motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
CONFRATERNITE
archivi, edifici, arredi nell'Astigiano dal XVII al XX secolo
Per chi si occupa quotidianamente della tutela del patrimonio storico-artistico parlare di confraternita significa toccare uno dei tasti più dolenti della conservazione: poche realtà sono infatti così segnate dalla dimenticanza, dal degrado, dai furti. La mancanza di memoria e la disaffezione delle comunità sono tangibili in numerosi casi ove l'edificio, da tempo scioltasi l'associazione di laici che lo gestiva, è addirittura diventato un puro contenitore, ormai privo dei suoi significati tradizionali e ove, a fatica, riusciamo a rintracciare qualche labile traccia del patrimonio d'arredo originario. Ma in molti casi, proprio alla povertà di arredi fa da contraltare la notevole ricchezza di fonti storiche: ne è testimonianza questa ricerca che restituisce alla realtà attuale un fondamentale repertorio documentario. Intanto essa costituisce la premessa alla ricerca sistematica sulla consistenza degli archivi delle confraternite e delle parrocchie, che si otterrà estendendo a tutto il territorio provinciale l'attuale schedatura, senza dimenticare che le conoscenze che essa ci fornisce hanno già, in sé stesse, una funzione implicita di tutela. È auspicabile che la ricerca futura valorizzi la miniera di dati storici che viene qui portata alla luce. I dati raccolti mettono in relazione già fin d'ora aspetti delle realtà culturali, politico-sociali, religiose del passato che vengono di solito presi in considerazione separatamente: per non fare che qualche esempio, formazione dello Stato moderno e costruzione dei luoghi di culto; devozione al Sacro Cuore e carboneria, articolazione, ornamenti della committenza delle associazioni devozionali e dimensione degli arredi sette e ottocenteschi; emigrazione novecentesca e storia religiosa. Assume quindi un forte significato il sostegno dato alla pubblicazione dalla Provincia di Asti, dalla Regione Piemonte e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti che hanno creduto in un progetto di conoscenza articolata e attenta, basilare per qualsiasi seria operazione di tutela. In tal senso la Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici ha dato il suo contributo mettendo a frutto indagini e schedature già avviate: ne esce un panorama variegato che consente di maturare nuove conoscenze sul territorio astigiano in epoca barocca con illuminanti e inediti squarci sulla produzione ottocentesca.

Il Soprintendente
per i Beni Artistici e Storici
CARLA ENRICA SPANTIGATI
SOMMARIO

ANGELO TORRE
Introduzione

Parte prima
Archivi, socialità e devozione


MONICA PAROLA
Associazioni devozionali nell'Astigiano
Inventari delle associazioni devozionali

Parte seconda
Percorsi di ricerca storico-artistica


ELENA RAGUSA
"Lo stato dei beni", delle confraternita: consistenza settecentesca e realtà attuale

CLAUDIO BERTOLOTTO
L'oratorio della SS. Annunziata a Montechiaro

MARINA PICCO
Cocconato: la chiesa della SS. Trinità. Prime indagini su committenti e produzione artistica (secoli XVIII e XIX)

PAOLO PRUNOTTO
La confraternita di San Gerolamo a Costigliole d'Asti

TAVOLE A COLORI

Parte terza
.
Gli oratori

PAOLA SALERNO
L'abbandono, il riuso, la tutela: interventi di restauro

Schede

BIBLIOGRAFIA

INDICE





Angelo Torre

CONFRATERNITE

editore PROVINCIA DI ASTI
edizione 1999
pagine 280
formato 21x29
brossura
tempo medio evasione ordine
a richiesta

20.66 €
20.66 €

ISBN : 88-88491-03-1
EAN :

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com