motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
STORIE DI MONCALIERI
Santi, cavalieri, imprenditori e agricoltori
Moncalieri non è una piccola Torino: è la quinta città piemontese, subito dietro ad Asti, davanti a Cuneo, Collegno e Rivoli. Ma per presentare una nuova biografia della città - un riflettore sullo spazio che occupa nell'area metropolitana torinese - ci vuole un'idea originale: non sono più sufficienti infatti un quadro storico e un panorama artistico e architettonico, che pur nel libro non mancano, ma occorre andare al cuore di Moncalieri attraverso i racconti dei suoi cittadini.
La narrazione inizia dagli abitanti del passato: un santo, Bernardo di Baden; un rivoluzionario a sua insaputa, Carlo Tenivelli; una principessa di ferro, Maria Clotilde di Savoia; un pittore, Tommaso Juglaris, nomade fra Moncalieri e l'America; seguono i protagonisti più vicini a noi, sparsi fra centro storico e borgate, come il giardiné, la legadoira della tipografia, la massaia, il reporter, il parroco, i partigiani, il colonnello dei Carabinieri. Alcuni hanno radici profonde, altri le hanno piantate da una o due generazioni, ed è grazie a questa comunità così articolata che oggi Moncalieri si regge su un sistema produttivo compiuto.
I protagonisti, donne e uomini di Moncalieri, sono qui, pronti a raccontare.


Dal ponte dei Templari alla tangenziale

Testona

In principio era Testona, un villaggio nella piana tra l'acqua del Po e le colline. Lasciate le tribù della preistoria, la macchina del tempo corre veloce fino alle popolazioni liguri, poi ai Romani e ai Longobardi. Si ferma all'improvviso al centro del Medioevo, dopo l'anno 1000. Noi cominciamo a raccontare da qui.
L'abitato di Testona era una fascia che si allungava fino all'area di Moriondo e di Trofarello; comprendeva anche la prima collina con la villa di Loirano, una costruzione fortificata che verrà poi rimpiazzata dal Castelvecchio. Testona era la residenza agreste del vescovo di Torino, che qui aveva piena autorità. Il prelato non viveva sonni tranquilli, ma teneva una mano sulla croce e l'altra sulla spada. Nelle pianure più fertili dell'Italia del nord, infatti, le città stavano sperimentando forme nuove di autonomia amministrativa, svincolandosi dai feudatari - vescovi, principi o imperatori che fossero. Per ottenere e consolidare quell'autonomia, le città erano pronte a combattere.
Testona osservava con ammirazione uno di quei comuni, Chieri, modello di coraggio e di scaltrezza politica, una delle maggiori città piemontesi assieme ad Asti. Chieri aveva combattuto Barbarossa, ma nel momento di dare addosso a Milano non si era fatta scrupolo di allearsi con il vituperato imperatore tedesco. La città si era sgravata del potere del vescovo nel 1168. Due anni più tardi, seguendone l'esempio, Testona allentò i legami con il dispotico pastore torinese e strinse un'alleanza proprio con Chieri e Asti.
Nel 1204, quando Testona era pienamente diventata un libero comune, le tre città firmarono un patto ancora più vincolante, incaricando un unico podestà di guidarle. L'alleanza era viziata però da interessi intrecciati, che mettevano a rischio l'esistenza dell'elemento più debole e meno difeso, cioè Testona: tutti miravano infatti alle pianure attorno a Trofarello e all'acqua del Po. [..]

INDICE

Biografia di Moncalieri

Storia breve di una città antica
Dal ponte dei Templari alla tangenziale Testona - Chieri - Moncalieri

Gli abitanti del passato
Il cavaliere errante. Il beato Bernardo di Baden Il negoziatore - Il cavaliere - Il miracolo
Il rivoluzionario mite. Il dramma di Carlo Tenivelli
Il professore rovinato da una vigna - Una notte di follia
Una stufetta per riscaldare il castello. Maria Clotilde di Savoia
Una dodicenne prima dama di corte - I due Napoleoni e la ragazza di Torino - Parigi non vale davvero una messa - A Moncalieri
Le sedici traversate di Tommaso Juglaris. L'arte di Moncalieri nel Massachusetts e nel Michigan
Da Moncalieri a Parigi- In America - Dall'America a Moncalieri

Gli abitanti del presente
La porta sempre aperta di Margherita
Gli orti di Mario e di Caterina
Quattro cavalli per una trebbiatrice - La borsa nera e il pane bianco - La fede nel Grande Torino - La Balilla a tre marce carrozzata Ghia Le ragazze di Bra
Una tipografia sempre in orario
La Pozzo Gros Monti, dagli orari ferroviari ai libri d'arte - Le legadoire della Pozzo
La fotografia al femminile a Moncalieri. Lo studio di Raffaella Isoardi Davanti all'obiettivo - Pennino e pennello - Il reporter gentile
I Carabinieri del castello
Il campo profughi n. 21 - Lo sfratto delle vedove di guerra
Il viaggio più lungo
L'ostello è aperto a tutti - Borgo San Pietro prima del bus - Moncalieri, un posto bellissimo
Alla Collegiata si parla tedesco. Don Mauro Petrarulo fra Moncalieri e Baden-Baden
In città, in collina, nelle borgate

Il centro storico
La collina
Castelvecchio, da mille anni a guardia della foresta - Fra' Fiusch, alchimista pentito
La pianura
Borgo Aie - Le Fonderie Teatrali Limone a Borgo Mercato - I dolori della badia di Carpice
Ponti, stazioni e tranvie
I ponti - La ferrovia - I tram per Poirino e Carmagnola
La Lunetta
Lampioni, carnevale e associazionismo
Bibliografia

Le cartine
Il centro storico
Il Comune di Moncalieri
Borgate e regioni di Moncalieri




Stefano Garzaro

STORIE DI MONCALIERI

editore GRAPHOT
edizione 2014
pagine 288
formato 17x24
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

20.00 €
20.00 €

ISBN : 978-88-97122-68-5
EAN : 9788897122685

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com