motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
E LUCEVAN LE STELLE
La Liguria e i suoi teatri storici
INTRODUZIONE
Il Teatro, un bene sociale irrinunciabile

Perché amo il teatro?
Perché il teatro è uno dei luoghi
in cui riesco ad essere felice
(CAMUS)


Risale al 1991 il volume Teatri Storici in Liguria in cui Franco Ragazzi (la cui firma compare anche nel presente testo) ha compiuto il primo e ad oggi unico lavoro di approfondito censimento dei teatri nella nostra regione. Un'esplorazione preziosa che ha consentito di fare il punto sui singoli palcoscenici e, soprattutto, ha offerto un panorama teatrale per nulla limitato o "povero". Al contrario è emerso il quadro di una regione che può vantare un passato quanto mai ricco di iniziative culturali. Non c'era centro anche di dimensioni
di modeste che non avesse un proprio palcoscenico per spettacoli lirici o di prosa. E se fino al Settecento la loro costruzione era essenzialmente voluta dalle grandi famiglie patrizie, nell'Ottocento sovente i teatri nascevano per volontà di borghesi illuminati che credevano nella funzione del "teatro" non solo come luogo di spettacolo, ma anche e soprattutto come centro di aggregazione sociale.
Dal 1991 ad oggi molte situazioni sono cambiate nel "parco" ligure dei teatri.
Ne sono risorti alcuni: citiamo il Carlo Felice e il Modena di Genova, il Civico di Spezia, il Salvini di Pieve di Teco, gli Impavidi di Sarzana. Altri sono in fase di restauro, come l'Aуcardi e il Sivori di Finale o il Sociale di Camogli. Altri, purtroppo, sono scomparsi: e il pensiero corre al "glorioso" Politeama Margherita di Genova.
Al di là dei singoli casi, comunque, preme qui segnalare la situazione in movimento che dimostra un crescente interesse verso il patrimonio teatri della regione.
Interesse che la Regione Liguria ha fatto suo, varando l'iniziativa di questa pubblicazione e della Mostra ad essa collegata.
Il presente volume (al quale hanno collaborato più autori) intende rifotografare il parco teatri regionali puntando la propria attenzione su alcuni palcoscenici storici di particolare rilieavo, senza tuttavia dimenticare gli altri.
Da qui è nata l'esigenza di dividere il lavoro in quattro parti, una per provincia. Ognuna delle quattro è strutturata con una introduzione generale tesa a ripercorrere le vicende globali della provincia stessa. Seguono poi i capitoli dedicati ai singoli teatri presi in esame.
Emerge una situazione in movimento, contrassegnata dal festoso ritorno all'attività da parte di palcoscenici che in un lontano passato avevano già svolto un ruolo culturale di primo piano; e segnata anche dalla decisa volontà di alcuni comuni di rilanciare palcoscenici ridotti da troppo tempo al silenzio e all'inattività. Nella consapevolezza che soprattutto in un momento come quello che viviamo, caratterizzato da una profonda crisi di valori e di economia, il teatro non può essere considerato un bene secondario, ma va invece vissuto come una condizione imprescindibile per la crescita e la maturazione di un tessuto sociale.

Roberto Iovino
INDICE

Presentazione – Una intensa tradizione teatrale (Fabio Morchio)
Presentazione – I teatri storici risorsa turistica della nostra regione (Margherita Bozzano)
Introduzione – Il Teatro, un bene sociale irrinunciabile (Roberto Iovino)

PARTE I – La Provincia di Imperia
Introduzione (Lucia Pescio)
Imperia – Il Cavour e la sua vocazione lirica (Lucia Pescio)
Ventimiglia – Il Comunale: la rinascita di un teatro storico (Lucia Pescio)
Pieve di Teco – Il Salvini: il più piccolo teatro del mondo (M. Cristina Castellani)

PARTE II – La Provincia di Savona
Introduzione (Maurizio Tarrini)
Savona – Sacco-Colombo: un teatro «nоn grandioso, ma onestamente capace» (Maurizio Tarrini)
Savona –Il Teatro Chiabrera: il cuore della città (Barbara Catellani)
Finale L. – Il Teatro Aycardi: «Un teatro piccolo, sì, ma elegante...» (Flavio Men ardi Noguera)
Finale L. – «Fra i bisogni più grandemente sentiti...» : il Teatro Sivori (Flavio Menardi Noguera)

PARTE III – La Provincia di Genova
Introduzione (Franco Ragazzi)
Genova – Agli albori: il Falcone e il SantAgostino (Roberto Iovino)
Genova – Il Carlo Felice: i due volti di un grande teatro (Roberto Iovino)
Genova – Il Teatro Modena: Sampierdarena sfida Genova (Roberto Iovino)
Genova – Due palcoscenici "storici": il Paganini e il Doria-Margherita (Roberto Iovino)
Genova – Il Politeama Genovese: dalle Montagne Russe a Wagner (Roberto Iovino)
Camogli – Il Teatro Sociale: il Tempio dell'Arte dei lupi di mare (Marta Musso)

PARTE IV – La Provincia della Spezia
Introduzione (Sergio Chierici)
La Spezia – Il Teatro Civico: dall'opera al jazz (Sergio Chierici)
Sarzana – Il Teatro degli Accademici Impavidi: un gioiello del levante (Sergio Chierici)

Bibliografia




Roberto Iovino - Marta Musso

E LUCEVAN LE STELLE

editore FRILLI EDITORI
edizione 2008
pagine 192
formato 17x24
plastificato con alette
tempo medio evasione ordine
5 giorni

22.00 €
18.70 €

ISBN : 978-88-7563-397-4
EAN : 9788875633974

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com