motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
ARCHITETTURA IN VALLE D'AOSTA
IL ROMANICO E IL GOTICO
Dalla costruzione della cattedrale ottoniana
alle committenze di Ibleto e Bonifacio di Challant

1000-1420
La Valle d'Aosta come entità politica, sociale ed economica è già in corso di formazione negli anni attorno alla fine del primo millennio della nostra era. Da quel momento la diocesi di Aosta ed il feudo sabaudo, vale a dire la struttura amministrativa religiosa e quella laica, coincidono in un'area geograficamente definita, abitata da una popolazione di cultura omogenea. Per mille anni fino ad oggi i confini della regione non sarebbero di fatto mutati ponendosi come limite amministrativo ma anche come estremi costanti di un campo esemplare per ogni forma di ricerca storica.
Questo libro si propone di sfruttare i vantaggi forniti da questo campo - la sua omogeneità e la sua unitarietà - analizzando un settore specifico del suo sviluppo storico, quello dell'architettura, nell'arco dei quattro secoli che ne hanno visto la prima formazione e il consolidamento. Operando sui molteplici frammenti superstiti, l'Autore traccia le linee di una struttura complessiva in cui, per la prima volta, la più nota produzione dell'architettura militare e dei castelli viene posta in relazione con i monumenti religiosi
e con le infrastrutture urbanistiche e territoriali, alla luce del quadro storico, culturale e artistico definito dalle ricerche più recenti.


I. ARTE, ARCHITETTURA E STORIA IN VALLE D'AOSTA

Se si dovesse scegliere un'immagine per dare una visione storica dell'arte e dell'architettura valdostane si sarebbe incerti tra l'Arco d'Augusto inciso da Piranesi su disegno di Roger Ncwdigate e le vedute di Chkel-Argent di Turner. Potendo aggiungere la chiesetta di Leverogne acquerellata da Xavier de Maistre e il castello di Saint-Pierre nella versione di John Ruskin e commentando il tutto con la musica del «Couvent du Moto Saint Bernard» eseguita da Paganini in prima a Parigi e poi subito dopo a Londra nel 1832, si avrebbe un quadro di ciò che già gli intellettuali romantici chiedevano alla valle: rovine classiche tali da giustificare l'epiteto di «Roma delle Alpi», turriti castelli a strapiombo su pareti (li roccia, chiesette solitarie nel verde dei campi con le guglie grigie dei campanili stagliate sul bianco dei ghiacciai.
L'immagine della valle consegnata alla storia è stranamente un'immagine senza storia: di chiese e castelli sempre uguali nel tempo, costruiti da uomini senza nome per conto di altri uomini senza volto, abitati da Paggi Fernandi e da abati di Challant le cui regioni di provenienza sono chiaramente ben più quelle mitiche della letteratura che non quelle della realtà effettivamente vissuta.
Inevitabile quindi, oggi, per nuda reazione, andare a cercare - accanto a questa Valle d'Aosta che pure esiste e ha un suo indubbio fascino - un'altra valle, di uomini e cose ben segnati nella storia d'Europa. I misteriosi personaggi incisi con le loro armi e i loro ornamenti sulle monumentali steli di pietra di Saint-Martin de Corléans più o meno 2500 anni prima di Cristo aprono una serie che sembra coagularsi attorno all'imponente scheletro di un principe sepolto con le braccia conserte nella tomba numero IV della stessa necropoli di Corléans.
La tomba è una tholos, l'unica fin qui reperita in valle, e il principe, che ne è l'unico occupante, ci incute ancora oggi il reverenziale rispetto che si prova di fronte alle più autentiche e remote reliquie del nostro passato: un vero e proprio eroe fondatore, della stirpe degli Ercole, dei Giasone. dei Teseo, dei Gilgamesh, di quei seminatori di civiltà sulle cui radici si sono fondati millenni di evoluzione e crescita della stirpe umana.
[..]
INDICE GENERALE

PREMESSA: LIMITI E PIANO DELLA RICERCA

INTRODUZIONE. LE ORIGINI DELL'ARCHITETTURA IN VALLE D'AOSTA
1. ARTE ARCHITETTURA E STORIA IN VALLE D'AOSTA
2. LE ORIGINI DELL'ARCHITETTURA IN VALLE D'AOSTA

