motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
IL TERRITORIO TRENTINO-TIROLESE NELL'ANTICA CARTOGRAFIA
TRENTINER UND SUDTIROLER LANDSCHAFT AUF ALTEN LANDKARTEN

EDIZIONE BILINGUE

ITALIANO
TEDESCO


IL LINGUAGGIO DELL'ANTICA CARTOGRAFIA

Molteplici sono le vie per esplorare quale sia stato, nei gradini evolutivi del passato, l'autentico atteggiamento dell'uomo nei confronti delle attornianti presenze fisiche e biologiche, verso le quali è sempre stato soggetto a un condizionamento non solo limitato alla visualità, ma esteso a tutti i termini di un concreto rapporto di convivenza materiale.
Diviene perciò problematico individuare, nei vari campi informativi offerti dalla storia, dalla tradizione e dallo studio sulle permanenze ereditarie di remoti rapporti, quelle notizie in grado di riportarci i sentimenti più diffusi della gente nei confronti della natura, esonerandole da settoriali tentazioni interpretative o da sezioni privilegianti che ne possono tradire la sincerità.
La contingenza, la casualità e soprattutto la diretta derivazione dalla personalità dell'Autore creano dei forti limiti alle fonti cronachistiche che ci offre abbondantemente la letteratura. Una via più conclamabile è senz'altro quella della ricognizione sul rapporto psiche-territorio costituita dalle antiche iconografie sul paesaggio, certamente più ricca e raffinata degli altri tipi di ricerca. In esse sono doviziosamente presenti raffigurazioni pittoriche, prospettiche territoriali, sfondi di paesaggio corredanti opere di altro intento, panoramiche generali ecc.
Queste figure sono originate da un ben preciso proposito dell'artista, attento a trasmettere nel disegno le linee più consonanti al suo spirito interpretativo. Ne traspare così la sua concezione della natura, non ispirata da una condivisa considerazione di essa, ma soggetta ad un mero fatto traspositivo che parte dalla sua personale idea concettuale per consegnarsi alla sua opera.
Ambiente naturale e paesaggio divengono perciò espressione derivata da una creatività conscia e finalizzata, e si depositano nei loro prodotti figurati secondo misure che non nascondono i modi della scelta compositiva ed il suo fine. Questo fatto trasfigurativo del reale, proprio della creazione artistica, rappresenta un limite, o meglio un abbaglio, di fronte alla individuazione della rivelazione spontanea che costituisce la particolare finalità di questa indagine.
[..]
SOMMARIO

PARTE PRIMA

Il linguaggio dell'antica cartografia
I primordi

Mattioli
Danti e Sorte
Ygl e Burgklechner
Latius, Ortelius, Mercator, Magini e l'epoca dei Grandi Atlanti
Un secolo di fasti, stasi e ripetizioni
Le prime carte francesi
Sperges
Anich e Hueber
Le eredità dell'Atlas tyrolensis
Le carte tematiche
Tema religioso
Tema storico
Carte idrografiche
Carte geognostiche e geologiche
Carte postali e stradali
Carte orografiche e alpinistiche
Carte naturalistiche

Varso la moderna cartografia

PARTE SECONDA

Le figurazioni della natura
Le montagne
I ghiacciai
I fiumi i rivi, le sorgenti
I laghi
Le foreste e l'agricoltura
La fauna
I prodotti del sottosuolo
Conclusione

PARTE TERZA

Catalogo
Bibliografia
Indice dei nomi
Indice delle carte


 


Gino Tomasi

IL TERRITORIO TRENTINO-TIROLESE NELL'ANTICA CARTOG

editore PRIULI & VERLUCCA
edizione 1997
pagine 204
formato 35x32
cartonato con sovracoperta colori, inserito in prestigioso cofanetto di fattura manuale
tempo medio evasione ordine
2 giorni

130.00 €
130 €

ISBN : 88-8068-073-0
EAN :

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com