motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
SALUZZO NOSTALGIA DI UN TEATRO
La storia del Teatro di Saluzzo, dalla sua fondazione nel 1827 fino alla sua trasformazione in un moderno Politeama, avvenuta nel 1950, è il filo conduttore del racconto. L'argomento è affrontato in chiave giornalistica. L'autore narra le vicende che hanno portato alla costruzione dell'edificio teatrale, dei vari lavori di ristrutturazione, realizzati nel corso degli anni, fino alla cessione al Comune, con accenno alle varie gestioni. Un capitolo è interamente dedicato agli spettacoli che si sono succeduti dal 1829 (anno dell'inaugurazione) fino alla serata di apertura del nuovo Politeama (dicembre 1950): si incontrano nomi di grandi attori, cantanti lirici, interpreti di operette, riviste e di compagnie amatoriali. Non mancano gli anedotti e le curiosità, che hanno visto protagonista uno dei luoghi simbolo della cultura cittadina.
Fanno da scenografia al racconto, gli episodi che hanno caratterizzato la storia della vita nazionale e saluzzese.

INTRODUZIONE


Operazione nostalgica
potrebbe essere intitolato questo "affresco" sull'ex-Teatro Sociale.
Far sognare, per qualche momento, i vecchi frequentatori del prestigioso locale; far conoscere agli appassionati di prosa, lirica ed operetta, che non hanno ancora i capelli bianchi, la magica storia del Teatro saluzzese, ma soprattutto far capire ai giovani come gli effetti della modernità possano sconvolgere un passato da ricco blasone, sono fra gli scopi all'origine di questa fatica. Fatica non disgiunta dall'esigenza di lasciare una traccia sul vecchio Teatro saluzzese, tracce che, peraltro, già esistono per gli altri principali analoghi edifici della Granda (Cuneo, Savigliano, Bra, Alba e Ceva).
Questa pubblicazione non ha particolari pretese storiografiche (non è, del resto, l'autore, uno storico di professione ma soltanto un appassionato degli eventi saluzzesi). Si vuole affrontare una tematica mai approfondita, se non in modo sommario, anche per far comprendere ai giovani come per costruire il futuro (siamo agli inizi del nuovo Millennio) si debba conoscere il passato nelle sue varie articolazioni.
La trattazione dell'argomento parte volutamente dalla fine ossia dalla trasformazione dell'edificio, per andare a ritroso, scoprendo curiosità e particolari della storia del "nostro" Teatro. Ed il termine "nostro" va inteso non come possesso ma come affettività.
La ricerca per condurre in porto questo lavoro ha richiesto tempo ed è stata non priva di difficoltà anche per la carenza di materiale d'archivio (forse andato perso).
L'importante era arrivare al traguardo. L'obbiettivo è stato raggiunto. E se qualcuno, dopo aver letto queste pagine, si avvicinerà all'affascinate mondo del palcoscenico, sarà un successo in più.

L'Autore
INDICE

Prefazione di Gianni Rabbia
Prefazione di Aldo Alessandro Mola
Prefazione di Giorgio Gerbotto

Introduzione

Cap.I - La fine di un sogno
Cap.II - Si alza il sipario
Cap.III - Lo spettacolo continua
Cap.IV - Cala il sipario
Cap.V - Sulle tavole del palcoscenico

Conclusioni

Bibliografia
Indice dei nomi







Gianni Neberti

SALUZZO NOSTALGIA DI UN TEATRO

editore GRIBAUDO
edizione 2002
pagine 128
formato 17x24
brossura
tempo medio evasione ordine
5 giorni

12.00 €
12.00 €

ISBN : 88-8058-352-2
EAN :

©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com