motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
MITI E LEGGENDE
di tutti i tempi
CHE COSA SONO I MITI?

Vi sono diverse prospettive secondo cui considerare i racconti della tradizione mitologica: si può centrare l'attenzione sul mito come fatto narrativo, come testimonianza religiosa, come documento antropologico o altro ancora. In ogni caso, qualunque sia la prospettiva assunta, la verità del mito non potrà essere colta se si trascura il contesto in cui esso nasce e si sviluppa. Il racconto mitico appartiene a una struttura di pensiero presci entifica, in cui la componente emotiva è prevalente rispetto alla pura razionalità. L'uomo antico, quando si interrogava circa l'origine dei terremoti, certamente non si poneva domande dettate dalla curiosità o da un astratto desiderio di sapere. Ogni fenomeno della natura che poteva minacciare la sua vita era fonte di sgomento e di terrore, e l'angoscia dell'ignoto poteva essere esorcizzata solo attraverso simboli potenti, che, prima di parlare all'intelletto, si rivolgevano all'immaginazione.
Se un qualsiasi pericolo può essere tradotto in un simbolo, diviene possibile anche creare simboli di segno contrario in grado di neutralizzarne gli effetti. Si veda il mito di Gluskap e il drago della sorgente, dove la siccità è impersonata da un drago forte e malefico. La salvezza è allora rappresentata da un eroe benefico, un eroe che sintetizza in sé lo spirito di un intero popolo e che, in caso di bisogno, può essere invocato attraverso riti opportuni. Altre ancora sono le funzioni del mito, come quelle collegate agli interrogativi esistenziali dell'uomo• l'origine della vita e della morte e l'ordine cosmico (si vedano a proposito Il pastore e la tessitrice, Izanagi e Izanami, Iside e Osiride, L'origine dell'uomo, per citarne solo alcuni), oppure quelle collegate alla struttura sociale (per esempio Hiawatha e le cinque nazioni). In ogni caso lo svolgimento di tali funzioni assume
sempre una forma simbolico-immaginativa, ed è su questo punto che il mondo antico si incontra con quello moderno.
Il pensiero razionale scientifico pervade sicuramente l'attuale società, ma le strutture emotive dell'uomo non sono sostanzialmente mutate nel tempo.
Così i miti, seppure diversi nella forma e nei contenuti, continuano a essere prodotti. Basti considerare la facilità con cui personaggi dello sport, dello spettacolo o della politica spesso si trasformano in simboli di tutta una nazione o di intere generazioni. Il mondo infantile, poi, è ancora più pervaso di attività mitologica. Il bambino, di fronte a un mondo in gran parte sconosciuto e talvolta minaccioso, si crea immagini protettive, attribuisce agli oggetti inanimati una volontà, cerca la certezza di norme morali assolute, interpreta le proibizioni dei genitori come veri e propri tabù. Non c'è dunque da stupirsi se il bambino è così affascinato dai racconti mitologici.
Essi, ancor più delle fiabe, lo aiutano a interpretare la complessità del mondo. Si tratta di interpretazioni che si modificheranno nel tempo, via via che la razionalità e la conoscenza andranno sviluppandosi, ma che al momento risulteranno indispensabili per avviare una maturazione intellettiva ed emotiva equilibrata. Se leggendo Il giorno più lungo di Manco il bambino giunge a credere che davvero il Sole si possa catturare con una fune, si tratta di una convinzione temporanea, destinata a essere ben presto superata, che intanto, però, rappresenta qualcosa di comprensibile. Ed è proprio questa
comprensibilità che permette lo sviluppo delle strutture cognitive, laddove una spiegazione puramente scientifica creerebbe solo confusione. (Probabilmente per il bambino sarebbe molto più difficile credere che la Terra, per lui estremamente fissa, possa girare intorno al Sole).
La raccolta di questo libro, selezionata appositamente per i bambini, oltre alla finalità
puramente culturale di conoscere i più importanti miti del vecchio e del nuovo mondo, sarà anche un'occasione
per confrontare le proprie convinzioni, per capire e superare le proprie paure, e per scoprire infine l'inesauribile poesia dell'Universo.
SOMMARIO

IL GIUDIZIO DI PARIDE - Mito greco
IL LABIRINTO DI DEDALO - Mito greco
L'ULTIMA FATICA DI ERCOLE - Mito greco REA SILVIA - Leggenda romana
ROMOLO E REMO - Leggenda romana
IL MARTELLO DI THOR - Mito scandinavo
LA MORTE DI BALDER - Mito scandinavo
SIGFRIDO - Leggenda germanica
L'UCCELLO DI FUOCO - Leggenda russa
LA SPADA NELLA ROCCIA - Leggenda celtica
ISIDE E OSIRIDE - Mito egizio
RAMA, L'INCARNAZIONE DI VISNU - Mito indiano RAMA CONTRO IL DEMONE RAVANA - Mito indiano
IL PASTORE E LA TESSITRICE - Mito cinese
IZANAGI E IZANAMI - Mito giapponese
KINTU E LA FIGLIA DEL CIELO - Mito ugandese
L'ORIGINE DELL'UOMO - Mito bantù
LA MANTIDE DIVINA, LO STRUZZO E IL FUOCO - Mito boscimano
TULUGAUKUK, IL CORVO PADRE - Mito eschimese
GLUSKAP E IL DRAGO DELLA SORGENTE - Mito algonchino
GLUSKAP E IL BIMBO - Mito algonchino LA ROCCIA ROTOLANTE - Mito sioux
HIAWATHA E LE CINQUE NAZIONI - Mito irochese
COME NONNA RAGNO RUBÒ IL SOLE - Mito cherokee
HASJELTI, IL PORTATORE DELL'ALBA - Mito navaho
IL SERPENTE PIUMATO - Mito azteco L'ORIGINE DEL MAIS - Mito azteco
I GEMELLI, GIOCATORI DI PALLA - Mito maya
IL GIORNO PIÙ LUNGO DI MANCO - Mito inca
GLI UOMINI DI PIETRA - Mito andino
LA FRECCIA DEL SERPENTE - Mito amazzonico
BAMAPAMA IL PAZZO - Mito australiano MAUI DAI MILLE TRUCCHI - Mito polinesiano


 

Michael Fiodorov

MITI E LEGGENDE di tutti i tempi

editore GRIBAUDO
edizione 2009
pagine 125
formato 18x24,5
cartonato
tempo medio evasione ordine
2 giorni

12.90 €
11.00 €

ISBN : 978-88-7906-810-9
EAN : 9788879068109

 
©1999-2020 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com