motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
OPERAZIONE MADONNINA
Milano 1973
Milano, 1973. Sono gli anni della grande industria cinematografica italiana, dell'Austerity, della cronaca nera prestata alla politica, della criminalità da Far West, della Polizia con le mani legate, dell'imprenditoria gangster, delle grandi penne del giornalismo. Travolti da questi sconvolgimenti epocali e dalla sfortuna del quotidiano sono tre personaggi singolari: un funambolo della pubblicità col vizio del gioco che contrae un debito di troppo; un oste milanese dalle mani grandi che fronteggia lo sfratto della bocciofila che gestisce; un fiorista ciociaro che raccoglie i frantumi del proprio chiosco devastato dagli stuntmen di un film con Alain Delon. La morte di un loro vecchio collega riunirà Lorenzo, Osvaldo e Angelo al cimitero. Da quel momento in poi, il terzetto ne penserà una più del diavolo per risolvere i guai di ciascuno, riscattare i soldi e se stessi. Tutto questo mentre Ugo Piazza esce da San Vittore, mentre Dino Lazzati detto Fernet sublima i suoi articoli di nera con grande sensibilità letteraria tra una partita al flipper e un cornetto scaramantico e mentre il Mala, paranoico commissario di Polizia, si guarda le spalle dalle ombre dei propri sicari.
Un noir a tre penne che cela il più terribile dei crimini milanesi: il furto della Madunina del Duomo. Una commedia nera che al sorriso combina la tensione drammatica ed emotiva dell'Italia degli anni Settanta, gli anni che ci hanno insegnato che l'assurdo non è una sciocchezza, ma l'impossibile che si fa reale.


Martedì 23 giugno 1959
1. E questo lunatico ronzare, nel sole, si fa inutile

Milano, piazza San Babila, cantiere della metropolitana, ore 10.47
"Oh, Africa torna qui!" gracchia la voce roca e ferma del Pecòla.
Se il Pecòla grida a questo modo è meglio fermarsi. E non importa che questa voce se ne esca da un corpo di un metro e sessantacinque centimetri per cinquantanove chilogrammi, da un grissino di uomo da niente, tutto ner-vi, naso d'aquila e Nazionali senza filtro. Non importa. Perché al Pecòla quan-do lo si sente parlare si capisce che è un dritto, uno che ha fatto un sacco di cose e che sa come farne un sacco di altre. Più o meno lecite.
Luomo chiuso nella tuta blu si blocca al termine della galleria buia e si blocca di colpo, come se quelle parole fossero morse che gli si attanagliano ai piedi, alle caviglie, ai suoi ventisei anni. Davanti a lui restano a guardarlo il cantiere aperto, la terra, i colori, la luce, il sole cocente di questa fine giugno, il cielo, là dove sorgerà la fermata di San Babila, i clacson, i palazzi, i passi fret-tolosi dei milanesi. Alle sue spalle lo fissa il tunnel buio, i suoi compagni di lavoro di cui appena intravede le sagome. Il morto. Le punte delle scarpe da lavoro rovinate e annerite restano lì, intinte appena nella luce chiara del sole.
"Torna qui baluba, t'è capi?" gli dice secco la voce di Lorenzo.
L:Angelo, chiuso nella sua tuta blu, resta immobile tra la luce, ammiccan-te e leggera, e quel buio menefreghista e pesante. Batte appena la palpebra si-nistra, una goccia di sudore gli è scivolata giù e adesso gli brucia nell'occhio. Gli brucia che Lorenzo lo chiami baluba, gliel'ha detto mille volte che lui mi-ca è un terùn, che non deve chiamarlo a quel modo. Ma Lorenzo se ne frega, è mezzo crucco e nella sua strana geografia son tutti africani.
Si passa una manica sulla fronte. Una zanzara gli si appoggia appena su un orecchio, indecisa, se ne va, torna e se ne va ancora. Lui resta fermo, inerte a quel ronzio che va e viene. Fa caldo, oggi, un caldo che qua sotto sembra un piccolo inferno.
[..]
INDICE

MARTEDÌ 23 GIUGNO 1959
MARTEDÌ 27 NOVEMBRE 1973
MERCOLEDÌ 28 NOVEMBRE 1973
GIOVEDÌ 29 NOVEMBRE 1973
VENERDÌ 30 NOVEMBRE 1973
MARTEDÌ 23 GIUGNO 1959
SABATO 1 DICEMBRE 1973
DOMENICA 2 DICEMBRE 1973
DA LUNEDÌ 3 A VENERDÌ 7 DICEMBRE 1973
SABATO 8 DICEMBRE 1973
DOMENICA 9 DICEMBRE 1973
SABATO 22 DICEMBRE 1973
PER UN PUGNO DI BIRRE DI LUCA CROVI
NOTA DEGLI AUTORI




Riccardo Besola - Andrea Ferrari - Francesco Gallone

OPERAZIONE MADONNINA

editore FRILLI EDITORI
edizione 2014
pagine 220
formato 13x19
cartonato con sovracoperta colori
tempo medio evasione ordine
2 giorni

9.90 €
8.40 €

ISBN : 978-88-7563-848-1
EAN : 9788875638481

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com