motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
IL BASTONE DI VIRGINIA WOOLF
«Il tuo bastone è ancora là. Non si è mosso. Una pozza di fango, che il freddo ha trasformato in gelatina solida e compatta, gli si è formata attorno diventando come uno zoccolo inamovibile. Più niente potrà farlo cadere. In sottofondo, proprio a qualche metro da te, posso sentire l'acqua del fiume portata da una corrente che presuppongo essere rapida. Sei ancora qua? Mi aspetti? Aspetti che anch'io mi impossessi delle pietre di cui sono cosparse le sponde e che ti raggiunga? So fin troppo bene che no, che non è quello che vuoi, che devo vivere, non è vero? Sopravviverti. Capire e soprattutto ammettere che sei morta per salvarmi, per salvarci. Se qualcuno avesse potuto salvarmi, quello saresti stato tu. Tutto mi ha abbandonato, salvo la certezza della tua bontà. Non posso più continuare a rovinarti la vita ancora a lungo.»

Il bastone piantato nel fango come «una firma» sulle rive del fiume Ouse dove Virginia Woolf si lascia annegare il 28 marzo del 1941 verrà ritrovato dal marito Leonard che, sconvolto, viene sopraffatto dai ricordi della loro storia d'amore. Ai frammenti tratti dal diario di Virginia e ai commenti quasi lapidari del dottor Fine sullo stato di salute della scrittrice, Leonard alterna osservazioni personali, immaginarie, in cui esprime il proprio smarrimento davanti alla guerra e alla grave depressione della moglie, perdendosi nell'inutile ricerca dí una risposta alla sua «ebraicità» e lottando contro il dolore per non essere stato capace di infondere il coraggio di vivere a Virginia, che «era la sua vita». Come contrattare, i monologhi impregnati di cognac della vecchia domestica Louie, allo stesso tempo tristi e truculenti, commentano i comportamenti di questi intellettuali murati nei loro stati d'animo, in mezzo alla campagna inglese battuta dal vento, dalla pioggia e dalle bombe: lei, persa nelle sue lunghe passeggiate, con quello sguardo vuoto che la spinge lontano, e lui, angelo custode premuroso e devoto, prigioniero della sua impotenza. In alto, il gelo e l'indifferenza di Dio verso le sue creature. Proprio davanti a questo incomprensibile silenzio, Leonard brucerà la Bibbia in cui non ha mai creduto fino in fondo. L'uomo è solo, di fronte alla malattia, alla sofferenza e alla morte. Eppure, nonostante tutto, questo è un libro d'amore, di tenerezza anche, la disperata testimonianza di un uomo che trovò il coraggio di non soccombere perché l'atto estremo di Virginia trovasse un senso. Perché, grazie a lui, Virginia continuasse a vivere.
IN RIVA ALL'ACQUA

La notte è stata fresca ma il freddo non ci tocca. In lontananza, dietro alle colline si alza l'alba, e con essa la rugiada danzante. Nastri di foschia che si arrotolano e s'intrecciano. Il fiume è come scolpito dal freddo. Onde paralizzate. Acqua screpolata. Vecchia barca dei Dowell che scricchiola come se dovesse fendersi. Un uomo si è fermato sul ponte. Si è acceso una sigaretta. Guarda il cielo, guarda il fiume, riaggiusta il colletto della sua giacca, segna il passo per scaldarsi, guarda di nuovo il fiume prima di buttare la sigaretta nell'acqua ghiacciata. Un cane abbaia. Un altro gli risponde. Lì vicino, deve essere dai Brady, una macchina fa rimbombare il suo motore. L'uomo sul ponte è sparito. La chiesa ha appena suonato la mezza delle sei. Un uccello si attarda sul bordo del ponte, facendo sporgere, di tanto in tanto, la sua testa verso il fiume prima di prendere il volo nel cielo lattiginoso. Forse anche oggi come la settimana scorsa, la neve comincerà a cadere. Il motore continua a girare. I cani hanno smesso di abbaiare. Presto farà giorno. Presto noi non saremo più soli.




Laurent Sagalovitsch

IL BASTONE DI VIRGINIA WOOLF

editore LA TARTARUGA EDIZIONI
edizione 2009
pagine 102
formato 14,5x21
brossura con alette
tempo medio evasione ordine
2 giorni

14.00 €
14 €

ISBN : 978-887738464-5
EAN : 9788877384645

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com