motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
MAURIZIO NICHETTI
I film, il cinema e...
«Il comico è uno che prenderesti e butteresti via, perché non è catalogabile, non è riproducibile. Solo che il comico non si fa buttare via! Anzi, mette in ridicolo, denuncia l'omogeneità di tutti gli altri».


Maurizio Nichetti è una delle personalità più eclettiche nel panorama del cinema italiano; in oltre trent'anni di attività ha attraversato i territori dell'audiovisivo con una leggerezza e un'innocenza che ricordano l'arte delle origini: da Charlot fino a Méliès. Ma Nichetti non è solo un corpo comico prestato al cinema. Regista, mimo, creatore di spot pubblicitari e direttore di opere liriche, egli incarna la multimedialità del presente.
Regista e attore di film unici come Rataplan e Volere volare, Nichetti si racconta in una intervista, in una galleria di fotografie inedite e nelle testimonianze dei suoi più fedeli compagni di strada: Angela Finocchiaro, Guido Manuli.

LO SGUARDO CHE CAMMINA
Luciano Barisone

La rivelazione di Maurizio Nichetti coincide con la ripresa della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Dopo anni difficili, nel 1979, la Biennale Cinema si apprestava a ritrovare i fasti del passato con una formula nuova, coniugando l'esperienza di un direttore come Carlo Lizzani con le innovazioni della giovane critica. Era di nuovo una Mostra di pubblico, una Mostra di materiali vari, in cui accanto ai maestri del passato, si stagliavano nuovi cineasti, nati dalla cinefilia e dal mestiere. Era anche una Mostra senza giuria, senza premi, senza star.
In quella Mostra trionfò l'antidivo per eccellenza, uno strano e buffo omino con gli occhiali che non parlava mai, ma che con le immagini diceva molto di più delle parole. L'attore -regista di Rataplan nasceva in realtà da una costola eccentrica del cinema, quella del comico del corpo, del clown, del mimo, discendenza diretta da una razza in via d'estinzione ma ancora presente, secondo un filo rosso che lega l'artigiano Méliès ai primi comici del muto
[..]

SOMMARIO

Lo sguardo che cammina
di Luciano Barisone

Il mio mestiere è comunicare. Conversazione con Maurizio Michetti
a cura di Massimo Causo e Carlo Chatrian

Come rifiuti sparsi, il più bello dei mondi
di Carlo Chatrian

Essercinonesserci
di Massimo Causo

Storie di una città
di Massimo Rota

Il cinema«inattuale» di un sognatore ballerino
di Federico Chiacchiari

Vedere oltre
di Fabrizio Liberti

Nichettivù
di Ezio Alberione

Nichetti all'opera
di Fabio Vittorini

Il caso Nichetti è risolto
di Matteo Pavesi

Dallo spillo alla nave spaziale. Incontro con Angela Finochciaro
a cura di Carlo Chatrian

La giusta idea. Incontro con Guido Manuli
a cura di Carlo Chatrian

Testi di Maurizio Nichetti
Teatrocrazia
Cadaveri immortali
Rataplan, Diario di lavorazione
Un tè con Tati

Filmografia
a cura di Davide Di Giorgio

Appunti per una biofrafia
di Maurizio Nichetti

Bibliografia

 





a cura di Massimo Causo - Carlo Chatrian

MAURIZIO NICHETTI

editore EFFATA'
edizione 2005
pagine 192
formato 17x24
brossura
tempo medio evasione ordine
5 giorni

15.00 €
9.00 €

ISBN : 88-7402-226-3
EAN :

 
©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com