motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
ARCHITETTURA ALPINA CONTEMPORANEA
Un affascinante viaggio attraverso le Alpi italiane e francesi, svizzere, austriache e slovene, alla scoperta dei più importanti progetti di architettura alpina degli ultimi 25 anni.
Più di 200 opere presentate: dai grandi interpreti dell'architettura contemporanea in montagna - Peter Zumthor, Gion A. Caminada, Bearth & Deplazes, Valerio Olgiati, Hermann Kaufmann, Jürg Conzett, Cino Zucchi, Gabetti & Isola -, fino alle molte realizzazioni di qualità di tanti progettisti locali.
Un lungo saggio critico introduttivo, che contestualizza la recente produzione architettonica montana in rapporto alle trasformazioni economiche e culturali delle Alpi di oggi e alla storia dell'architettura alpina dell'Ottocento e del Novecento.
Soprattutto un libro inedito, che fino a oggi mancava e di cui si sentiva il bisogno, che ricostruisce in modo organico e completo le vicende dell'odierna architettura alpina.


PREMESSA


Obiettivo del libro è tracciare un quadro critico delle recenti esperienze di architettura alpina contemporanea all'interno del contesto europeo. Architettura alpina contemporanea che talvolta ha assunto un profilo di rilievo internazionale, come nel caso delle opere realizzate nei Grigioni e nel Vorarlberg. L'intervallo temporale preso in esame, a partire dal presente, si spinge a ritroso fino al periodo a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta del XX secolo. La scelta di questa frontiera cronologica non è casuale. Nel 1988 Peter Zumthor termina la costruzione della Cappella di Sogn Benedetg nei Grigioni, vera e propria icona della nuova architettura alpina. Nel 1992 ha luogo la prima edizione del premio d'architettura Neues Bauen in den Alpen, organizzato da Sesto Cultura in Alto Adige, manifestazione che giocherà un ruolo rilevante nella definizione di nuove immagini e valori per l'architettura del territorio alpino contemporaneo.
Ma la periodizzazione trova riscontro anche in ragioni esterne al campo dell'architettura. Se gli anni Settanta e Ottanta rappresentano per la montagna un periodo di forte ripensamento, in cui vengono messi in discussione temi e gerarchie della piena modernità novecentesca, il decennio successivo apre una stagione in cui le Alpi - e soprattutto le Alpi di lingua tedesca - ridiventano pienamente territorio dell'abitare. Dopo lunghi decenni nei quali le montagne alpine erano state ridotte a spazio marginale, a mera banlieue bianche a servizio del loisir delle popolazioni urbane europee, le Alpi di fine secolo paiono essere attraversate da una metamorfosi profonda. Non c'è più il solo riferimento univoco al turismo industriale di massa. Analogamente alla fase di scoperta delle Alpi di fine Settecento e inizio Ottocento, il tempo presente sembra essere contraddistinto dall'invenzione di nuove immagini e rappresentazioni, dalla messa a punto di inedite traiettorie di sviluppo.
Parallelamente alla trasformazione in senso postindustriale delle società capitalistiche occidentali, il territorio alpino è oggetto di un decisivo processo di articolazione e diversificazione interna: delle pratiche, dei modelli e delle forme di uso e di consumo, degli immaginari, dei valori. Allo sfruttamento sciistico e industriale delle montagne, si affiancano nuove e molteplici forme di turismo soft e consapevole, inedite attenzioni per i valori storici e ambientali, ma anche fenomeni di valorizzazione dell'agricoltura e delle risorse e produzioni locali. Da spazio di margine, le Alpi acquisiscono una nuova centralità, trasformandosi - nel quadro del processo di unificazione europea - in terra di cerniera. Tale metamorfosi è attraversata anche da nuove forme di protagonismo delle comunità locali, le quali determinano una riformulazione del tema identitario per come era stato tradizionalmente posto.
[..]
SOMMARIO

RINGRAZIAMENTI
PREMESSA
(Antonio De Rossi, Roberto Dini)
DI CHE COSA STIAMO PARLANDO QUANDO PARLIAMO DI ARCHITETTURA ALPINA?
(Antonio De Rossi, Roberto Dini)
PER UNA RILETTURA ARCHEOLOGICA DEL CONCETTO DI ARCHITETTURA ALPINA (Antonio De Rossi)
Chalet suisse e pittoresco alpino
La modernità sulle Alpi
ESPERIENZE DI ARCHITETTURA ALPINA CONTEMPORANEA
Temi trasversali di contesto (Antonio De Rossi, Roberto Dini)
Scoprire il mondo delle cose (Antonio De Rossi)
Famiglie di atteggiamenti (Antonio De Rossi, Roberto Dini)
BIBLIOGRAFIA
RESIDENZA
TURISMO, INFRASTRUTTURE, CULTURA
RIFUGI
EDIFICI PUBBLICI
EDIFICI PRODUTTIVI E COMMERCIALI
EDIFICI DI CULTO




Antonio De Rossi - Roberto Dini

ARCHITETTURA ALPINA CONTEMPORANEA

editore PRIULI & VERLUCCA
edizione 2012
pagine 160
formato 21x29,7
brossura editoriale con sovracoperta plastificata a colori - interamente illustrato a colori
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

25.00 €
25 €

ISBN : 978-88-8068-591-3
EAN : 9788880685913

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com