motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
BIBLIOGRAFIA DELLE FAMIGLIE SUBALPINE
Nobiltà, borghesia e cittadinanze attraverso studi di storia e storia sociale, genealogia, feudalità e diritto, arte e architettura, araldica e onomastiche
PREMESSA
Pensata come strumento per lo studio della nobiltà e della feudalità subalpine a partire dall'alto medioevo, la bibliografia che ora vede la luce si è trasformata in un percorso bibliografico più complesso, che abbraccia, senza limitazioni cetuali, le opere a stampa riguardanti le famiglie degli Stati sabaudi di terraferma "al di qua delle Alpi", le cui vicende, generali o legate a singoli temi e aspetti, possono essere variamente esplorate e conosciute, a livello poligenerazionale e in ambiti multidisciplinari.
La Bibliografia delle famiglie subalpine costituisce uno strumento "anfibio", nel quale si fondono e contemperano vari "generi" bibliografici. Essa è, ad un tempo, bibliologia, bibliografia storica, critica e ragionata, bibliografia catalografica, analitica e, ancora, citazionale, testuale, repertoriale.
Vari fattori, tra i quali, non ultima, la soggettiva sensibilità del compilatore, hanno fatto sì che, con riferimento a determinate opere o autori prendesse il sopravvento l'una o l'altra anima, sempre avendo presente che lo scopo della Bibliografia delle famiglie subalpine è mettere in luce, prima degli studi che li riguardano, gli oggetti studiati. Proprio per questo nelle parti descrittive e di approfondimento delle voci bibliografiche si
potranno talora incontrare anche impostazioni disomogenee (sotto diversi profili ma, perlopiù, a livello di sfumature grafiche) adottate per riferire di caso in caso, i contenuti di ciascuna opera presa in considerazione nel modo che pareva più efficace in relazione all'obiettivo.
Talora le opere schedate sono il tassello di una mera enumerazione ma, ben più frequentemente, di esse sono riferiti, in modo diversamente approfondito, i contenuti, il riassunto o articolate valutazioni critiche. D'altronde nell'era di Internet, dei libri dai contenuti disponibili full-text con un semplice click, della possibilità di scorrere in qualunque momento gli schedari delle principali biblioteche di tutto il mondo, le bibliografie tradizionali rischiano di perdere, almeno in parte, valore e interesse.
Un'altra anima, quella "bibliofila", marca inevitabilmente questo lavoro, concepito anche per costituire una guida affidabile, oltre che per gli studiosi, per i bibliofili, i librai e collezionisti, relativamente all'esatta consistenza e alla completezza delle opere descritte, non soltanto con riferimento a quelle antiche. Certo, per giungere alla perfezione in quest'ambito sarebbero state utili scadenze editoriali alquanto più lunghe, ma i risultati si possono già considerare, nel complesso, più che attendibili.
L'enorme e sempre crescente produzione bibliografica sviluppatasi nel corso di secoli attorno alle famiglie dei territori presi in considerazione, in mancanza di uno strumento quale il presente, rischiava di divenire sempre più difficilmente fruibile e addirittura la dimenticanza e la dispersione, e ciò non solo con riferimento agli studi minori o a semplici articoli, ma anche a lavori di ampio respiro e importanza. Paradossalmente le complessità connesse all'utilizzo di una produzione bibliografica vastissima ne agevolavano l'obliterazione a beneficio delle sole opere più recenti e dai toni più di moda, talvolta licenziate col messaggio, magari non esplicito ma chiaramente intellegibile (e spesso non condivisibile) che le risultanze degli studi anteriori erano definitivamente superate e non coglievano nel segno.
La Bibliografia delle famiglie subalpine può essere, così, non soltanto il collante che unisce, di titolo in titolo, di contenuto in contenuto, famiglie legate da comuni matrici geografiche, identitarie e storico-politiche, dal centro alle aree periferiche, ma anche un filtro per avvalersi di produzioni antiche e moderne, del lavoro di studiosi più e meno autorevoli, di apporti diversi (ora ampi e fondamentali, ora minuscoli), nonché, a titolo esemplificativo, per confrontare visioni di scuole diverse, talvolta tra loro antagoniste.
Il presente elenco di studi non ha tra i suoi obiettivi preliminari attività di cernita, o selezione "qualitativa".
[..]

Suddivisione in 5 volumi

I. A-B. Pagg. XXVI-523 (2008);
II. C-E. Pagg. 525-1049 (2008);
III. F-L. Pagg. 1051- 1654 (2008);
IV. M-P. Pagg. 1655-2405 (2008);
V. Q-Z e Addenda. Pagg. 2409-3352 (2008).


La Bibliografia delle famiglie subalpine [BiFaS], in sei volumi complessivamente di circa 4200 pagine, costituisce uno straordinario percorso bibliografico, nel corso del quale sono stati vagliati, analizzati criticamente e talora indicizzati e poco meno di 10.000 oggetti bibliografici, volumi, saggi e studi prodotti in seno a numerose discipline, in vario modo e a vari livelli rilevanti per indagare attorno alla storia, storia sociale, vicende, valori, committenze, genealogie, blasoni, cognomi, caratteri di decine di migliaia di famiglie appartenenti ai territori subalpini: dal Piemonte, alla Valle d'Aosta; da Nizza e Nizzardo alla Lomellina e Vigevanasco, costituenti sino alla metà dell'Ottocento, la coesa compagine "al di qua delle Alpi" del forte e glorioso Stato sabaudo. Non mancano numerosi riferimenti a famiglie savoine, genovesi, liguri e altre, essenzialmente in relazione alle loro eventuali presenze "subalpine". I primi cinque volumi (di pp. complessive XXVI -3352) sono già tutti disponibili; il sesto, interamente dedicato agli ampi e articolati indici, sarà disponibile entro il primo trimestre del 2010.

Un originale percorso bibliografico - nel corso del quale sono vagliati, «vivisezionati» e talora indicizzati circa 8000 volumi, saggi e studi prodotti in seno a numerose discipline - pone a disposizione degli studiosi, dei bibliofili e dei semplici curiosi o appassionati, una guida vasta e sicura alla storia, valori, vicende, committenze (o anche alla semplice rilevazione) di decine di migliaia di famiglie e cognomi appartenenti al Piemonte, Valle d'Aosta, Nizzardo e a alcune aree limitrofe.




Gustavo Mola di Nomaglio

BIBLIOGRAFIA DELLE FAMIGLIE SUBALPINE - 5 vol.

editore CENTRO STUDI PIEMONTESI
edizione 2008
pagine 3352
formato 15x21
brossura con alette
tempo medio evasione ordine
2 giorni

120.00 €
101.90 €

ISBN : 978-88-8262-138-4
EAN : 9788882621384

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com