motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
MASSIMO D'AZEGLIO - EPISTOLARIO
III - (1846-1847)
INTRODUZIONE

Se, con le ultime lettere del 1845 pubblicate nel precedente volume, siamo entrati nella fase propriamente politica della vita di Massimo d'Azeglio (viaggio nelle Marche e in Romagna, colloquio con Carlo Alberto il 12 ottobre 1845, stesura degli Ultimi casi di Romagna), con questo, che copre gli anni 1846 e 1847, si delinea a tutto tondo la figura e si espande pienamente l'azione di uno dei principali fondatori, esponenti e agitatori del partito moderato. Né le necessità della segmentazione cronologica tolgono che questo volume abbia una sua unità, poiché disegna una traiettoria che, dall'irresistibile ascesa della popolarità del Nostro dopo la pubblicazione dei Casi e lo sfratto dalla Toscana, lo segue sin nella fase più attivistica della sua opera di accompagnamento della politica di Pio IX e ridiscende per concludersi provvisoriamente, alla vigilia della gran bufera del 1848, in un breve momento di crisi, la cui espressione più lapidaria è costituita dalla nota dichiarazione fatta al fratello Roberto il 14 dicembre 1847: « son convinto [...] che la magia di Pio IX non durerà ». Tra questi punti di riferimento essenziali, quelli intermedi: l'VIII congresso degli scienziati di Genova nel settembre del 1846, durante il quale si rafforzano antichi legami e si tessono nuove reti di relazioni, e l'episodio patriottico-militare della « difesa » di Ferrara nell'estate 1847. Sono ormai pronti lo scenario e i personaggi per i tempestosi avvenimenti che si annunciano.
Decisamente politico quindi il discorso epistolare dell'Azeglio in questo periodo e significativa a questo riguardo la rosa dei corrispondenti: Cesare Balbo, Luigi Carlo Farini, Marco Minghettí, Diomede Pantaleoni, Tommaso Tommasoni, Eugène Rendu, e anche la moglie Luisa e il fratello Roberto, entrambi attivi in tal campo. Le lettere a loro dirette costituiscono l'ossatura di questa raccolta. Il susseguirsi degli avvenimenti, lo svolgersi dell'azione vi si rispecchiano e vi si segue, nel contempo, attraverso il dialogo incrociato, il maturarsi della riflessione e della discussione da cui scaturiscono gli Ultimi casi di Romagna, la Lettera al Sig. N.N., la Lettera al Prof. Orioli, la Risposta al Dott. Luigi Carlo Farini, la Proposta d'un programma per l'opinione nazionale italiana.
[..]

INDICE GENERALE

Introduzione

Regesto dei luoghi in cui si conservano i manoscritti autografi delle lettere azegliane

Abbreviazioni bibliografiche

Abbreviazioni archivistiche

Avvertenza

Lettere

Lettere di data incerta

Regesto delle lettere di vari corrispondenti a Massimo d'Azeglio e ad altri

Indice delle lettere
- Per ordine cronologico
- Per destinatario

Indice delle opere artistiche azegliane citate

Indice dei nomi di luogo

Indice dei nomi di persona, delle principali opere citate e dei personaggi

Indice generale




a cura di Georges Virlogeux

MASSIMO D'AZEGLIO - EPISTOLARIO (1819-1866) - III

editore CENTRO STUDI PIEMONTESI
edizione 1992
pagine 602
formato 18x25
rilegato con sovracoperta in b/n
tempo medio evasione ordine
a richiesta

36.00 €
36 €

ISBN :
EAN :

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com