motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
ARIA NOSTRA
Rime in dialetto fubinese

PREMESSA

Nella biblioteca di famiglia c'era una copia di 'Aria nostra' fin dal 1956, l'anno della prima pubblicazione. Del libro e del suo Autore sentivo allora parlare, poco meno che dodicenne, da mio padre, anch'egli come Ernesto Rossi, uomo di scuola. Mi pare di ricordare che, oltre ad apprezzare quelle poesie, egli sottolineassa la singolarità che un non fubinese, avesse voluto (osato) scrivere in dialetto fubinese, forse conl'effetto di qualche interferenza linguistica 'forestiera' nella 'purezza' dell'idioma locale. D'altra parte basta leggere i versi affettuosamente ironici del sonetto J'amis per rendersi conto delle piccole difficoltà incontrate dall'Autore in quell'esperienza. E come se non bastasse, 'Ernesto Rossi -così mi scrisse qualche tempo fa la figlia Maria Pia inviandomi una breve nota biografica da me richiestale- amò Fubine tanto da scrivere le sue poesie in dialetto fubinese (ciò che non fu tanto gradito dai Valmacchesi suoi compaesani)'. Sentivo citare il Rossi anche da altri, e soprattutto per la Canson 'd Fibin-ni, che, musicata dal M° Testa, era diventata del paese l'inno ufficiale, se così si può dire, conosciuto e cantato da molti fubinesi in varie circostanze (in loco ma anche all'estero, per esempio nei meeting della Fubinese Society di New York, ancora assai fiorente in quel tempo). Qualche anno fa il libro mi ritornò casualmente tra le mani, e fu allora che lo lessi tutto per la prima volta, riconoscendomi in qualche modo in una situazione, la nostalgia di un luogo e di un tempo, che ricorre spesso nel clima affettivo di Aria Nostra. Nell'agosto del 2000 L'attivissima e bremerita Pro-loco di Fubine promosse un'interessante iniziativa culturale: l'esposizione di quadri e disegni raffiguranti vari scorci tipici di Fubine, della pittrice fubinese-torinese Maria Rosa Caire. Nel vernissage l'amico giornalista Massimo Brussasco, presentando la mostra la volle accompagnare con la lettura a mo' di commento di testi tratti da Aria Nostra: il felice incontro di poesia e pittura era intitolato con l'espressione emblematica, T'at vist?, si tratta della lirica di Ernesto Rossi San Bastian. L'occasione mi permise di constatare che nel folto pubblico presente, era viva l'attenzione e in taluni il ricordo, pieni entrambi di simpatia, per l'Autore; e di conoscerne la figlia Maria Pia, ùaffettuosa custode delle memorie del padre. A lei proposi il progetto, subito accolto con entusiasmo, di un eventuale riedizione del libro,ormai introvabile, per conto del neonato Centro Studi FUbinesi. Raccolsi in seguito qualche altro dato su Ernesto rossi e sulla sua produzione; in una rara edizione antologica di poesia dialettale piemontese trovai altre tre liriche del Nostro non comprese in aria nostra del '56; poi l'amico Elio Botto, della Biblioteca civica ?G.Canna? di Casale, mi procurò la II (definita integrata, cioè arricchita di nuovi testi) di Aria Nostra, pubblicata nel 1969; successivamente l'amica Paola Raimondo, che mi aiutava nella ricerche, mi procurò la III e ultima, sostanzialmente una ristampa della precedente, sia pure in veste leggermente diversa. A queste mi sono dunque rifatto per presentare ora nuovamente all'attenzione dei lettori, vecchi (che saranno ormai pochi) e nuovi (che spero saranno molti), questo poeta nostro, fubinese di adozione, ma spiritualmente tanto più fubinese di altri, fubinese solo anagraficamente.
[..]

GIAN LUIGI FERRARIS

INDICE

Premessa
Nota biobrafica su ERNESTO ROSSI ( a cura di MARIA PIA ROSSI)
Avvertenze del Curatore
Prefazione (U. FERRARIS)
Avvertenza (E.R.)
1- Aria Nostra
Téra 'd Pais
L'arsgnò
La matin
Farvà
Su 'd Farvà
Mars
La Quarejsma
Avri
La Gloria!
'L passarot
Silensius
L'acqua
L'ura bianc
I bosch dal Po
Casà
Lin-a 't sità
La pianira
'L du Masna
'Ns la spiaggia
La povra gent
L'insègn-a
Simiteri 'd pais
Nuvember
Lultim tempural
L'or 'd
Nuvember
La sbronsa
U dòr
2- II.La cà
La mè masnà
I Sant dla me curt
Steili dla mè curt
L'esibision
L'ombra dla me cà
Matin 'd primavejra
Giugi
Temp luntan
La laurea
I gal
Peki
'l me gat
La Fevr
I fiòj d' J'amis
La vitta
Nadal
Al veg
'N pension
Testament
3- III. Fibin-i
Canson 'd Fibin-i
'L campanin
Luntan da Fibin-i
Gesiètta 'd Cunsèra
Serenità
San Gisep
Funtan-a longa
Prim dì 'd scola
Matin dla festa
Mesdì
San Basian
Stra 'd Pais
'L Paradisi
Al Rugassion
Giurnà d'istà
Ultim dì 'd scola
San Stofu
Uri Pèrci
La seira
'D vandamii
U sens 'd l'autin
San Martin
Al fioca!
J'amis
4- IV Desideri
Desideri
5- Appendice
Uno scritto di Ernesto Rossi
Il Parroco

 

 






Ernesto Rossi - a cura di Gian Luigi Ferraris

ARIA NOSTRA

editore DELL'ORSO
edizione 2003
pagine 120
formato 15x21
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

13.00 €
13 €

ISBN : 88-7694-688-8
EAN :

©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com