motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
LA COLLEZIONE IVAT
ISTITUTO VALDOSTANO PER L'ARTIGIANATO TIPICO
volume 2 - Dagli anni Sessanta al XXI secolo

PREFAZIONE

Questo volume completa la presentazione della collezione IVAT, insieme di oggetti ed opere raccolti dagli amministratori delle istituzioni regionali che si sono occupate di artigianato di tradizione negli ultimi cinquant’anni. La collezione è quindi il frutto di una raccolta operata da figure di spicco della cultura valdostana che hanno dedicato la loro vita, il loro tempo, le loro energie all’artigianato; persone profondamente motivate, esperte, con conoscenze e sensibilità particolari verso un mondo fatto di oggetti, ma soprattutto di uomini. Questa collezione, permeata di storia e aneddoti, prezioso seppur parziale riflesso di fiere oramai passate, è ora affidata all’IVAT, per la sua valorizzazione ed esposizione: i due volumi ad essa dedicati rientrano quindi in questo progetto di promozione e diffusione. Nel primo volume sono stati presentati manufatti d’uso domestico-agricolo ed alcune sculture, acquisiti fino agli anni Sessanta; questa seconda pubblicazione ci introduce in un’atmosfera decisamente più moderna, con sculture ed oggetti realizzati e raccolti negli ultimi anni. Il confine temporale scelto per separare i due volumi non è casuale: gli anni Sessanta rappresentano un periodo di rottura, in cui gli stili e i modelli di sempre vengono inevitabilmente influenzati da innumerevoli fattori legati all’inesorabile avanzare della modernità. Nell’artigianato locale le materie prime utilizzate rimangono quelle tradizionali, legno, pietra, ferro battuto; tuttavia subentrano nuove tendenze. Da un lato si riduce la produzione di oggetti d’uso, dall’altro aumentano le creazioni scultoree, realizzate per soddisfare il gusto personale dell’autore, nelle quali, accanto a modelli classici, emergono le prime interpretazioni astratte. Si tratta sempre di artigianato tradizionale, ma la modernità ne cambia i canoni e ne influenza e condiziona lo sviluppo. L’artigianato, allontanatosi dal mondo agropastorale che l’ha generato, è caratterizzato da una nuova tipologia di attori, persone che si avvicinano al fare artigianale anche in età avanzata per fuggire dalla monotonia del lavoro di fabbrica e d’ufficio. La crescente richiesta di apprendimento tecnico e di capacità manuale porta all’istituzione di numerosi corsi specifici che proliferano in tutte le valli valdostane. Rapidamente i partecipanti all’importante vetrina offerta dalla foire de Saint-Ours si avvicinano alle mille unità, inserendo e importando altre novità nel contesto locale. I nuovi modi di vivere e l’intrecciarsi di fattori esterni hanno rapidamente modificato abitudini invariate da secoli. Il fare artigianale di un territorio, essendo lo specchio di una cultura, ne riflette le mutazioni rischiando di comprometterne l’identità originale. In questo caso è la memoria a dover intervenire, garantendo il legame con il passato e soprattutto colmando la mancanza di conoscenza storica e di esperienza diretta degli operatori e dei potenziali fruitori. Di fronte ai saperi e ai gesti di una volta bisogna quindi preoccuparsi di recuperare e divulgare, mantenendo vivo, attivo, l’immenso bagaglio storico e culturale che nutre il nostro artigianato. Riproporre modelli e tecniche oramai in disuso non significa voler copiare o ripetere meccanicamente oggetti del nostro passato, bensì dare linfa e un senso identitario alle produzioni attuali. A questo proposito ci vengono in aiuto quegli appassionati che dedicano il loro tempo prezioso alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio artigianale di tradizione, come li abbiamo definiti nella prefazione al primo volume: da un lato gli studiosi, dall’altro gli amatori-collezionisti che ci accompagnano nell’apparato testuale di questo volume. Il prof. Damien Daudry, esperto del settore e membro della Commissione Tecnica dell’IVAT, ci propone una dettagliata e critica analisi della situazione attuale dell’artigianato valdostano e il contesto in cui si inserisce la foire de Saint-Ours. Attraverso riferimenti storici e bibliografici, descrizioni e affermazioni che testimoniano il suo forte legame con questo mondo, Daudry ci offre una possibile chiave di lettura del concetto di tradizione. Il testo della dott.ssa Nurye Donatoni ci porta ad una breve riflessione sul tema del collezionare, partendo da un approccio storico fino ad arrivare all’osservazione dell’attuale realtà locale. Si tratta di un riconoscimento a quanti, nella nostra regione, hanno permesso il mantenimento di esempi della cultura materiale più o meno recente e che, con i loro studi, offrono risposte alla nostra necessità di conoscenza. La seconda parte del volume è dedicata alle immagini, con due gallerie, complementari tra loro. La prima serie di scatti è introdotta da una riflessione di Raymond Vautherin, scrittore, animatore della vita culturale valdostana, esperto di usi e costumi della nostra civilisation. Le parole di Vautherin sono tradotte nelle immagini che seguono, raccolte presso gli archivi IVAT, BREL e privati; si tratta di foto che ci accompagnano con molta naturalezza alla riscoperta della manualità gestuale, patrimonio culturale legato alle radici profonde del fare artigianale.
[..]

INDICE

PREFAZIONE
Roberto Vallet e Nurye Donatoni

L'ARTIGIANATO VALDOSTANO DI TRADIZIONE OGGI: UN POSSIBILE APPROCCIO
Damien Daudry

ARTIGIANATO TRA AMATORI E COLLEZIONISTI
Nurye Donatoni

I NOSTRI ARTIGIANI
Raymond Vautherin

LES GESTES DES ARTISANS

AVANT-PROPOS
Roberto Vallet et Nurye Donatoni

53 L'ARTISANAT VALDOTAIN DE TRADITION DE NOS JOURS: UN EXEMPLE D'APPROCHE
Damien Daudry

L'ARTISANAT, ENTRE PASSIONNES EТ COLLECTIONNEURS
Nurye Donatoni

NOS ARTISANS
Raymond Vautherin

LA COLLEZIONE IVAT
dagli anni Sessanta al XXI secolo
LA COLLECTION IVAT
des années Soixante au XXI siècle

BIOGRAFIE DEGLI ARTIGIANI BIOGRAPHIES DES ARTISANS
Marie Claire Chaberge




a cura di Roberto Vallet - Nurye Donatoni

LA COLLEZIONE IVAT - Vol.2

editore PRIULI & VERLUCCA
edizione 2007
pagine 160
formato 22,5x29
cartonato con sovracoperta plastificata a colori
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

29.90 €
29.9 €

ISBN : 978-88-8068-385-8
EAN : 9788880683858

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com