano vite individuali e vicende umane, sentimenti personali e temi universali. Le vite delle protagoniste, banali in apparenza, ma tragiche nell'inesorabile degrado che le accompagna, si svolgono in un contesto corale che include: i signori del castello e gli abitanti del paese, imprenditori industriali e agitatori socialisti, dive del muto e sartine torinesi, ufficiali americani della Grande Guerra, sbirri fascisti e vittime del regime, un lestofante e una prostituta onesta, una sciantosa napoletana, un principe russo, una suora virtuosa, una poetessa libertina, un discendente di Sir Walton il pirata, una banda di partigiani, un prete populista, una troupe di attori e persino un leopardo domestico.
L'autrice ha voluto indicare nel sottotitolo che si tratta di "romanzo visuale" poiché la narrativa prende lo spunto da fotografie di famiglia (solo una è fisicamente presente nel testo). L'elemento visuale - che include anche cinema, teatro, pittura - è un leit-motif lungo il percorso narrativo e ha la funzione di sottolineare la labilità delle immagini, incluse quelle letterarie, e, di conseguenza, di mettere in dubbio la veridicità della narrazione. Inoltre, l'uso di dialetti, espressioni gergali e lingue straniere aiutano il lettore a completare la visualizzazione dei personaggi.
La voce narrativa, in prima persona, dichiara una conoscenza approssimativa dei fatti, raccolti da memorie personali, racconti di vari personaggi, documenti e lettere, completati dall'immaginazione là dove manca la documentazione (anche questa, peraltro, fittizia).
Pur ricalcando schemi convenzionali del romanzo ottocentesco, la narratrice sottolinea la modernità del testo con costanti ammiccamenti al lettore, che consistono nella mancanza di trama, discontinuità cronologica, jump cuts, azione piuttosto che psicologia, dialogo piuttosto che monologo interiore, e riferimenti letterari indiretti. Il tono prevalente è, quindi, ironico, il che permette di mantenere la distanza tra realtà e rappresentazione, tra fatti e discorso. Ma si tratta di ironia bonaria. La narratrice è compartecipe dei drammi e delle vicissitudini dei personaggi, senza mai cadere nel sentimentalismo melenso. Questa tecnica di scrittura permette di svolgere il discorso su un piano leggero, spesso umoristico, e al tempo stesso di non perdere mai di vista il sottofondo tragico che permea il tessuto del romanzo.

PREMESSA

I luoghi e i personaggi di questa storia sono fittizi, come pure la voce della narratrice. Solo le figure storiche, marginalmente presenti nella narrativa, sono realmente vissute.
Il lettore che si avventurasse nei torridi pomeriggi estivi per le valli del Monferrato potrebbe pensare di riconoscere il luogo principale dell'azione in uno dei tanti castelli che dominano il paesaggio dalla sommità di verdi colline. Ma questa associazione sarebbe erronea, perché il presente romanzo è frutto della fantasia dell'autrice.
1
RITRATTO DI GRUPPO
1908

I

Stanno seduti sotto il tiglio nel Giardino del Salve, al sommo della rampa che dal borgo antico porta al castello. Qualcuno scattò la fotografia. E l'inizio del Novecento. Ada si è girata verso la macchina ed è stata colta di tre quarti, lo sguardo all'obiettivo, una giovane dai grandi occhi seri e intelligenti. Sulle ginocchia tiene uno schizzo, una scatola di pastelli e colori sulla sedia accanto. Ha diciotto anni. Nei miei ricordi, Ada è mia nonna, una persona anziana, afflitta da una paralisi progressiva. Ma in questo calmo pomeriggio d'estate, il suo destino e la sua storia cominciavano appena a prendere forma.
Anche gli altri fissano l'obiettivo, distolti per un istante dalle loro consuete occupazioni, senza dubbio al comando del fotografo, «Pronti... Fermi... Fatto!» Giulia è in piedi, più giovane di Ada di sei o sette anni; sí è arrestata con la palla ín mano, tra un rimbalzo e l'altro, pronta a riprendere la sua corsa saltellante attorno al recinto del pozzo nel centro del giardino. A destra, su una panca, Olga siede quasi completamente di schiena, il capo chino sul ricamo al tombolo. Al contrario delle figlie, lei ignora la macchina, rimanendo volutamente assorta nel suo lavoro. Al suo fianco, il piccolo Luca sta ritto sul sedile aggrappato allo schienale, testa e spalle emergono in posizione frontale. Indossa una marinara bianca e un cappello di paglia a larga tesa e osserva il fotografo con stupore. Miss Langfield è stata bloccata dallo scatto mentre si stava avvicinando ad Ada; in una mano tiene un libro, nell'altra gli occhiali appesi ad un cordoncino che le scende dal collo. L'istitutrice sembra leggermente esitante nella sua posa; conscia di non appartenere a questo gruppo familiare, e sociale, si tiene quasi in disparte sul lato sinistro

INDICE

Premessa

Personaggi

PARTE I ALL'OMBRA DEL TIGLIO

1 Ritratto di gruppo (1908)
2 Qui si fa l'Italia (1870-1885)
3 Illusioni (1908)
4 Tango delle rose (1909)
5 Partono i bastimenti (1911-1914)
6 Garofani rossi e fiori d'arancio (1914-1915)

PARTE II TRA LUCE E OMBRA

7 il Piave mormorava (1917-1919)
8 Allarme, siam fascisti (1927)
9 Bolle di champagne (1932-1933)
10 Il bosco incantato (1933)

PARTE III ALLO SCOPERTO

11 Entra il pirata (1937-1939)
12 L'isola della scimmia (1939-1944)
13 Bella ciao (1943-1945)
14 C'era una volta (1945-)

Ringraziamenti

Glossario




Anna Maltese

ALBUM DI FAMIGLIA

editore DELL'ORSO
edizione 2008
pagine 300
formato 15x21
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

18.00 €
18 €

ISBN : 978-88-6274-075-3
EAN : 9788862740753

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com