motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
FELICE PLATONE: IL SINDACO DELLA LIBERAZIONE
L'attività amministrativa ad Asti dal 1945 al 1951
Felice Platone è sindaco di Asti dal 1945 al 1951, in un periodo particolarmente drammatico, in cui la città ha problemi sociali ed economici molto gravosi, resi più difficili dallo scontro politico tra i partiti della sinistra, che rappresentano la maggioranza in amministrazione, e la democrazia cristiana all'opposizione.
L'amministrazione comunale si impegna nella ricostruzione postbellica per riportare alla normalità la città, far funzionare le fabbriche nonostante la mancanza delle materie prime e dei combustibili, provvedere all'approvvigionamento della popolazione afflitta dalla disoccupazione e dalla povertà. Quando sono ancora aperti tutti i problemi conseguenti alla guerra, l'alluvione del 4 settembre 1948 devasta con acqua e fango una parte considerevole del centro cittadino dalla' stazione al rione S. Rocco. Il Sindaco, con la sua Giunta, affronta i gravissimi danni con coraggio, abnegazione personale e attenzione ad evitare abusi e ingiustizie nella distribuzione degli aiuti.
Felice Platone esprime una notevole cultura amministrativa e anche come deputato alla Costituente è difensore convinto dell'autonomia degli enti locali dal centralismo statale e dalla burocrazia, che definisce un retaggio del fascismo. In nome dei nuovi principi di libertà e democrazia, dopo la guerra civile, vuole, infatti, consolidare il prestigio delle istituzioni democratiche e ricostruire il senso unitario della comunità. Uomo di cultura e di specchiata onestà, esercita con autorità e autonomia il suo mandato di primo Sindaco dopo la Liberazione.


INTRODUZIONE

Felice Platone è stato sindaco della città di Asti dal 1945 al 1951, in un periodo particolarmente drammatico, quello del secondo dopoguerra, con problemi sociali ed economici molto gravosi a livello locale, complicati dal profondo scontro ideologico tra le forze politiche, effetto della politica nazionale e internazionale, dominata dalla guerra fredda.
Il partigiano Felice Platone, esponente del Pci, diventa sindaco per volere del Comitato di liberazione nazionale il 26 aprile 1945 e viene riconfermato con le prime elezioni a suffragio universale nel marzo 1946. È riconosciuto come il sindaco della Liberazione per il suo impegno politico, la partecipazione agli ideali della Resistenza, la sua costante volontà di assumersi piena responsabilità per garantire i diritti dei cittadini, soprattutto dei più bisognosi.
L'amministrazione comunale si impegna nella ricostruzione postbellica per riportare alla normalità la città, far funzionare le fabbriche nonostante la mancanza delle materie prime e dei combustibili, provvedere all'approvvigionamento della popolazione afflitta dalla disoccupazione e dalla povertà.
Quando sono ancora cogenti le difficoltà determinate dalla guerra, l'alluvione del 4 settembre 1948 devasta con acqua e fango una parte considerevole del centro cittadino, dalla stazione ferroviaria al rione S. Rocco provocando molti morti. Il sindaco, con la sua Giunta, affronta i gravissimi danni con coraggio, abnegazione personale e attenzione ad evitare abusi e ingiustizie nella distribuzione degli aiuti. La riqualificazione del quartiere più povero e più colpito diventa la priorità della sua amministrazione, anche con l'affannosa richiesta di aiuti statali.
[..]

INDICE

INTRODUZIONE

CAPITOLO PRIMO
DA SOLDATO A PARTIGIANO

CAPITOLO SECONDO
"UNO STRAORDINARIO PERIODO DI LOTTA".
LA GIUNTA POPOLARE (1945-1946)

CAPITOLO TERZO
LE PRIME ELEZIONI DEMOCRATICHE

CAPITOLO QUARTO
AZIONI PARTIGIANE

CAPITOLO QUINTO
IL DIFFICILE DOPOGUERRA

CAPITOLO SESTO
I PROBLEMI AMMINISTRATIVI SCOTTANTI

CAPITOLO SETTIMO
1947-1948 EMERGENZE: FINANZE COMUNALI, CASA, SCUOLA

CAPITOLO OTTAVO
kLLUVIONE 4 SETTEMBRE 1948

CAPITOLO NONO
LE CELEBRAZIONI ALFIERIANE

CAPITOLO DECIMO
IL RIASSETTO DELLA CITTA'

CAPITOLO UNDICESIMO
RENDICONTO DEL SINDACO A CONCLUSIONE DEL MANDATO






Laurana Lajolo

FELICE PLATONE: IL SINDACO DELLA LIBERAZIONE

editore ISRAT
edizione 2014
pagine 128
formato 15x21
brossura
tempo medio evasione ordine
5 giorni

15.00 €
15 €

ISBN :
EAN : 9788889523162

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com