motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
GENTE DI PAESE
24 racconti dalla fine dell'800 al primo '900
INTRODUZIONE

Verso l'anno 1000 si iniziò a parlare di gente semplice che lavorava accanitamente in un "borgo" umido, sorto in un territorio paludoso alla confluenza di due corsi d'acqua. Il borgo era chiamato NICIA, dal nome di uno dei due torrenti, che in greco significa "Vittoria".
In seguito al nome Nicia fu aggiunto "Palearum", forse per le abitazioni su palafitte, anche se qualche storico afferma che tale denominazione sia legata alla presenza di tetti di paglia.
Diversi popoli abitarono il territorio, non ultimi i Romani, come si deduce dai resti edilizi di origine romana che il Conte Ripa di Meana, nel XVIII secolo (proprietario della Cascina Cremosina ora della ditta Bersano s.p.a.), trovò sui propri terreni.
Nel IX secolo fecero la loro apparizione in quella zona i Conti di Biandrate, che per tre secoli dominarono alcuni territori monferrini come Nicia, Masio e Chieri.
Alcuni storici hanno cercato di identificare l'origine dei Biandrate: chi li vuole originari della Reale Casa di Polonia, che da quella di Lituania e chi di origine Berengaria dei marchesi di Ivrea. Ma tutti hanno annaspato nel buio per mancanza di fonti documentarie, andate probabilmente perse, distrutte nel tempo anche a causa dei tanti invasori che hanno attraversato la penisola italiana. Qualcuno ritiene che i Biandrate discendenti di Aleramo, progenitore dei Marchesi del Monferrato. Di certo si sa che nel 1034 Guido I di Biandrate muore lasciando uno stuolo di eredi, figli e nipoti, e che ognuno di questi si intesta una parte del vasto territorio del de cuius. Rainero, uno dei figli di Guido I, viene nominato Dominus Niciae.
INDICE

Presentazione
a cura di Enrica Cerrato

Introduzione

1 I cent'anni degli Ebrei
2 Il profumo della mia terra
3 Un caffè di traverso
4 Un novello Ercole
5 La generala
6 Il vitellino
7 Il regalo dello sposo
8 Il "galletto"
9 Una brutta storia
10 Don Camillo
11 Una corsa non finita
12 I magnifici sette di piazza Garibaldi
13 Due uova sode con fagioli
14 La farina del diavolo
15 La veglia nella stalla
16 Un ricordo dell'Onorevole Vittorio Buccelli
17 Quel burlone di Mine...!
18 Le vicende di Pidren
19 L'ultimo poeta crepuscolare
20 Una lettera messaggio
21 Un ricordo cittadino cinquantenario
22 Due eroi nicesi dimenticati
23 Quanto ti amo Cavalierato
24 Rossino



Luigi Gallo

GENTE DI PAESE

editore FABIANO
edizione 2004
pagine 176
formato 15x21
brossura
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

18.00 €
18.00 €

ISBN : 88-87333-95-5
EAN :

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com