motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte

SULL'INSTABILITA' DELLA FORTUNA OSSIA SULLA SUA VITA
E SULLE GESTA DEI CITTADINI ASTESI

dalla PRESENTAZIONE:

Tra il 1903 ed il 1906, la Tipografia editrice G. Brignolo di Asti pubblicava in quattro volumi il "Codice d'Asti", tradotto in lingua italiana dal testo originale latino del Codex Astensis, a cura del prof. Vincenzo Ratti con la collaborazione di altri studiosi locali. Il Codex conteneva 990 documenti, riguardanti privilegi, investiture, concessioni di imperatori, donazioni, patti, cessioni, vendite, atti di fedeltà e accordi con altri comuni o autorità esterne, che costituiscono la più preziosa fonte storica medioevale della nostra città nei secoli in cui si resse come libera repubblica. Seguì nel 1990 un'apprezzata versione in italiano dei cronisti astesi Ogerio Alfieri, Guglielmo Ventura e Secondino Ventura, che offrirono in latino medioevale un quadro, sia pure incompleto, delle vicende politiche astigiane dall'antichítà e soprattutto dal periodo comunale, fino al 1457, quando ormai la città era sottomessa alla dominazíone orleanese. Il lavoro fu realizzato da Natale Ferro, Elio Arleri e dal compianto Osvaldo Campassi, che nel 1995 si cimentarono altresì nella più impegnativa impresa di rendere in italiano il complesso Corpus degli antichi Statuti cittadini raccolti nel cosiddetto "Codice Catenato" e contenenti le norme di legge su cui si resse fino a non molti secoli addietro la nostra città, in virtù di varie integrazioni successive alla data della loro ufficiale compilazione, disposta nel 1381, sulla base di un testo già in vigore nel 1211.

Ora lo stesso Natale Ferro, con la collaborazione di docenti e anche allievi del Liceo Classico "V. Alfieri", del Liceo Scientifico "E Vercelli" e dell'Istituto Magistrale "A. Monti" della città, ha realizzato l'analoga traduzione dell'ultimo importante autore di storia medioevale astigiana: Antonio Astesano, nato a Villanova d'Asti nel 1412 da famiglia astigiana e autore del Carmen de variare Fortunae, sive de vita sua et gestis civíum astensíum (poema sull'ínstabilità della fortuna ossia sulla vita e sulle gesta dei cittadini astesi). Per quest'opera l'Astesano attinse dai predecessori Ogerio Alfieri e Guglielmo Ventura, aggiungendo molte altre notizie non trattate dagli stessi, su personaggi e fatti che toccarono più o meno da vicino la "patria astese", con una particolarità che egli narrò di sé, di Asti e di importanti eventi esterni non già in prosa, ma in sei libri di distici elegiaci latini, per complessivi 4250 versi, quanti ce ne sono pervenuti. Anche questo autore, un po' dimenticato e sottovalutato (Asti gli ha dedicato la piazza omonima) meritava di essere fatto conoscere al pubblico astigiano, attraverso la versione in italiano della sua opera maggiore, versione che, pur rispettando il testo originale, (scritto in un latino classico che egli aveva appreso e perfezionato mediante severi studi umanistici e tramite illustri maestri dell'Università di Pavia), non può, come tutte le traduzioni, rendere il ritmo e l'efficacia di un componimento poetico, che ha ingentilito ed esaltato molti episodi già noti o meno noti della nostra storia medioevale.
I traduttori si accontentano di averlo interpretato fedelmente e correttamente. Ad essi va il plauso e il ringraziamento dell'Amministrazione Comunale.

ADRIANA MARCHIA
Assessore alla Cultura
del Comune di Asti











Antonio Astesano

SULL'INSTABILITA' DELLA FORTUNA

editore PLATANO
edizione 1999
pagine 208
formato 21x29,7
copertina plastificata
tempo medio evasione ordine
2 giorni

29.50 €
29.50 €

ISBN :
EAN :

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com