motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
UNA CHIESA BRAMANTESCA A ROCCAVERANO
Santa Maria Annunziata (1509-2009)
Atti del Convegno Roccaverano, 29-30 maggio 2009
PREFAZIONE

Nell'anno 1509 a Roccaverano cominciarono i lavori per la nuova parrocchiale, eretta sotto l'invocazione di santa Maria Annunziata. Il linguaggio architettonico che in quegli anni veniva elaborato nei maggiori centri della cultura rinascimentale trovava, così, una felice espressione in un territorio 'periferico' delle Langhe meridionali, grazie alle singolari circostanze che avevano condotto il committente dell'edificio di culto, Enrico Bruno, ai gradi più elevati della carriera ecclesiastica. Gli incarichi di grande responsabilità che ricopriva nella curia romana, infatti, lo avevano posto a diretto contatto con i maggiori artisti del suo tempo, e in particolare con Donato Bramante, alle cui realizzazioni architettoniche, la chiesa di Roccaverano appare strettamente correlata.

Il cinquecentenario di quell'evento ha offerto l'occasione per un convegno di studi tenutosi il 29 ed il 30 maggio 2009: nella prima giornata sono state presi in esame alcuni temi della storia politica, sociale, religiosa e insectliativa di Roccaverano in un arco cronologico più esteso compreso tra i secoli centrali del medioevo e l'età moderna; la seconda giornata, invece, ha ristretto l'obbiettivo, sulla chiesa rinascimentale, attentamente analizzata e posta a confronto con altri edifici del suo tempo, affini per tipologia e caratteristiche architettoniche (particolarmente, la planimetria a quincunx e la facciata ad ordini intersecati).

Credette per primo all'iniziativa del convegno, don Angelo Carlo Siri che, come direttore dell'Archivio Storico Vescovile, è stato instancabile promotore di numerosi studi, ricerche storiche e pubblicazioni e, in questa occasione, ha saputo suscitare il generoso contributo e l'apporto di molti. Se don Angelo fosse ancora tra noi, egli stesso, per la sua sincera umiltà e il suo carattere riservato, ci avrebbe probabilmente imposto di omettere l'importanza del suo ruolo, ma ora che, troppo presto, ci è stato strappato, sentiamo l'obbligo di tributargli il nostro grato e commosso ricordo. L'organizzazione del convegno sono stati il frutto della collaborazione scientifica tra la Diocesi di Acqui, in particolare l'Archivio Vescovile, e la sezione Statiella dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri: lo stesso don Siri ha concorso, con i curatori, all'organizmione scientifica del convegno, insieme ad Angelo Arata, per quanto riguarda la sezione storica. Le due giornate di studio sono state rese possibili dal contributo della Regione Piemonte, della Provincia di Asti, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, dalla Comunità Montana "Langa Astigiana", dalla Pro Loco e, in particolare, dal sostegno anche fattivo dell'Amministrazione comunale di Roccaverano, retta dal sindaco Francesco Cirio, e dalla Parrocchia medesima, grazie a don Nino Roggero, il quale già da tempo aveva promosso ricerche sull'edificio affidato alla sua cura; quest'ultima, insieme alla Provincia. Gli Atti che ora vedono la luce, sono il frutto della rinnovata collaborazione tra Istituto Internazionale di Studi Liguri e Archivio Vescovile, dove Walter Baglietto ha ereditato non solo l'incarico direttivo già ricoperto da don Angelo, ma anche la sua disinteressata dedizione nella promozione di iniziative culturali. La pubblicazione è stata sostenuta, ancora, dal generoso contributo della Provincia di Asti e dalla Parrocchia di Roccaverano, nonché dall'indefessa operosità del personale dell'Editrice Impressioni Grafiche, particolarmente di Monica Mazzocchi. Infine, ma non da ultimi, il nostro ringraziamento va agli studiosi che hanno accettato di partecipare al convegno e, ora, a questo volume di Atti.

