motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
COME CURARE I TAPPETI ERBOSI
I segreti per avere un prato perfetto e sano in ogni stagione, risparmiando tempo e fatica
In ogni giardino il prato è una presenza essenziale. Può essere un vero e proprio gioiello da guardare più che da calpestare, oppure un'area destinata al gioco e al relax, o ancora un elemento architettonico dal disegno particolare, destinato a dare valore all'insieme del giardino.
Quale che sia lo stile del vostro prato, è essenziale che esso sia bello, sano e facile da curare: troverete in questo manuale te informazioni più utili per realizzarlo e mantenerlo in salute nel tempo.

INTRODUZIONE

Per molti appassionati di giardinaggio, un manto erboso perfetto, verdissimo e morbido come un velluto costituisce la parte più importante dell'intero giardino. Un bel tappeto erboso, infatti, conferisce maggior risalto alle bordure fiorite e alle altre piante del giardino; osservarlo è piacevole e riposante per lo sguardo. E dunque, un prato mal tenuto e ingiallito può sortire risultati estetici disastrosi, rovinando l'effetto di aiuole rigogliose e di piante interessanti.

UN PRATO PER OGNI GIARDINO
Tutti i prati, o meglio quasi tutti i tipi di prato ornamentale, sono costituiti da Graminacee, una grande famiglia di piante spesso combinabili fra loro per ottenere particolarii risultati estetici o funzionali. In giardino il prato può rispondere a diverse funzioni.Nei progetti formali svolge un ruolo di pura estetica, ma molto più spesso serve per ospitare i giochi dei ragazzi o la zona dedicata al relax e ai bagni di sole. Può funzionare anche da sentiero o da separazione visiva fra diverse zone del giardino.
Per alcuni, il prato rischia di diventare un'ossessione, obbligando a frequenti e faticosi interventi per mantenerlo perfetto come un green da golf. Altri, forse disillusi da insuccessi, si arrendono e mal sopportano un praticello giallastro in estate e bruno in inverno, invaso da muschio ed esteticamente insoddisfacente.
Questo manuale vuole proporvi i metodi più semplici per ottenere un bel prato, pur senza diventare schiavi dello stesso.

CREARE UN NUOVO PRATO
Se state creando un nuovo giardino, o se vi accingete a rinnovarlo, la creazione del manto erboso dovrebbe meritare attenzione a priori, programmandone per tempo le fasi di impianto e dedicando tempo all'esame delle possibilità e alla scelta delle erbe più idonee per il clima e l'uso che intendete fame. Una buona preparazione del terreno incide sul risultato finale; è opportuno
verificarne le caratteristiche, in base alle quali é possibile scegliere le sementi più indicate.

RISANARE UN VECCHIO MANTO ERBOSO
Molti giardinieri si trovano di fronte un dubbio amletico: eliminare e rifare completamente un prato rovinato, o tentarne iL risanamento? La seconda ipotesi raramente é da scartare a priori: spesso, con metodo e pazienza si ottiene una sorprendente rinascita del tappeto erboso.
La ristrutturazione di un prato danneggiato viene attuata mediante semplici tecniche di risanamento meccanico (aerazione, carotatura) combinate con l'uso di sementi speciali per rigenerazione e con un adeguato programma di nutrimento. In questo modo si può ovviare ai problemi di un prato troppo calpestato, danneggiato da un po' di incuria, dal muschio, da malattie o da guai combinati dagli animali domestici che lo utilizzano entusiasti per i loro giochi.

LA MANUTENZIONE DEL PRATO
Innaffiare, tagliare, nutrire, aerare: le operazioni che stanno alla base di
un bel prato sono poche ma richiedono di essere effettuate con metodicità. Un capitolo di questo libro affronta i diversi tipi
di intervento necessari nel corso dell'anno, mentre il capitolo successivo aiuterà chi si trova in difficoltà a causa dell'insorgere di qualche malattia o problema parassitario.

ALTERNATIVE AL MANTO ERBOSO
Spesso, per ragioni estetiche o funzionali può essere interessante ricorrere a qualche sistema alternativo per sostituire il prato. Talvolta, utilizzando ad esempio ciottoli, corteccia tritata o muschio, si ottengono
sorprendenti risultati, appaganti sia sotto il profilo della bellezza che per quanto riguarda la praticità.
Ci sono inoltre le piante tappezzanti: specie a portamento strisciante, da foglia o da fiore, idonee per coprire efficacemente il terreno.
Consultate questo capitolo per scoprire come la creatività può risolvere le più diverse situazioni.



SOMMARIO

Introduzione

UN PRATO PER OGNI GIARDINO
Perché un prato
Bellezza e praticità
Diversi tipi di erba
Dove comprare

REALIZZARE UN NUOVO PRATO
Semi o zolle?
Il progetto
Preparare il terreno
Semina: primi passi
Un prato fase per fase
Il prato in zolle
Posare le zolle
I primi mesi
Cosa fare se...

RISANARE UN MANTO ERBOSO
Valutare il prato
I problemi di base
Lavori preliminari
I miglioramenti
Il risanamento

LA MANUTENZIONE DEL PRATO
Scegliere il tosaerba
I tipi di tosaerba
Tosare il prato
Gli attrezzi necessari
La cura dei bordi
L'irrigazione
Saper irrigare
I fertilizzanti
Come concimare
Aerare il suolo
La scarificazione
Danni e malattie

RISOLVERE I PROBLEMI
Le infestanti
I nemici dell'erba
Le malattie
Errori di taglio
Le intemperie
Prati all'ombra

ALTERNATIVE AL PRATO CLASSICO
Altri materiali
Le tappezzanti
Prati in fiore

Indice




Jane Courtier

COME CURARE I TAPPETI ERBOSI

editore EDAGRICOLE - CALDERINI
edizione 2002
pagine 112
formato 16x22
cartonato con alette
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

16.50 €
16.5 €

ISBN : 88-506-4917-7
EAN : 9788850649174

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com