motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
GIORNATE DI SANGUE A TORINO
Settembre 1864: la città non è più capitale
Nel settembre 1864, improvvisamente, Torino non è più capitale. Il governo ha concordato di nascosto con Napoleone III di spostarla a Firenze, non a Roma (contro il voto del parlamento italiano) per non compromettere il potere temporale del papa. Tutti sono stati tenuti all'oscuro fino all'ultimo momento e i torinesi, scesi nelle strade a protestare pacificamente, diventano vittime di una criminale repressione. Per due giorni, uomini, donne e ragazzi vengono attaccati e poi presi a fucilate dalle forze dell'ordine. È una strage, con più di 50 morti e tre volte tanti feriti.
Ma come è stato possibile e di chi furono le responsabilità? A distanza di 150 anni, il libro dà voce ai testimoni di allora, ricostruisce i fatti e li inquadra negli avvenimenti in Italia e in Europa. Emergono la realtà della Torino di quel tempo, le condizioni di vita dei suoi abitanti e il difficile avvio di nuove prospettive di lavoro e di sviluppo.


PROLOGO

La sera del 21 settembre 1864 nello spedale Mauriziano il chirurgo Giambattista Borelli era intento a cucire una grave ferita alla mano di un operaio. Il medico rifletteva che incidenti di questo genere stavano capitando troppo spesso nelle piccole industrie moltiplicatesi lungo il canale di borgo San Donato, quando venne chiamato con urgenza da una delle suore in servizio.
Uscì nell'atrio e ai suoi occhi si presentò uno spettacolo spaventoso. Subito gli vennero in mente i racconti dei suoi colleghi chirurghi militari, in prima linea cinque anni addietro nella battaglia di San Martino, a curare i soldati che rotolavano giù dalle pendici di quel colle, abbattuti dai tiratori austriaci. Nella confusione, fra gemiti di dolore e anche schiamazzi, l'ospedale si stava riempiendo di feriti che apparivano gravissimi.
Per due giorni al portone della sede dell'Ordine Mauriziano di corso Re Umberto furono trasportati - in carrozze, sopra dei carretti o a braccia - decine di persone, quasi tutte martoriate da ferite
[..]
INDICE

Prologo

Capitolo I: TORINO E I TORINESI

Scheda: UNA CITTÀ IN ESPANSIONE

Capitolo II: UNA BOMBA DIPLOMATICA

Capitolo III: LA RABBIA ESPLODE

Capitolo IV: PIAZZE INSANGUINATE

Capitolo V: VIOLENZA DI STATO

Capitolo VI: LE REAZIONI

Capitolo VII: L'ECO SULLA STAMPA
E IN ITALIA

Capitolo VIII: LE INCHIESTE

Scheda: LA GUARDIA NAZIONALE
PIEMONTESE

Capitolo IX: I PROTAGONISTI

Capitolo X: QUALE FUTURO?

Conclusioni

Appendice: LA QUESTIONE ROMANA

Cronaca delle tragiche giornate
del settembre 1864

Bibliografia essenziale




Francesco Ambrosini

GIORNATE DI SANGUE A TORINO

editore IL PUNTO - PIEMONTE IN BANCARELLA
edizione 2014
pagine 240
formato 11x17
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

8.00 €
8.00 €

ISBN : 978-88-6804-015-4
EAN : 9788868040154

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com