motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
COME PETER PAN
Educazione, media e tecnologie oggi
Le trasformazioni in atto nel campo dei media e delle telecomunicazioni inducono sempre più a pensare nei termini di una cultura del cambiamento. Lo si può verificare se si pensa alle nuove realtà produttive, fisicamente decentrate e risolte nel modello di una rete di elementi intercomunicanti tra loro (azienda virtuale), a processi politici sempre più caratterizzati dal dominio dell'immagine e della comunicazione, a realtà domestiche sempre più "tecnologiche" grazie a fax, computer collegati on line, telefoni di tutti i tipi. I saggi raccolti in questo volume intendono fornire un contributo a pensare queste trasformazioni nell'ambito dei processi formativi, in particolare la scuola, alle prese con l'integrazione dei linguaggi audiovisivi, il protagonismo della televisione, la spinta all'innovazione (nella didattica e nell'apprendimento) promossa dalla multimedialità.
La soluzione individuata più nella forma di spunti per la ricerca e la sperimentazione che in quella di una progettazione organica, indica nel senso di un atteggiamento positivo nei confronti dei media, nella determinazione a considerarli come risorse per l'educazione sdrammatizzando le preoccupazioni eccessive di chi ancora li guarda con sospetto.

PREFAZIONE
di Cesare Scurati

Da qualche anno la problematica dei media, con particolare riferimento alla televisione, ha assunto un ruolo di vera e propria centralità nell'attenzione degli educatori e nell'interesse dei ricercatori oltre che nell'opinione pubblica in senso lato, il cui interesse si volge a questo argomento con pressoché irrefrenabile frequenza. È quindi più che comprensibile anche la continua comparsa di pubblicazioni, molte delle
quali - come questo lavoro di Pier Cesare Rivoltella - di ragguardevolissimo livello, che cercano di fare il punto su questo affollato settore oppure di presentare spunti e proposte rivolte ad orientare la pratica degli operatori (genitori, insegnanti, animatori) impegnati sul campo.
Le fondamentali caratteristiche del discorso di Rivoltella si possono collocare i due dimensioni: da una parte, la capacità di svolgere un'analisi interdisciplinare di consistente livello informativo e di limpida soluzione espositiva, nella quale la fusione e ri-fusione descrittiva, interpretativa ed applicativa dei dati e dei costrutti riesce ad oltrepassare la pura e semplice giustapposizione per giungere ad una "narrazione" nuova e validamente propositiva; dall'altra, l'orientamento a non chiudersi in una un po' riduttiva attenzione all'ormai "popolare" argomento TV per volgersi ad un confronto di più ampio orizzonte con le tematiche della comunicazione.
Può valere la pena di riprendere, per essere più chiari, qualcuno fra i contributi più recenti afferenti alla prospettiva della "media education" .
Prospettive
L'idea di «alfabetizzazione mediale» (media literacy), intesa come educazione di base in una cultura saturata dai media, costituisce il motivo conduttore di un lavoro americano (J. Davies, Educating Students in a Media Culture, Technomic, Lancaster, 1996) nel quale si muove dalla convinzione che i media «non sono quel potente sistema monolitico che spesso siamo portati a credere» e dal «riconoscimento che gli studenti possono imparare a "leggere" i media ed a diventarne consumatori critici. Su queste premesse si basa il criterio della «alfabetizzazione mediale», i cui contenuti fondamentali vengono esplicitati [..]

INDICE

Prefazione
Introduzione


Comunicazione, individuo e società.
Pasolini, l'avanguardia della semiologia italiana
Due capelloni a Praga: non si può non comunicare
Il linguaggio silenzioso
Nonluoghi
Teatro, primato del luogo, neotribalismo
Look, comunicazione, cultura
Comunicazione, contesto e politica
In sintesi: ancora i capelli

La comunicazione, tra realtà e pratiche discorsive
Alta definizione, luce virtuale
La comunicazione, tra realtà e discorsi
Comunicazione, incomunicazione
Il dilemma di Humpty Dumpty

L'educazione come spettacolo
Visibile, non visibile
L'immagine televisiva dell'educazione
Quale educazione in televisione?

Ritornare a Platone
Comunicazione autentica e comunicazione inautentica
Il mito di Theut: oralità e scrittura
Platone, figlio della scrittura
Platone, profeta della tecnologia
Platone, tra oralità e scrittura
Il nuovo ambiente dei media
Un cambiamento di paradigma nella formazione?

Insegnare nel mondo della comunicazione
I Giardini di Kensington
Il coraggio di volare
«Seconda strada a destra...»: una nuova funzione docente
Lo zufolo di canna: una nuova concezione del lavoro cognitivo
I bambini perduti: comunità di apprendimento e formazione permanente
Il Paese-che-non-c'è
Una conclusione: le pulizie di primavera

Parola, scrittura, audiovisivo.
Quali potenzialità formative?
Tre esempi di comunicazione
Le strutture linguistiche
La situazione di consumo
Le conseguenze pragmatiche
La comunicazione formativa

Fare video a scuola
Perché "fare video" in scuola?
Come "fare video " in scuola?
Difficoltà e vantaggi

Pensare la tecnologia:
ipertesti e organizzazione della conoscenza
Le tecnologie di conoscenza: il quadro di funzionamento
Le tecnologie di conoscenza: il quadro d'uso
Didattica e apprendimento: un nuovo approccio alla conoscenza
Organizzare la conoscenza per concetti
Per concludere: didattica e tecnologie dell'apprendimento

La televisione come opportunità formativa
Il bambino di fronte ai media: la registrazione dei rischi educativi
Le contromisure: responsabilità diffusa e esigenza deontologica
Un frame teorico: il peso delle variabili
Televisione e socializzazione
I media come risorse formative
Conclusioni

Bibliografia






Pier Cesare Rivoltella

COME PETER PAN

editore GS EDITRICE
edizione 1998
pagine 166
formato 16x23
brossura
tempo medio evasione ordine
6 giorni

14.00 €
14 €

ISBN : 88-87374-04-X
EAN : 9788887374049

©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com