motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
COME CANI RANDAGI
Come cani randagi è un romanzo complesso nel quale si agitano personaggi impossibili, situazioni che passano dal drammatico al comico, dal normale al fantastico, dall'amore dato all'amore rubato, dal mondo della stregoneria che si affaccia quando meno te l'aspetti al mondo reale vissuto giorno per giorno e il tutto ambientato nel contesto contadino dove l'azione si svilupperà strettamente legata all'evoluzione, o meglio, alla rivoluzione avvenuta in questo mondo negli ultimi anni.
Tra i tantissimi personaggi: nobili, straccioni, frati, becchini, notai, mondine, prostitute, sensitive, lune sul naso, cani, cavalli, cigni, il protagonista è un organetto di Barberia, quell'organetto che un tempo, sulle aie delle grandi cascine della valle padana, era atteso la sera dalle mondine, per poter dimenticare, ballando al suo suono, le dure fatiche della giornata.
È un lavoro avvincente con continui ritorni nei momenti meno impensati, aperture, chiusure, riprese, colpi di scena inattesi, il tutto ben congegnato, sapientemente sviluppato. Strettamente legato all'uomo, alla terra, al lavoro dei campi e alla sua evoluzione, immerso nel mondo, nelle sue passioni, nei suoi dolori e nelle sue gioie: è il canto alla natura, all'amore e alla vita...



PREFAZIONE

Come cani randagi è un romanzo complesso nel quale si agitano personaggi impossibili, situazioni che passano dal drammatico al comico, dal normale al fantastico, dall'amore dato all'amore rubato, dal mondo della stregoneria che si affaccia quando meno te l'aspetti al mondo reale vissuto giorno per giorno e il tutto ambientato nel contesto contadino dove l'azione si svilupperà strettamente legata all'evoluzione, o meglio, alla rivoluzione avvenuta in questo mondo negli ultimi anni.
Tra i tantissimi personaggi: nobili, straccioni, frati, becchini, notai, mondine, prostitute, sensitive, lune sul naso, cani, cavalli, cigni, il protagonista è un organetto di Barberia, quell'organetto, che un tempo, sulle aie delle grandi cascine della valle padana, era atteso la sera dalle mondine – quasi un'apparizione! – per poter dimenticare, ballando al suo suono, le dure fatiche della giornata. Come un leitmotiv la sua musica, attraversa tutti i capitoli, sottolineando l'evoluzione verso un nuovo mondo e man mano che spariranno le mondine, sostituite da macchine e diserbanti, la sua musica si affievolirà e si spegnerà con loro. E proprio questo passaggio, questo importante momento storico, è seguito passo passo nel romanzo in un continuum narrativo che si potrebbe immaginare di fantasia, ma che del fantasioso non ha nulla perché tutto è strettamente legato al momento della meccanizzazione dell'agricoltura e magistralmente illustrato, fin nei minimi particolari, dall'autore.
La terra che poco a poco cede di fronte all'attacco dei trattori, gli animali che scompaiono cacciati dall'avanzata del riso, gli ultimi alberi (anche il noceto delle streghe!) spazzati via per una risaia in più sono !descritti in modo poetico e romantico dal Quaglia con una passione e una sofferenza proprie di chi è legatissimo alla terra e, che per ogni cosa che svanisce, sente svanire una parte di sé.
E ancora amore, come ho già detto, dato e rubato: da un amore dato, grande, passionale, senza limiti, da un amore pudico, nascosto, timido, quasi balbettante, però profondo e delicato, si passa a momenti di prostituzione, a momenti di violenza terribile attraverso tutta una gamma di sentimenti, di desideri, di assalti bestiali il tutto descritto e analizzato con un realismo quasi fotografico.
E non dimentichiamo i seni di Giuliana – il blasone gentilizio del testo – alla cui ombra si svolge tutta l'azione. Anche in questo caso l'autore, nella sua descrizione, non sottolinea, non evidenzia, non particolareggia, perchè anche quei seni, anche loro, sono semplicemente personaggi del suo romanzo.
Come cani randagi è un lavoro ben strutturato, avvincente, con continui ritorni nei momenti meno impensati, aperture, chiusure, riprese, colpi di scena inattesi, il tutto ben congegnato, sapientemente sviluppato, controllato nel suo sviluppo, strettamente legato all'uomo, alla terra, al lavoro dei campi e alla sua evoluzione, immerso nel mondo, nelle sue passioni, nei suoi dolori e nelle sue gioie: è il canto alla natura, all'amore e alla vita... benché questa, verso il nostro autore, sia stata ben avara!

Teresio Malpassuto




Antonio Quaglia

COME CANI RANDAGI

editore PRESADIRETTA
edizione 2009
pagine 312
formato 14x21
brossura
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

15.00 €
15 €

ISBN :
EAN : 9783300000031

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com