motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
DALL'ANTICO CASTELLO AI NUOVI FORTI DISTACCATI:
CITTA' E ARCHITETTURE MILITARI CASALESI PER IL RISORGIMENTO
Atti del Convegno di Studi Storici
21 maggio 2011 - Casale Monferrato, Teatro Municipale

PRESENTAZIONE

In occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia (1861-2011) il Comune di Casale Monferrato ha voluto dedicare un incontro di studio al ruolo che l'insediamento militare ha ricoperto nella cruciale fase della costituzione dello stato nazionale, periodo che per la nostra città costituisce l'anello di congiunzione tra la secolare funzione di insediamento militare, inevitabilmente sulla via del tramonto nel rinnovato panorama unitario, e un'identità nascente legata a quello che sarà lo sviluppo industriale della produzione del cemento, un'attività che trova le sue originarie forme di riorganizzazione nei primi anni dell'Unità.
Nel decennio che precede l'unificazione nazionale Casale ricopre un posto fondamentale nello scacchiere difensivo dello stato sabaudo, non solo per la difesa del 24-25 marzo 1849 che le vale la medaglia come benemerita del Risorgimento nazionale, evento celebrato nel 1899 con la costruzione del monumento di piazza Castello, recentemente restaurato dal Comune, ma anche perché viene investita del rinnovato ruolo di città fortezza dallo stesso Camillo Benso Conte di Cavour che promuove un finanziamento finalizzato al potenziamento delle fortificazioni.
I lavori alle opere fortificate interessano il territorio circostante l'insediamento con la costruzione dei forti distaccati e si innestano su una realtà in trasformazione sia nel tessuto edilizio che nelle strutture sociali ed economiche in un dialogo serrato tra le preesistenze e il nuovo.
Questo processo viene guidato da una classe politica che trova nella figura di Filippo Mellana il suo esponente di maggior spicco, una figura ancora tutta da approfondire nelle sue relazioni con la realtà locale. Egli opera con grande forza una politica di innovazione del tessuto urbano e della rete infrastrutturale basata su un progetto che individua nelle aree adiacenti la cinta urbana i punti nevralgici su cui impostare un discorso di risanamento e di sviluppo.
A partire dall'inizio del XVIII secolo si può parlare di ripetute perdite per Casale: prima il ruolo di capitale con l'annessione allo stato sabaudo e poi il ruolo di città-fortezza con l'annessione allo stato unitario, due forti "crisi" d'identità con profondi riflessi sull'economia e la struttura sociale che - con le dovute distanze - ci inducono a pensare al presente, nella speranza che l'esempio dei nostri predecessori possa essere di stimolo per affrontare il futuro con progettualità.


Giuliana Romano Bussola
Assessore per la Cultura della Città di Casale Monferrato

INDICE

Presentazione

Enrico Lusso
Le trasformazioni del sistema difensivo casalese nel decennio di preparazione: il campo trincerato a forti distaccati


Chiara Devoti e Antonella Perin
Dalla città barocca alla città risorgimentale: Casale tra vecchia e nuova identità

Laura Guardamagna
I cementifici storici di Casale Monferrato




aa.vv.

DALL'ANTICO CASTELLO AI NUOVI FORTI DISTACCATI

editore ASS. CASALESE ARTE E STORIA
edizione 2011
pagine 88
formato 17x24
brossura con alette
tempo medio evasione ordine
2 giorni

14.00 €
14 €

ISBN :
EAN :

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com