motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
LA CANTINA NATURALE
come costruire o ristrutturare i locali destinati alla conservazione degli alimenti
Chi possiede un orto, un frutteto o ha, semplicemente, degli amici in campagna, si confronta ogni anno con il problema di conservare al meglio durante l'inverno quantità considerevoli di cibo, problema condiviso da chi voglia acquistare al mercato le proprie provviste sfruttando i momenti favorevoli della stagione.
Contrariamente al passato, dove le cantine avevano il preciso scopo di ospitare derrate alimentari per lunghi periodi e venivano costruite adeguatamente, quelle di nuova produzione sono usualmente troppo calde e secche per riporvi delle derrate alimentari.
Questo libro insegna come costruire o ristrutturare la propria cantina in maniera tale da riuscire ad attrezzare uno spazio più o meno grande per conservare alimenti freschi, conserve e vino con tecniche e materiali eco-compatibili ed a basso consumo d'energia, analizzando parametri teorici ed esperienze sul campo.
Un capitolo sviluppa, inoltre, altre soluzioni tradizionali meno convenzionali come cantine all'aperto, camere sotterranee, cumuli e "conserve".

INTRODUZIONE

Un tempo, raramente le abitazioni venivano edificate senza cantine, a meno che la costruzione non fosse ostacolata dalla presenza di una falda acquifera alta o da un sottofondo roccioso.
Gli scantinati erano importanti per due motivi: da una parte si veniva a formare una zona a cuscinetto tra la terra e gli ambienti abitati, dall'altra le cantine servivano per la conservazione degli alimenti e altri generi di provviste. Esse erano completamente o almeno parzialmente interrate, perciò rimanevano fresche d'estate e in inverno non gelavano. La parola cantina del resto deriva dal latino celarium che non significa altro che camera delle provviste o dispensario.
Anche oggi circa il 90% delle abitazioni di nuova costruzione possiede una cantina, tuttavia nuovi modi di abitare e di vivere hanno ampliato notevolmente le esigenze di utilizzo dei piani interrati. Gli elevati prezzi delle aree edificabili e dell'edilizia impongono una progettazione delle abitazioni all'insegna del risparmio di spazi e superfici, per questo alcuni utilizzi che un tempo erano riservati alla abitazioni, ora sono stati trasferiti nelle cantine.
Le cantina moderne insomma devono poter essere adibite e svariati usi. ad esempio come caldaie, depositi, garage, laboratori per hobby e stanze da lavoro, locali per feste, piccoli appartamenti, sauna, rifugio, etc.
Per poter assolvere a queste funzioni, oggi di regola le cantine vengono costruite in modo da risultare non solo asciutte, ma anche per essere calde o comunque riscaldabili con poca energia. In tal modo però le cantine diventano inutilizzabili per quelle che sono loro funzioni "classiche" ovvero per conservare i prodotti dell'orto. Frutta, verdure e patate per potersi conservare a lungo in modo naturale, hanno infatti bisogno di un ambiente con basse temperature e umidità relativamente elevata.
[..]

CLAUDIA LORENZ-LADENER
INDICE

Introduzione

Condizioni climatiche per conservare freschi gli alimenti
La temperatura dell'aria
Umidità dell'aria
Circolazione e composizione dell'aria

Cantine nei campi
Interramento in fosse
Cumuli
Camere sotterranee e capanne per ortaggi
Excursus nel passato: refrigerare con ghiaccio e neve

Cantine nelle abitazioni e cantine massicce all'aperto
Temperature nel terreno
Temperature negli scantinati non riscaldati
Materiali ed elementi costruttivi
Impermeabilizzazione degli elementi costruttivi a contatto con il suolo
Parete esterna
Pavimento
Soffitto della cantina
Strutture di tetti per cantine all'aperto
Misure costruttive per il raffreddamento dell'aria

Locali per provviste dotati di impianti di raffreddamento
Locali a piano terra per conservare le provviste
Piccole celle frigorifere

Esempi di cantine naturali
Da cantina calda a cantina fresca: una cantina per le provviste costruita in un secondo tempo
Costruzione di una cantina interrata
Cantina in edificio di nuova costruzione
Cantina naturale in edificio annesso
Cantina naturale con terrazza sovrastante

Appendice
Frigoriferi senza ghiaccio e senza corrente
Conservazione dalla A alla Z
- Conservabilità degli ortaggi
- Conservabilità della frutta
- Conservabilità di noci, cereali e vino
Modifiche dei tessuti nella frutta e negli ortaggi durante la conservazione

Bibliografia e fonti consultate





Claudia Lorenz-Ladener

LA CANTINA NATURALE

editore EDAGRICOLE
edizione 2002
pagine 190
formato 15x21
brossura
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

13.90 €
13.9 €

ISBN : 88-506-4644-5
EAN : 9788850646449

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com