motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
INTERVISTE A AUGUSTO DAOLIO
di Alberto Gedda
con dipinti, poesie e scritti inediti
Augusto Daolio, indimenticato e indimenticabile voce e leader del gruppo musicale "I Nomadi", si racconta in questo libro attraverso le numerose interviste concesse, dal 1978 al 1991, al giornalista Alberto Gedda. Ne nasce un ritratto appassionante, molto umano, ricco di curiosità e voglia di vivere sottolineato dai disegni, dagli scritti e dalle poesie di Augusto pubblicate per la prima volta.
Musicista, pittore, scrittore, poeta, archeologo... Augusto ha attraversato la storia della musica, del costume, della cultura italiana con una forte presenza testimoniata dal ricordo che di lui hanno migliaia di persone d'ogni età. Come sottolineano gli interventi di amici ed ammiratori pubblicati in questo libro.
E che si concretizza nell'"Associazione Augusto per la Vita", impegnata nella ricerca scientifica contro il tumore, alla cui raccolta di fondi è destinata questa pubblicazione.


Gli amici te li scegli:
non è come per i famigliari che, volenti o nolenti, te li ritrovi. No, gli amici li cerchi e li senti tuoi pari. E così per me
Non è difficile, ma anche semplicissimo, parlare di Augusto: siamo stati amici
per più di trent'anni, ci siamo frequentati tutti i giorni, abitavamo a poche
centinaia di metri l'uno dall'altro, abbiamo costruito e condiviso progetti, sogni, delusioni, gioie e tristezze.
Mi considero un uomo, prima ancora che un musicista, fortunato ad avere avuto questa possibilità di vita con Augusto: una bella fetta di vita condivisa con una persona stupenda che, oltretutto, è stata una delle più belle voci italiane, se non quella più particolare.
E poi c'è stato Dante che, per noi, era come un fratello minore.
Ogni tanto, anzi spesso, mi capita di chiedermi cosa avrebbe fatto Augusto in una particolare situazione, come avrebbe affrontato questo o quel problema con il quale devo misurarmi: mi manca il suo conforto, il suo consiglio, la condivisione delle responsabilità. Perché noi abbiamo condiviso tutto, senza peraltro codificare nulla: sapevamo esattamente cosa toccava all'uno e cosa all'altro, in modo spontaneo, ed eravamo sempre d'accordo sull'obiettivo finale. Cosa piuttosto difficile nella quotidianità ma, ancor di più, in un gruppo musicale.
lo e Augusto non abbiamo mai litigato: sembra impossibile, ma è così.
E quindi Augusto mi manca moltissimo, così come mi manca Dante. Durante i concerti mi sembra di vederli sul palco con noi a suonare, cantare, ridere (perché noi sul palco ci siamo sempre divertiti): è come se li sentissi, li potessi toccare.
Per trent'anni Augusto è stato davanti a me negli spettacoli, una presenza fondamentale che non si dimentica e non si deve dimenticare.
Mi piacerebbe moltissimo che oggi lui fosse ancora lì, così da condividere le gioie e le soddisfazioni di questi anni, le preoccupazioni e le sofferenze che si devono attraversare: con lui sarebbe bellissimo. Come sempre. Non ho mai rimpianto la mia scelta di continuare dopo la scomparsa di Augusto con i Nomadi.
Questo perché fa parte del mio carattere (quando decido, coscientemente, non torno indietro) e soprattutto perché sono certo di avere comunque l'approvazione di Augusto.
Ci era capitato di pensare che, prima o poi, la nostra avventura con i Nomadi sarebbe potuta finire per un mucchio di motivi, ma ci eravamo sempre detti, Augusto per primo, che quest'eventualità non avrebbe minimamente compromesso la storia del gruppo, perché l'avventura che avevamo iniziato da ragazzini, anche un po' incoscienti, doveva continuare ad ogni costo. Ecco perché sono sicuro di essere nel giusto con la nostra infinita tournée di Nomadi. Anche perché ce lo testimonia, ogni sera, il grande affetto del nostro pubblico.
Una storia, una vita, non si deve tradire.

Beppe Carletti
INDICE

iniziando

le interviste

gli amici e i colleghi

gli amici e gli ammiratori

augusto raccontato da augusto

le illustrazioni

le poesie

i nomadi

l'associazione "augusto per la vita"




Rosanna Fantuzzi

INTERVISTE A AUGUSTO DAOLIO

editore FUSTA
edizione 2010
pagine 144
formato 16,5x23,5
plastificato con alette
tempo medio evasione ordine
2 giorni

18.00 €
18.00 €

ISBN : 978-88-95163-34-5
EAN : 9788895163345

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com