motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
DEGRADO BIOTICO DEL LEGNO
Riconoscimento e metodi di lotta
PREMESSA

II legno, quando è impiegato per realizzare manufatti o elementi costruttivi costituenti organismi edilizi, può subire durante il periodo di servizio, un degradamento causato non solo da agenti chimico-fisici, ma anche da agenti biologici. Alcune specie di insetti, funghi ed invertebrati marini, in condizioni ambientali favorevoli, si insediano e si sviluppano nelle strutture lignee arrecando grossi danni ai manufatti stessi.
Questo volume riferisce del lavoro di ricerca, svolto dall'ing. Michela Dalprà con il fine di produrre uno strumento mirato alla diagnostica delle biodegradazioni del legno in opera provocate da insetti e funghi xilofagi. Esistono numerosi testi, pubblicazioni e articoli scientifici che descrivono gli agenti biodegradatori del legno e le alterazioni da essi prodotte. Tuttavia, in questa abbondante produzione, mancava uno strumento che consentisse alla persona "non esperta" una facile e immediata identificazione degli agenti xilofagi anche solo come preliminare osservazione alle più approfondite e ad onerose ricerche bibliografiche che possono essere condotte.
A tal fine l'obiettivo della ricerca è stato quello di definire una metodologia con la quale si potesse realizzare uno "strumento operativo" di semplice utilizzo per l'identificazione dell'agente patogeno e che fornisse indicazioni sui principali metodi di lotta. Il prodotto ottenuto è il prototipo di uno strumento operativo fatto di abachi e di schede di approfondimento. Sulla base di una valutazione visiva dei caratteri più rilevanti delle biodegradazioni del legno di origine entomatica e fungina gli abachi consentono il riconoscimento della specie responsabile mentre le schede consentono la conoscenza delle caratteristiche biologico-comportamentali dell'agente, dei mezzi e delle tecniche per bloccare e prevenire le infestazioni.
Alla definizione dello strumento operativo l'ing. Michela Dalprà è giunta attraverso tre fasi successive: una fase iniziale di studio analitico degli insetti e dei funghi xilofagi e delle alterazioni del legno da essi prodotte (ricerche bibliografiche e sul campo); una fase intermedia di sintesi per la sistematizzazione delle conoscenze acquisite (elaborazione di schede e abachi); una fase finale di verifica per testare la reale applicabilità dello strumento a casi concreti (casi di studio).
Per la definizione degli abachi e per la schedatura lo studio degli insetti e dei funghi xilofagi è stato circoscritto ad un'area geografica, quella alpina, che ha consentito, tuttavia, di sviluppare un impianto metodologico articolato e complesso, ripercorribile in tutte le sue fasi nel caso si voglia estendere lo studio ad altri agenti biologici e ad aree geografiche diverse per ampliare l'offerta delle potenzialità di applicazione dello strumento elaborato.
In questo suo lavoro l'ing. Michela Dalprà ha mostrato particolari doti di ricercatore, attento sia nell'impianto metodologico della ricerca che nella conduzione dei casi di studio, operando le scelte con competenza e con buon livello di autonomia.

Prof. Antonio Frattari
INDICE

PREMESSA
1. IL DEGRADO DEL LEGNO IN OPERA
1.1 degrado abiotico
1.2 Il degrado biotico

2. LE INDAGINI DIAGNOSTICHE PER VALUTARE IL DEGRADO DELLE STRUTTURE LIGNEE
2.1 L'indagine visiva odi primo livello
2.2 L'indagine strumentale o di secondo livello

3. I METODI DI LOTTA E LE TECNICHE DI INTERVENTO CONTRO INSETTI E FUNGHI XILOFAGI
3.1 I metodi di lotta chimici
3.2 I metodi di lotta fisici
3.3 I metodi di lotta biologici

4. LA SCHEDA PER CONOSCERE E COMBATTERE GLI AGENTI BIODEGRADATORI DEL LEGNO
4.1 La sezione A della scheda
4.2 La sezione B della scheda
4.3 La sezione C della scheda
4.4 La sezione D della scheda

5. IL DATA-BANK DELLE SCHEDE

6. GLI ABACHI "INSETTO" E "FUNGO"
6.1i La definizione delle coordinate
6.2 La caratterizzazione e articolazione delle coordinate
6.3 L'elaborazione di tabelle omologhe
6.4 L'incrocio delle tabelle omologhe

7. IL PROTOTIPO DI UNO STRUMENTO OPERATIVO PER IL RICONOSCIMENTO E LA LOTTA AGLI AGENTI BIODEGRADATORI DEL LEGNO

8. LA VERIFICA DELLO STRUMENTO OPERATIVO
8.1 Caso di studio n. 1
8.2 Caso di studio n.2

9. ALLEGATO
Schede n.1 - 17

10. BIBLIOGRAFIA

11. FONTI DELLE ILLUSTRAZIONI





Michele Dalprā

DEGRADO BIOTICO DEL LEGNO

editore DANIELA PIAZZA
edizione 2007
pagine 158
formato 17x24
brossura con copertina plastificata
tempo medio evasione ordine
2 giorni

18.00 €
18 €

ISBN : 88-7889-164-9
EAN : 9788878891647

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com