motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
D'AMORE E D'ALTRE STAGIONI  

Il lungo e interiorizzato percorso poetico di Franco Asaro, iniziato con la raccolta "La Sosta" del 1972, si è ora arricchito di un nuovo volume...che presenta una sequenza d'immagini, di luoghi, di sentimenti, legata all'incedere inesausto delle stagioni, della luce sul paesaggio, del silenzio...
Il discorso di Asaro, accompagnato da nitidi disegni, legato alle esperienze di una figurazione venata di luce, capace di rievocare i luoghi dei suoi soggiorni, scandita da una linea duttile ed armoniosa, emerge con continuità, con misura e con quella sua capacità di fissare i momenti di un'esistenza mai sconfitta dall'angoscia.
In questa dimensione espressiva, si snoda una vicenda che ha fatto dire a Davide Lajolo: "Nelle poesie di Asaro dura l'incanto del mare, del sole, dei fiori della sua terra: di quella Sicilia le cui radici si porta dentro e che ha trasferito qui nel Monferrato...". Asaro assegna al fluire delle sensazioni il suo mondo, i ricordi dell'infanzia, l'amore, la scoperta della Provenza, di Parigi: "Sabato d'ottobre a Montmartre. La Butte è in festa. Si vendemmia/ nell'ultima vigna parigina/ di fronte alla rossa casetta/ del Lapin Agile con la sua acacia...".
Le ore di notte, i bianchi cavalli della Camargue, la memoria lieve dei paesi della collina si stemperano nel silenzio e dal silenzio traggono linfa vitale, emozioni, fremiti.
In tale direzione, si delinea l'essenza di una poesia dai delicati accenti espressivi, dal sottile candore, dall'incanto figurale.
Angelo Mistrangelo

PREFAZIONE

Dicono che in fondo ogni poesia è poesia d'amore. Dicono anche che ogni poeta prima o poi approda, in senso più stretto, alle poesie d'amore. E' cosa inevcitabile.
Deve essere così davvero, se è successo anche a Franco Asaro, che finora aveva cantato la natia Sicilia, poi la Langa, terra di adozione, e la Francia - da Parigi alla Provenza - terre di elezione.
E ogni volta sono state parole d'amore.
Ma oggi Asaro pubblica una raccolta in cui l'amore - almeno per la prima metà delle pagine - è il tema unico. Si vede che è destino di ogni poeta, che per Asaro è un "
nomade eterno", che "scrive ballate sulle ali del vento".
E allora amore sia, in tutte le sue manifestazioni. L'amore che è senza tempo, e senza confini. Asaro ce lo racconta da poeta, in versi limpidi e piani, che obbediscono ad una segreta musica interiore. Il lettore potrà andare alla ricerca di mille sonorità, mille rimandi, con rime ed assonanze che compaionoqua e là non perché ricercate a freddo, ma come evocate da un sottile ritmo che nasce da di dentro.
L'amore di chi è lontano ("
Ti scrivo da questa terra di luce..."; e qui fa capolino ancora una volta la sua isola); l'amore da "strapparsi l'anima", l'amore che è più forte del tempo che passa, che resiste e si fortifica anche con "lo sbriciolarsi dei giorni".
L'amore che è evocazione
("Una voce/ eco di un cuore che danza/ sulle mie notti d'assenza"); l'amore che apre "nuovi paesaggi/ dove insieme camminare". E anche l'amore che si accinge a farsi bilancio di un'esistenza: "Nessun percorso / nessuna avventura/ sostituiranno la nostra storia", e pare di ascoltare la trepide liriche di Montale dedicate alla sua Mosca. L'amore che è sempre - a qualsiasi età - gonfio di mistero; l'amore che isola dal mondo, che ci impone le "fatiche di partenza non volute". Ancora una volta echi di cadenze mnontaliane che si fondano con richiami di Prévert ("I nostri passi murati/ i nostri passi perduti"): e coma poteva Asaro, così innamorato di Parigi, dimenticare il più fervido cantore dell'amore della capitale francese?
Poi, giusto a metà della raccolta, all'amore si accostano le "altre stagioni": "altre", come se anche l'amore fosse una stagione, e sia pure - nei casi più fortunati - una stagione di tutta la vita. Anzi una stagione fondamentale. Le altre stagioni di Asaro sono quelle dell'anno, ma sono, ancor più, quelle dell'esistenza. Qui la sua poesia può spiegarsi liberamente: presenze misteriose
("Chi è venuto/ in quest'ora di terra nera/ ...Chi è venuto col suo cuore di tenebre/ nascondendo i suoi pensieri?") paesaggi solari, il blu del mare; mentre le stagioni dell'anno sono presentate per brevi cenni: i morti che stanno con noi e si invitano alla nostra tavola, "l'urlo alto della canicola/ che accende gli oleandri", gli uccelli dell'inverno che se ne vanno. E la mano del pittore, presenza quasi divina (occorre dire che Asaro è anche un ottimo pittore?): "Da te dipende che la luice/ non sia quest'unghiata feroce/ che strappa ogni forma/ ma una gioia nella norma/ di un giorno di festa".
E per riaccostarsi ai suoi temi di sempre, in fondo al volume c'è un'ennesimo omaggio alla terra di Francia: il monumentale Ventoux, le dolci colline di Vaucluse, la Camargue dove corrono liberi i bianchi cavalli tra gli stagni popolati di fenicotteri, la brughiera della Bretagna, i pittori di Place du Tertre sullo sfondo delle pale del Moulin de la Galette e la festa per la sua vendemmia di quell'incredibile vigna, l'ultima di Parigi, che sorge sulla collina di Montmartre, ad un passo dal vecchio Lapin Agile.
Amori anche questi, utili per guadagnarci
"ancora uno spicchio di vita".

Aldo Gamba

INDICE

Prefazione di Aldo Gamba

D'AMORE
Ti scrivo
Nella penombra
Tu sei
Il ricordo delle piogge
Scriverò per te ballate
Desiderio
Sempre
I nostri passi
Una voce
Parlare al vento
Ascolto
Nient'altro che noi
Cogliere i segreti
Amare
Una sera come un'altra
In cima alla collina
Inventare quei mattini
Attraverso il silenzio
Senza posa


E D'ALTRE STAGIONI
Chi è venuto
Lontano, vicino
Nuovi paesaggi
Il giardino
Pittore
Giorni d'estate
In Vaucluse
Gli uccelli dell'inverno
Erano i giorni
Mandriano in Camargue
La ragazza
Pierrot di Montmartre
La collina dei desideri
Vendemmia a Montmarte


 


Franco Asaro

D'AMORE E D'ALTRE STAGIONI

editore FABIANO
edizione 2003
pagine 64
formato 10,5x16
brossura con alette
tempo medio evasione ordine
6 giorni

9.00 €
6.75 €

ISBN : 88-87333-88-2
EAN :

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com