motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
ARCHITETTI E INGEGNERI MILITARI
in Piemonte tra '500 e '700
Il volume raccoglie le biografie di oltre 300 esperti nell'arte di produrre opere atte alla difesa del territorio piemontese, nell'arco di tempo che va dalla metà del secolo XVI all'età napoleonica. I personaggi esaminati, alcuni noti, molti altri di cui nulla si conosceva, sono attori a vario titolo: progettisti e costruttori di fortezze e cittadelle, rilevatori di città e territori indagandone i punti critici in caso di attacchi nemici, esperti cartografi, autori di trattati teorici sui modi di edificare le architetture per la guerra «alla moderna», il tutto affiancato all'attività di ufficiali nei vari eserciti operanti in Piemonte.
Il territorio preso in esame durante la quadriennale ricerca presso il Politecnico di Torino è infatti quello dell'attuale regione, nei secoli frantumata tra varie appartenenze politiche, quali i ducati di Savoia e di Milano, il Monferrato, la repubblica di Genova. Tale accezione, che costituisce una rilevante novità del lavoro, permette di mettere a confronto esperienze in vari ambiti degli ingegneri militari, tecnici spesso al servizio di "padroni" diversi nel tempo. Il Repertorio biografico, nell'identificare i rapporti tra protagonisti delle varie appartenenze, si apre pertanto a ulteriori ricerche atte ad arricchire la conoscenza di quella "scuola piemontese" di ingegneri militari che, nei secoli, ha dato lustro alla nostra terra.


PRESENTAZIONE
GUIDO AMORETTI

Il libro Architetti e ingegneri militari in Piemonte tra '500 e '700. Un repertorio bibliografico viene ad arricchire la produzione scientifica del Centro studi sull'architettura militare del Piemonte che, da una dozzina di anni, ha prodotto una serie di libri, frutto di ricerche di vari studiosi delle fortificazioni piemontesi e dei loro progettisti, quei tecnici, ufficiali negli eserciti, dei quali in questo volume si presenta un ampio panorama biografico e bibliografieo.
Gli studi sinora edili si sono incentrati su aspetti diversi dell'"arte della guerra" materializzata nelle sue strutture per la difesa.
In qualche caso si è trattato di raccolte di saggi di vari autori, risultato di congressi internazionali ad ampia partecipazione di esperti italiani e stranieri. Dal <Congresso Internazionale di Archeologia, Storia e Architettura Militare: a 40 anni dalla scoperta dellaicala di Pietro Micca. 1958-1998> (Torino, 11-13 Novembre 1998) nasce infatti il volume omonimo (a cura di G. Amoretti, P. Petitti), Omega, Torino 2000. I temi affrontati spaziano dall'archeologia delle fortificazioni alla documentazione storica, dai forti alpini alle piazzeforti di pianura, in un contesto europeo comunque legato alle vicende dell'antico Piemonte. Un argomento più specifico è stato l'oggetto di un altro congresso <Dal forte di Exilles alle Alpi. Storia ed architettura delle fortificazioni di montagna"(Exilles, 27-28 Ottobre 2000) che ha dato origine al volume dal medesimo titolo a cura di G. Amoretti, P. Pctitti), Omega, Torino 2003 > . Un ulteriore studio di G. Amoretti, F. Barrera, S. Bertclli, S. Borrelli, P. Petitti, F. Zannoni si è poi concrctizzato nel volume. Il forte di Exilles di Ignazio Rotola. 1729- 1745 (a cura di P. Petitti), Omega, Torino 2003.
Emerge da entrambi i libri il valore strategico delle Alpi occidentali, barriera orografica ma non politica tra durato di Savoia e regno di Francia, che per secoli aveva visto concentrare le difese su entrambi i versanti montani e nelle valli afferenti.
Il volume sul forte di Exilles costituisce altresì l'esempio di un secondo ambito specifico di ricerca che interessa una cospicua serie di altre pubblicazioni del Centro: lo studio di singole fortezze o sistemi fortificati. A questo proposito va detto che non si sono studiate soltanto le vicende storiche, i documenti scritti e iconografici, le trasformazioni e la consistenza materiale, bensì, trattandosi per lo più di strutture demolite o pesantemente modificate, ci si è occupati dell'identificazione fisica delle strutture difensive in una determinata fase storica. Oltre che per Exilles, per tutte le altre fortezze esaminate si sono infatti realizzate delle maquettes a grande scala (conservate presso la sede torinese del Centro) che, attentamente ricostruite sulla scorta volumi
della documentazione raccolta, consentono di capire, ben più dei disegni, le condizioni reali degli apparati per la difesa, particolarmente nei casi di territori orograficamente complessi.
Capostipite della serie di studi su singole fortezze è il primo volume edito dal Centro: Cosseria 1796: guerra, popolazione, territorio (a cura di G. Amoretti), Omega, Torino 1996. Il luogo, già appartenente all'antico Piemonte e oggi alla Liguria, era sede di un antico castello che, pur in rovina, fu difeso eroicamente dalla guarnigione sardo-austriaca contro l'attacco di Napoleone Buonaparte nel 1796.
A un'altra vicenda bellica di fondamentale importanza strategica per lo Stato sabaudo alla metà del XVIII secolo si rifà un altro volume della collana del Centro. Si tratta de I trinceramenti dell'Assietta. 1747-1997 (a cura di G. Amoretti, M.E Roggero, M. Viglino Davieo), Omega, Torino 1997. Lo studio celebra la cruenta battaglia svoltasi sulle montagne dello spartiacque tra la valle di Susa e la val Chisone, recuperando le tracce materiali tuttora esistenti del complesso apparato difensivo. Oltre agli studi sulla cartografia storica ci si è potuti infatti awalere di un rilievo scientifico in loco (opera di G.A. Massa) che ha permesso di identificare un sistema di trincee di inaudita ampiezza.
[..]

INDICE

Presentazione
Guido Amoretti

Noti e ignoti tecnici negli eserciti sabaudi e del Milanese
Micaela Viglino Davico

Una scheda 'aperta' per oltre trecento esperti nell'arte della guierra
Elisabetta Chiodi, Antonella Perin

I nuovi specialisti: gli ingegneri militari topografi
Caterina Franchini

Repertorio biografico I
Elisabetta Chiodi, Antonella Perin

Iconografia I

Repertorio biografico II
Caterina Franchini

Iconografia II

Elenco dei tecnici

Bibliografia

Abbreviazioni




Micaela Viglino Davico - Elisabetta Chiodi

ARCHITETTI E INGEGNERI MILITARI

editore OMEGA EDIZIONI
edizione 2008
pagine 408
formato 23x31
cartonato con sovracoperta a colori
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

75.00 €
75 €

ISBN :
EAN : 9788872415511

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com