PARTE PRIMA: L'ARCHITETTURA ROMANICA DAL 1000 AL 1200
3. ESTENSIONE E CARATTERI DEL ROMANICO IN VALLE D'AOSTA
4. LA CATTEDRALE OTTONIANA DEI VESCOVI ANSELMO E BURCARDO
[..]
5. L'ARCHITETTURA RELIGIOSA TRA L'XI E IL XII SECOLO.
[..]
6. IL CHIOSTRO DI SANT'ORSO.
[..]
7. L'ARCHITETTURA MILITARE TRA L'XI E IL XII SECOLO: I CASTELLI PRIMITIVI E LE TORRI DELLA CINTA MURARIA AOSTANA.
[..]
8. ARCHITETTURA E POLITICA: DUE CASI PARTICOLARI DEL ROMANICO VALDOSTANO ALLA FINE DEL XII SECOLO.
[..]

PARTE SECONDA: L'ARCHITETTURA GOTICA DAL 1200 AL 1400
9. DAL ROMANICO AL GOTICO: DATI DOCUMENTARI SUI CANTIERI CIVILI E RELIGIOSI DEL DUECENTO.
[..]
10. L'EVOLUZIONE DEI CASTELLI NEL XIII SECOLO: I DONJONS CILINDRICI
[..]
11. IL CASTELLO DEI VISCONTI DI AOSTA
[..]
12. IL DEAMBULATORIO DELLA CATTEDRALE DI AOSTA
[..]
13. VARIETÀ DI ATTIVITÀ ARTIGIANE NEL TRECENTO: DALLE TECNOLOGIE MILITARI ALL'EDILIZIA.
[..]
14. L'APOGEO DELL'ARCHITETTURA MILITARE VALDOSTANA DALL'INIZIO DEL TRECENTO AI CASTELLI DI FENIS, USSEL, AYMAVILLES, QUART.
[..]
15. LA CHIESA DI SAN FRANCESCO AD AOSTA.
[..]
16. GLI ELEMENTI COSTRUTTIVI E DECORATIVI DAL DUECENTO AL TRECENTO
[..]
17. IL DESIGN DOMESTICO: TIPOLOGIE DI MOBILI E ARREDI DAL ROMANICO AL 1400.
[..]
18. IL DESIGN LITURGICO: LE TIPOLOGIE DEGLI ALTARI.
[..]

PARTE TERZA: IL GOTICO INTERNAZIONALE DAL 1390 AL 1420 L'APOGEO DELLA CULTURA CORTESE AL TEMPO DI IBLETO E DI BONIFACIO DI CHALLANT.

19. L'ARCHITETTURA RELIGIOSA ALL'INIZIO DEL QUATTROCENTO DAI VERBALI DELLE VISITE PASTORALI.
[..]
20. LA PARROCCHIALE MEDIEVALE DI SAINT-PIERRE.
[..]
21. I CANTIERI DI IBLETO DI CHALLANT: VERRES, ISSOGNE, SAINT-GILLES.
[..]
22. I CANTIERI DI BONIFACIO E AMEDEO DI CHALLANT: FENIS, AYMAVILLES, SAN FRANCESCO.
[..]
23. TRA EUROPA E MEDITERRANEO: IL RUOLO DELL'ARCHITETTURA GOTICA INTERNAZIONALE IN VALLE D'AOSTA.

APPARATI
CARTE GEOGRAFICHE
CRONOLOGIA
ABBREVIAZIONI
BIBLIOGRAFIA
INDICE DEI LUOGHI E DEI MONUMENTI INDICE DEI NOMI DI PERSONA




Bruno Orlandoni

ARCHITETTURA IN VALLE D'AOSTA -ROMANICO E GOTICO

editore PRIULI & VERLUCCA
edizione 1995
pagine 400
formato 18x24,5
cartonato con sovracoperta plastificata a colori
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

49.50 €
49.5 €

ISBN : 88-8068-024-2
EAN : 9788880680246

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com