motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
MASSIMO D'AZEGLIO - EPISTOLARIO
V - (8 maggio 1849 - 31 dicembre 1849)
INTRODUZIONE

«Ne ho voglia come di buttarmi da un terzo piano» aveva detto Massimo d'Azeglio a Filippo Oldoini due giorni prima di accettare la carica di presidente del Consiglio e, non più di due giorni dopo, alla figlia Rina, egli conferma: «... è una tremenda seccatura».
Il lettore delle 261 lettere di questo volume, che vanno dall'8 maggio al 31 dicembre del 1849, più volte s'imbatterà in questo «sfogo della natura»: «Il mi secco molto e anche troppo è uno sfogo della natura, che credo potermi permettere, ma non mi farà mai fare né ragazzate, né dappocaggini».
Il tono è dato. Per questa e per altre ragioni, oltre al suo interesse documentario, questo carteggio scruta in profondità la personalità del «dilettante» Massimo d'Azeglio. Le lettere di questo volume sono l'occasione di una verifica: si offre a noi, alle prese con la dura e drammatica realtà del dopo Novara, il presunto artista in politica, avido di libertà, costretto ad una intensità di lavoro mai conosciuta, se non quando lo trasportavano e lo sostenevano l'estro e l'entusiasmo della creazione artistica. Non ci si deve stupire quindi se all'onerosa fatica forzata egli ruba rari istanti di evasione, come quando riesce a costringere il corpo, ma non la mente, ad assistere ai dibattiti della Camera o quando non lo si rintraccia in Torino se non verso la mezzanotte per fargli convalidare una correzione al testo del Proclama di Moncalieri. Di lì quell'impressione di superficialità sentita da molti dei suoi amici, parenti o conoscenti. Anche se l'Azeglio seppe pèr altro dimostrare reali qualità di moderatore, alcune pennellate senza indulgenza confermano qua e là questa diagnosi. La cognata Costanza: «Max se laisse un peu trop voir à cheval tous les soirs, puis au théàtre. On était habi-tué à voir les ministres toujours au travail et on en conclut qu'il ne fait rien et qu'il laisse faire»; [..]

INDICE GENERALE

Introduzione

Regesto dei luoghi in cui si conservano i manoscritti autografi delle lettere azegliane

Abbreviazioni bibliografiche

Abbreviazioni archivistiche

Avvertenza

Lettere

Regesto delle lettere di vari corrispondenti a Massimo d'Azeglio e ad altri

Lettere di data incerta

Indice delle lettere
- Per ordine cronologico
- Per destinatario

Indice del Regesto delle lettere di vari corrispondenti a Massimo d'Azeglio e ad altri

Indice dei nomi di luogo

Indice dei nomi di persona, delle principali opere citate e dei personaggi

Indice generale




a cura di Georges Virlogeux

MASSIMO D'AZEGLIO - EPISTOLARIO (1819-1866) - V

editore CENTRO STUDI PIEMONTESI
edizione 2002
pagine 554
formato 18x25
rilegato con sovracoperta in b/n
tempo medio evasione ordine
a richiesta

36.00 €
36 €

ISBN : 88-8262-073-5
EAN :

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com