motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte

MANSOUR IL PROFETA
La leggendaria storia d'uno sceicco piemontese del '700

Quella che si racconta è la vera storia, suffragata dal contributo di alcuni storici, di Giovan Battista Boetti nato il 7 gennaio 1743 a Piazzano nel Monferrato.
E' la biografia di questo personaggio bizzarro e stravagante che, con la sua inesausta curiosità e con la sua brama di esperienze insolite e misteriose, girò L'Europa, ebbe dimestichezza con le lingue, amò molte donne nubili, maritate e vedove, sempre traendone guadagno.
Divenne poi giocatore d'azzardo, frate, missionario presso gli infedeli, vescovo ortodosso giacobita, di nuovo frate cattolico a Vienna, quindi medico ad Istambul, mercante d'armi, rilevatore di fortificazioni, profeta d'una religione nuova, valoroso generale. Terminò i suoi giorni nel monastero ortodosso russo di Solovetsk, poco più che cinquantenne.
Ma c'è chi gli attribuisce ancora un' altra avventura...
Una leggenda senza tempo, ma per questo modernissima, che si legge tutta d'un fiato

 

Ora che recenti best seller hanno rinverdito i lussi del Grand Tour e mentre da molte parti si celebrano i fasti dell'esotismo come una delle radici profonde dell'identità europea, non apparirà poi così strano che si pubblichi un altro libro su un personaggio sul quale, a onor del vero, esiste una letteratura più vasta di quanto si creda, ma che tuttavia appare ancora insufficientemente studiato in tutti i suoi aspetti. Dinnanzi alla vita di Giovan Battista Boetti è, sulle prime, facile gettarsi in paragoni: Pietro della Valle, Giacomo Casanova, Gobincau, tutta una serie cli viaggiatori, di esploratori, di avventurieri che hanno illustrato quel secolo dei portenti ch'è stato il xvffi secolo. Coevo della grande Caterina di Russia e di Wolfang Amadeus Mozart, il Boetti ha davvero avuto una vita inimitabile, di quelle che sarebbero state degne della penna di Tolstoj o, per altri versi, di quella di Kipling.
Ma oggi, più che mai, ci si può occupare di lui: in quest'epoca in cui emergono nuovi fondamentalismi, il cristiano Boetti appare un riformatore religioso animato da uno spirito sincretistivo e nazionalistico che potrà forse apparire singolare, ma che certo sarà accolto da molti come un salutare antidoto al dilagare dell'intolleranza.
Su di lui, sull'uomo Boetti, continua a gravare un'incognita. Chi davvero fosse il profeta Mansour, tutto sommato, non lo sapremo mai. E' stato detto che egli rappresenta il tipico settecento avventuroso, libertino, amorale, erudito e gaudente: ma è vero piuttosto che egli appartiene al novero strettissimo dei protagonisti che hanno fatto di quel secolo quel che esso è, o quel che noi riteniamo che sia stato. Sincretista, eretico, nichilista, riformatore, conquistatore. Avrebbe potuto essere un nuovo Tamerlano, o magari un altro Maometto?
Diciamo la verità: un altro, più inquietante interrogativo ci assilla. Mosè, Maometto e gli altri profeti armati che hanno avuto successo altro non potrebbero essere se non dei Boetti più abili e fortunati. E di quanti Mosè, cli quanti Maometti falliti è costellata la storia? Noi crediamo che per ricostruire seriamente il passato ci si debbano porre domande anche di questo tipo; che una storia correttamente intesa non possa sfuggire al condizionale. Boetti sfiora la grandezza, vi si trova ad un passo, quasi l'afferra: e fallisce, e cade.
Dall'emergenza degli infiniti possibili che banno'incontrato la sua vita come quella di chiunque altro, si realizzano quelli che lo conducono alla rovina. Non c'è logica, non c'è norma in tutto questo. Non, almeno, logiche e norme umane. Ed è qui che il cultore di storia deve fermarsi.

FRANCO CARDINI





Giorgio Di Francesco

MANSOUR IL PROFETA

editore IL PUNTO - PIEMONTE IN BANCARELLA
edizione 1996
pagine 158
formato 11x17
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

4.50 €
2 €

ISBN :
EAN : 9788886425384

 
©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com