motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte

ARTE MEDIEVALE IN CANAVESE
Mediaeval art in the Canavese country

EDIZIONE BILINGUE

ITALIANO

INGLESE


Viaggio appassionante in una terra meravigliosa, alla scoperta di un patrimonio artistico incredibile, conservato in musei, castelli, chiese, pievi e cattedrali. Affreschi, mosaici, statue, miniature raccontano la fede e la storia del Canavese, dal mitico anno Mille e alle soglie del Rinascimento. Cinque secoli di un affascinante periodo storico ci offrono una serie irripetibile di tesori: dai capolavori più noti, anche se non sempre accessibili al pubblico, alle opere talvolta sconosciute e dimenticate o di recente rinate grazie a preziosi interventi di restauro. Attraverso la bellezza dell'arte medievale e la sua vitalità, è possibile scoprire o rivalutare una trentina di comuni canavesani, suggerendo un percorso a valenza artistico-turistica che, insieme alle risorse sempre più apprezzate dell'ambiente e delle tradizioni, possa fare nuovamente del Canavese - già operoso di lavoro dei campi e di tecnologia avanzata - una terra di ospitalità, d'accoglienza e nuovo benessere, fondato sulle risorse inalienabili della sua storia e della sua cultura.

IL FASCINO AMBIGUO DEL MEDIOEVO.


Il Medioevo esercita una strana e intensa attrazione per l'uomo contemporaneo: proiettato in un vortice tecnologico che lo spinge al futuro, egli è pronto tuttavia a voltarsi indietro, attratto da un mondo "altro" e distante, dai rituali cavallereschi, dai saperi magici e dai poteri arcani delle erbe, dalla società e dai costumi dell'Età di Mezzo, così profondamente organizzta e codificata e al tempo stesso ricca di una fortissima vitalità primitiva.
Nessun altro periodo storico esercita infatti sull'uomo d'oggi un fascino forte come quello del Medioevo. A cinque secoli di distanza, interi paesi del Canavese tornano al passato, con feste e rievocazioni in cui si reinventa la tradizione storica e si ricordano eventi e personaggi lontanissimi.
Gruppi di giovani appassionati apprendono l'antica scherma tradizionale brandendo a due mani pesanti spadoni, altri si esercitano all'arco e alla balestra, altri ancora partecipano montando in sella a coloratissime giostre equestri e a tornei ricchi di vitalità.
In moltissime feste popolari si ritrovano tracce e ricordi del Medioevo storico, mentre altri spunti vengono inventati ex novo per celebrare lontani avvenimenti, spesso facendo ricorso all'immaginazione. Ricordiamo le rievocazioni arduiniche di Cuorgnè (il Torneo di Maggio, che si appella a un fantasioso ritorno di Arduino, vittorioso dopo l'assedio di Sparone); di San Benigno (la settimana Fructuariense a giugno, a ricordare la fondazione dell'Abbazia di Fruttuaria del 1003) e di Sparone ( a luglio presso la Rocca che vide l'assedio dell truppe imperiali del 1004); le cerimonie del Magnifico Podestà nello Storico Carnevale di Ivrea, tra cui la Preda in Dora; le rievocazioni trecentesche di Oglianico (le Idi di Maggio, connesse alla concessione degli statuti alla comunità nel 1352 e alla festività legata al ritorno della bella stagione) e di Pavone (le ferie medievali tra maggio e giugno, che ricordano il giuramento di fedeltà del 1327 al vescovo di Ivrea e la concessione degli statuti); nonché il quattrocentesco Rescriptum Fluminis di Mazzè (a giugno, che ricorda un diploma imperiale del 1420 e il ritorno a Mazzè nel 1430 di Giorgio, Conte di Valperga). Riteniamo che l'attrazione che oggi spinge un grande pubblico verso il Medioevo sia tutta nella sua profonda ambiguità.
[..]

SOMMARIO

IL FASCINO AMBIGUO DEL MEDIOEVO

ARTE DELL'UNDICESIMO SECOLO.
LA VITA DIPINTA DEI CODICI MINIATI IN IVREA, I GRIFONI DI FRUTTUARIA E IL LEONE DI CHIAVERANO.

Warmondo, Vescovo di Ivrea

Arduino, Marchese di Ivrea

ARTE DEL DODICESIMO SECOLO.
LE ARTI LIBERALI E LE MINIATURE DI IVREA, LA NATURA SCOLPITA DEI CAPITELLI, AFFRESCHI ROMANICI NEL CANAVESE OCCIDENTALI.

Castelli, vigne e comuni. Il XII secolo in Canavese.

ARTE DEL TREDICESIMO SECOLO.
IL RITRATTO DAL VERO DELLA MADONNA A CUORGNE' E LE OPERE DI GUGLIELMO DI ORTA A SETTIMO VITTONE.

Borghi franchi e case forti alpine. Il XIII secolo in Canavese.

ARTE DEL QUATTORDICESIMO SECOLO.
I TESORI DELLE CHIESE IN CASTRO: SAN LORENZO DI SETTIMO VITTONE, LA CAPPELLA DI SAN MARTINO A TORRE CANAVESE E LA CHIESA DI SAN GIORGIO A VALPERGA. SAN MICHELE E IL DIAVOLO.

Storia del Trecento in Canavese.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
ALCUNI ESEMPI DI SCULTURA.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
AIMONE DUCE, GIACOMO DI IVREA E LA PITTURA CORTESE.

Giacomo di Ivrea.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
GLI OCCHI SOGNANTI E I RICCHI TESSUTI DI DOMENICO DELLA MARCA DI ANCONA E DELLA SUA SCUOLA.

Domenico della Marca di Ancona.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
AFFRESCHI QUATTROCENTESCHI NELLA CHIESA DI SAN GIORGIO DI VAL PERGA.

Giovanni de Pietro Scotis di Piacenza.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
AFFRESCHI QUATTROCENTESCHI IN VALLE SACRA E NELL'ALTO CANAVESE.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
AFFRESCHI QUATTROCENTESCHI NEL CIRIACESE.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
LE STORIE DI CRISTO DELLA CHIESA CIMITERIALE DI SAN MAURIZIO CANAVESE.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
GLI AFFRESCHI DELLA CAPPELLA AVOGADRO NEL SAN LORENZO DI SETTIMO VITTONE.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
GLI AFFRESCHI DELLA CHIESA E DEL CONVENTO DI SAN FRANCESCO DI RIVAROLO. L'ADORAZIONE DI GESU' DI GIOVANNI MARTINO SPANZOTTI E LE SUE IMITAZIONI.

ARTE DEL QUINDICESIMO SECOLO.
GLI AFFRESCHI DELLA CHIESA DI SAN BERNARDINO DI IVREA.
GIOVANNI MARTINO SPANZOTTI E LA FINE DEL MEDIOEVO.

Giovanni Martino Spanzotti

BIBLIOGRAFIA




Franco G. Ferrero - Enrico Formica

ARTE MEDIEVALE IN CANAVESE

editore PRIULI & VERLUCCA
edizione 2003
pagine 184
formato 23,5x32
cartonato con sovracoperta colori plastificata, inserito in prestigioso cofanetto di fattura manuale
tempo medio evasione ordine
2 giorni

61.50 €
61.5 €

ISBN : 88-8068-224-5
EAN :

 

©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com