motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
ANTICHI CRONISTI ASTESI
Ogerio Alfieri, Guglielmo Ventura e Secondino Ventura
L'Archivio di Stato di Asti è particolarmente lieto di partecipare alla presentazione della prima traduzione italiana delle Antiche Cronache Astesi per diverse ragioni, sia generali che specifiche. Sotto il primo profilo l'archivio, al pari degli altri istituti operanti sul territorio astigiano nel settore della ricerca storiografica, non può che rallegrarsi di un'iniziativa che consente di porre a disposizione dell'intera collettività alcune fra le più antiche testimonianze scritte del ricco e tumultuoso passato della città in epoca comunale. Si tratta in effetti del risultato di un lavoro lungo e complesso, portato avanti con tenace passione da un gruppo di validi operatori culturali, che consente di estendere a fascie ampie di fruitori la conoscenza di testi finora riservati agli specialisti, destinato a rappresentare un fatto positivo di notevole portata per la diffusione dell'immagine della città anche oltre l'ambito regionale. Vi sono tuttavia anche altri motivi da parte dell'Archivio di Stato di Asti per esternare la propria soddisfazione di fronte alla felice conclusione dell'iniziativa e sono legati al ruolo svolto dall'Istituto nei confronti di essa lungo l'intero arco temporale in cui si è articolata. Ci sembra giusto infatti ricordare in questa sede che l'idea di un'opera scientifica di traduzione, fino ad allora sporadicamente avanzata e sempre accantonata sia per l'obiettiva difficoltà di trasposizione nella nostra lingua di testi medievali densi di problemi linguistici e semantici, come per la prevedibile diffidenza della cultura ufficiale, venne rilanciata proprio dall'Archivio in occasione dell'inaugurazione della mostra "Un cronista e la sua città: Asti ai tempi di Guglielmo Ventura primo storico del Palio (Secoli XIII-XIV)" tenutasi nel 1986. Subito accolta, venne fatta propria da un gruppo di lavoro costituitosi a questo scopo e che prese ad operare presso l'Istituto ricevendone tutto il possibile appoggio scientifico e organizzativo, oltre all'indispensabile sostegno morale.

Basti ricordare in proposito, oltre all'avvio dei contatti con l'università degli Studi di Torino per assicurare la copertura scientifica dell'iniziativa, l'anticipazione al pubblico astigiano della traduzione, ancora lontana dalla fine, dapprima mediante una tavola rotonda svoltasi presso la sede dell'Archivio e poi attraverso un articolo, ospitato nello spazio riservato alle attività dell'Istituto, sul periodico culturale "Palinsesto ". Terminata l'opera di traduzione (inizialmente limitata al "Memoriale" di Guglielmo Ventura e poi, sempre su sollecitazione dell'Archivio, estesa a comprendere le Cronache di Secondino Ventura e Ogerio Alfieri), l'Istituto, dopo aver contribuito a presentarla in forma ufficiale al Comune di Asti, predisponeva quanto era necessario, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e il Gruppo Ricerche Astigiane, affinché tale presentazionefosse offerta, nel modo più degno e significativo, alla cittadinanza e alla stampa. A talfine riteneva opportuno collocarla come momento iniziale della Settimana per i Beni Culturali 1989, organizzata dall'Archivio con l'intervento di rappresentanti della politica e della cultura, e ad essa veniva affiancata una nuova edizione della mostra "Un cronista e la sua città" arricchita di altro materiale iconografico e documentario, una parte del quale forma le illustrazioni del presente volume. Ci sembra quindi, sulla scorta di ciò che è stato esposto, che l'archivio di Stato di Asti possa trarre motivi di profonda soddisfazione dalla pubblicazione in forma tanto accurata delle Antiche Cronache Astesi, a cui ha chiara coscienza di aver fornito tutto il necessario contributo alfine di dare il massimo favore alla diffusione della conoscenza storica dei territorio astigiano.

GIOVANNI GRILLONE
Direttore dell'Archivio di Stato di Asti

 



   


Natale Ferro-Elio Arleri-Osvaldo Campassi-Giuseppe Tartaglin

ANTICHI CRONISTI ASTESI

editore DELL'ORSO
edizione 1990
pagine 278
formato 17x24
rilegato con sovracoperta colori
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

25.82 €
25.82 €

ISBN : 88-7694-061-2
EAN :

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com