motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
RINNOVAMENTO CATTOLICO E STABILITA' SOCIALE
Chiesa e organizzazioni tra le due guerre
INTRODUZIONE

Un dato che emerge dall'analisi della storiografia sul movimento cattolico in Piemonte è il limitato spazio riservato allo studio delle realtà spiccatamente rurali (come ad esempio Asti e Cuneo) rispetto a quelle a maggiore vocazione industriale (come Torino ed Alessandria)'. Questa circostanza — dovuta forse ai maggiori stimoli che un modello sociale più complesso ed articolato è stato in grado di suscitare nei ricercatori — ha contribuito a diffondere una visione ristretta del mondo cattolico; fatto tanto più grave, se si considera che, agli inizi del secolo, la società rurale costituiva una realtà ancora ampiamente diffusa nella regione.
Rinnovamento cattolico e stabilità sociale nasce come primo (e parziale) contributo in contro-tendenza, proponendosi di aprire il dibattito su alcuni importanti nodi inerenti all'evoluzione della società astigiana nella prima metà del secolo. Mi riferisco, ad esempio, al particolare processo di sviluppo economico avviato alla fine dell'età giolittiana (e, successivamente, indotto dalle politiche del governo fascista); ai modi ed ai tempi della svolta della Chiesa locale verso il fascismo (anche in considerazione dei limiti organizzativi e politici dimostrati, nel circondario, dal movimento delle camicie nere); al processo di rapida frantumazione, dopo la marcia su Roma, dell'organizzazione sindacale cattolica, a fronte di una discreta tenuta dimostrata dall'organizzazione politica (o, se si vuole, alla maggiore o minore tendenza delle varie organizzazioni cattoliche ad identificarsi nelle strategie delle gerarchie ecclesiastiche diocesane); alle dinamiche interne al clero astigiano, caratterizzato da un altalenante grado di coesione interna al Capitolo (retaggio delle lacerazioni emerse nel corso del XIX secolo) 2 e da una differenziazione piuttosto marcata tra clero rurale e clero urbano.
La complessità di questi temi esigeva una prospettiva di ampio respiro, andando in più di un caso oltre il venticinquennio 1919-1945, sul quale soprattutto si sofferma la ricerca.
Questa si è sforzata di tenere conto di tutti i campi (sociali, economici, culturali, etici) in cui si espresse l'azione del locale movimento cattolico e di richiamarsi sia alle tradizionali pregiudiziali della conservazione o della pacificazione sociale' — desumibili dal titolo stesso di questo saggio — sia a quelle del progresso e del rinnovamento (non estranee all'universo cattolico).
[..]
INDICE

Prefazione
di Bartolo Gariglio

Introduzione

Abbreviazioni

1. ECONOMIA E SOCIETÀ

2. IL PARTITO POPOLARE

3. L'ORGANIZZAZIONE SINDACALE

4. IL SETTORE DELLA STAMPA

5. CHIESA, AZIONE CATTOLICA E FASCISMO TRA LE DUE GUERRE

6. UNA NUOVA MISSIONE PER LA CHIESA

Bibliografia

Indice dei nomi




Mauro Forno

RINNO VAMENTO CATTOLICO E STABILITA' SOCIALE

editore ISRAT
edizione 1997
pagine 152
formato 17x24
brossura
tempo medio evasione ordine
5 giorni

12.50 €
9.90 €

ISBN : 88-7670-258-X
EAN : 9788876702587

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com