motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
MASSIMO D'AZEGLIO - EPISTOLARIO
IV - (1 gennaio 1948 - 6 maggio 1849)
INTRODUZIONE

A Roma. - Mentre da Roma, il 27 novembre 1847, Massimo d'Azeglio scriveva ancora alla moglie Luisa Blondel: «Non son rimasto a Firenze perché qui è il laboratorio ed il principio di quanto si fa in Italia», poco dopo, negli ultimi giorni del 1847, è fortemente consapevole di quanto le cose sia-no ormai mutate: ormai il «luogo interessante» non è più Roma, bensì Torino. Scrive al fratello Roberto: «Il mio [ròle] lo vedi è durato quasi due anni: ora lo considero finito perché dall'ottenere che si spargessero i germi d'istituzioni nuove, siamo ora passati al second'atto della fecondazione e qui gli uomini speciali prendono il posto degli uomini generali se è permessa l'espressione». Ancora ignaro di cosa sarà il percorso esatto di questo tormentato '48, l'A. addita istintivamente la traiettoria che lo porterà al ministero nel maggio del 1849. Nel gennaio, al Balbo, conferma quanto detto il mese prima: «Presto, il luogo da giocar la partita non sarà più qui». Intanto egli continua, per un po' di tempo ancora, la sua missione di «uomo generale». In questi primi giorni dell'anno nuovo, egli si autoidentifica come «il dottor cacalibretti», e infatti, dopo la lunga serie degli opuscoli scritti nel 1846-1847, dagli Ultimi casi di Romagna alla Lettera al Sig.NN, alla Proposta d'un programma per l'opinione nazionale italiana, per non citare che i più importanti, egli sta provvedendo, con Felice Le Monnier, alla stampa di Dell'emancipazione civile degli Israeliti, annunciato fin dall'agosto 1847, terminato nel mese di dicembre e che esce ora, nel gennaio 1848, con dedica al fratello Roberto. Agli Israeliti che subito lo ringraziano dichíara di non aver fatto altro se non adempiere ad un dovere di giustizia, concludendo, con garbo: «...conviene a noi rammentare quanto fummo ingiusti con loro, ed a loro invece sarà bello il dimenticarlo».
[..]

INDICE GENERALE

Introduzione

Regesto dei luoghi in cui si conservano i manoscritti autografi delle lettere azegliane

Abbreviazioni bibliografiche

Abbreviazioni archivistiche

Avvertenza

Lettere

Lettere di data incerta

Regesto delle lettere di vari corrispondenti a Massimo d'Azeglio e ad altri

Indice delle lettere
- Per ordine cronologico
- Per destinatario

Indice del Regesto delle lettere di vari corrispondenti a Massimo d'Azeglio e ad altri (volumi II, III, IV dell'Epistolario)

Indice dei nomi di luogo

Indice dei nomi di persona, delle principali opere citate e dei personaggi

Errata corrige

Indice generale




a cura di Georges Virlogeux

MASSIMO D'AZEGLIO - EPISTOLARIO (1819-1866) - IV

editore CENTRO STUDI PIEMONTESI
edizione 1998
pagine 442
formato 18x25
rilegato con sovracoperta in b/n
tempo medio evasione ordine
a richiesta

36.00 €
36 €

ISBN :
EAN :

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com