motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte

COSTE DEL MONDO NELLA CARTOGRAFIA EUROPEA. 1500-1900
COASTS OF THE WORLD IN THE EUROPEAN CARTOGRAPHY.

Oltre duecento vedute di costa di tutto il mondo, dal 1500 fino al 1900, ad illustrare l'evoluzione di un prodotto cartografico che dai primi esemplari più rudimentali in poi, acquista caratteristiche grafiche ed artistiche sempre più elevate.

INTRODUZIONE
Questa rassegna biblio-cartografica intende delineare, pur nell'ovvia incompletezza, una panoramica delle vedute di costa dei diversi continenti. Si propone pertanto - piuttosto che come saggio di cartografia o di geografia - come strumento di confronto tra le vedute prodotte nell'Europa occidentale fin dal 1500. A questo primo volume sarà di complemento un'analoga raccolta dedicata alle coste del Mediterraneo.
Le vedute sono un prodotto cartografico inscindibile dalla carta nautica, dall'idrografia e dalla navigazione che, da arte fondata sull'abilità e sull'esperienza del singolo navigante, è diventata scienza multidisciplinare, ad un tempo causa ed effetto di progresso tecnologico e contenporaneamente strumento di propagazione di quest'ultimo tra paesi e sistemi culturali diversi.
La carta nautica è finalizzata alla sicurezza di navigazione ma, come anche quella geografica, è contemporaneamente espressione di volontà espansionistica e strumento di conquista militare o di penetrazione commerciale. Diventa quindi testimonianza di eventi storici ed è veicolo di comunicazione rappresentando - secondo una recente definizione - una sorta di linguaggio comune a naviganti di lingue e civiltà differenti.
Anche la veduta di costa ha altrettante valenze diverse: è uno "strumento nautico" perchè aiuta il navigante a stabilire il punto-nave riconoscendo la costa a vista ma, come la carta nautica, è stata in molte occasioni disegnata ed utilizzata con obiettivi militari; è un oggetto d'arte quando, per la delicatezza del tratto e l'eloquenza espressiva, sconfina nel vedutismo; è un documento storico perchè è legata a vicende e protagonisti; ed è naturalmente una testimonianza ambientale e paesaggistica nel suo registrare le modificazioni intervenute nel tempo lungo le coste.
Tuttavia a prescindere da questi ultimi valori, che esulano dalla presente panoramica, la veduta di costa nasce essenzialmente come prodotto finalizzato alla navigazione ed è parte integrante della carta nautica. Sembra quindi utile accennare per grandi linee all'evoluzione della cartografia marina nei Paesi europei.

Sommario

INTRODUZIONE

COSTE DEL MONDO NELLA CARTOGRAFIA EUROPEA. 1500-1900

INDICE DEI NOMI

INDICE DEI LUOGHI

INDICE DELLE NAVI E DEI DIRIGIBILI

BIBLIOGRAFIA

 
A booklet with the ENGLISH translation is attached to the volume, for international orders only

INTRODUCTION

This biblio-cartographic excursus, far from being an assay on cartography or geography, and with no claim to impossible completeness, is intended to outline the evolution of coastal views the world over, produced in Western Europe from 1500 onwards, which will be complemented by a compilation devoted to the Mediterranean sea only.
Coastal profiles are a product inseparable from nautical charts, hydrography and navigation. The latter, once founded on the personal skill and expertise of individual mariners, has evolved into a multi-disciplinary science, at one time cause and effect of technological progress, and a means of propagation of the latter between different countries and cultural systems.
Nautical charts are intended to safeguard navigation, but -like land charts- are at one time an expression of expansionist will and an instrument of both military and commercial penetration. Thus, they are pieces of evidence of historical events as well as a means of communication, representing -according to a recent definition- a sort of common language to mariners of different tongues and cultures.
Coastal profiles have equally different implications: they are nautical "instruments" in so far as they assist nizing the coast, but -like nautical charts- have often been drawn and used for military purposes. They are works of art when attractiveness and eloquence approach landscape drawing; are historical documents when connected with events and protagonist; and obviously are environmental evidence in their registering all sorts of modifications occuring along the coasts in the course of time.
Nevertheless, independent of the latter aspects -which fall beyond the purposes of the present compilation- essentially coastal views are complementary to nautical charts, so that it seems appropriate to outline the development of European marine chart-making.

Summary

INTRODUCTION

COAST OF THE WORLD IN THE EUROPEAN CARTOGRAPHY 1500-1900

INDEX OF NAMES

INDEX OF VIEWS

INDEX OF SHIPS AND AIRSHIPS

BIBLIOGRAPHY

 




Paola Presciuttini

COSTE DEL MONDO NELLA CARTOGRAFIA EUROPEA1500-1900

editore PRIULI & VERLUCCA
edizione 2000
pagine 180
formato 35x32
cartonato con sovracoperta plastificata a colori, inserito in prestigioso cofanetto di fattura manuale
tempo medio evasione ordine
2 giorni

103.00 €
103 €

ISBN : 88-8068-153-2
EAN : 9788880681533

 

©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com