Gli Atti sono intitolati alla memoria di don Angelo Carlo Siri, al quale affianchiamo un omaggio a due grandi studiosi recentemente scomparsi per ciascuna delle due parti in cui il volume è diviso. La prima parte del volume (Roccaverano e la Langa tra le due Bormide tra medioevo ed età moderna) è dedicata a Renato Bordone che nell'ambito dei suoi fondamentali studi medievistici ha rivolto la propria attenzione anche al territorio di Langa in cui Roccaverano è inserita. La seconda parte (La chiesa di Santa Maria Annunziata in Roccaverano nel Rinascimento italiano) è dedicata ad Arnaldo Bruschi, studioso di storia dell'architettura, maestro degli studi su Bramante.
I curatori
Presentazione
Prefazione

ROCCAVERANO E LA LANGA TRA LE DUE BORMIDE TRA MEDIOEVO ED ETÀ MODERNA

RENATO BORDONE
Prolusione

ANGELO ARATA
Il difficile gioco degli Scarampi: potere locale e strategie familiari (XIV-XVI secolo)

SIMONE CALDANO
Architettura religiosa dell'XI secolo nella diocesi di Acqui.
Il territorio tra la Bormida di Millesimo e la Bormida di Spigno

MICHELE LUIGI VESCOVI
Santa Maria di Cortemilia: modelli e "dinamica dei committenti"

GIAN BATTISTA GARBARINO - SARA LASSA - ANNA DELMONTE - GIOVANNI LUCA PESCE
A proposito di insediamenti e castelli nella Langa tra le due Bormide

BEATRICE DEL BO
Una comunità dominata: Roccaverano alla luce dei suoi statuti (1399)

SIMONA BRAGAGNOLO
Gli affreschi della parrocchiale antica di San Giovanni Battista

CARLO PROSPERI
I Bruno Signori di Cassinasco e di Rocchetta Palafea

BLYTHE ALICE RAVIOLA
Dopo Cherasco: Roccaverano e i feudi imperiali del Monferrato nella corrispondenza dell'ambasciatore Ottavio Bolognesi (1632-1635)

LUCA GIANA
Roccaverano: assetti territoriali di antico regime

JENS NIEBAUM
Bramante e il tipo della chiesa a 'quincunx: problemi ed interpretazioni

MANUELA M. MORRESI
Santa Maria Annunziata a Roccaverano:
storia e fortuna di un modello architettonico

VALENTINA LOMBARDO
Architettura Rinascimentale in Piemonte: la chiesa di S. Lorenzo a Saliceto

FRANCESCO P. DI TEODORO
Geometria, sostegni e cupole tra Quattro e Cinquecento

FRANCESCO PAOLO FIORE
Le facciate di chiese ad ordini intersecati dal Sant'Andrea a Mantova alla parrocchiale di Roccaverano

ANDREA GUERRA
Studio dell'antico e tradizione moderna. L'intersezione degli ordini nelle chiese di Andrea Palladio e in alcuni precedenti dell'architettura cinquecentesca

FULVIO CERVINI
Rinascimento alternativo. Scultura a Roccaverano tra Roma e Lombardia

GIOVANNI REBORA
Il rinnovamento di Roccaverano e l'edilizia residenziale del XVI secolo tra Langa e Appennino: confronti con Montechiaro d'Acqui, Ponzone e Gorzegno

CRISTINA LUCCA
Maria S.S. Annunziata di Roccaverano:
cinquecento anni di storia e ottant'anni di restauri

GIUSEPPE PISTONE
Interventi di miglioramento statico del campanile (1997-1998)

TULLIO GALLIANO
Quaderno di Memorie Lavori Chiesa Parrocchiale.
Note - promemoria sui lavori di riparazione e trasformazione eseguiti nella chiesa parrocchiale monumento nazionale nel periodo 1945 — 1965, trascrizione del diario manoscritto del parroco del paese, Mons. Pompeo Ravera




a cura di Gian Battista Garbarino e Manuela Morresi

UNA CHIESA BRAMANTESCA A ROCCAVERANO

editore IMPRESSIONI GRAFICHE
edizione 2012
pagine 464
formato 21x30
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

25.00 €
25 €

ISBN : 978-88-6195-085-6
EAN : 9788861950856

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com