motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
UN SECOLO DI GUERRE

EDIZIONE BILINGUE

ITALIANO
SPAGNOLO


"Non c'è mai stata una guerra buona o una pace cattiva"

Benjamin Franclin, uomo di stato e scienziato

Questo secolo non ha quasi mai avuto una vera pausa tra una guerra e l'altra. In più di 400 fotografie, molte delle quali inedite, viene illustrato ogni aspetto della guerra, a partire dal momento in cui l'invenzione della fotografia ha permesso di catturare sul posto lo scorrere degli eventi.

Fu con la guerra di Crimea (1853-1856) che reporter e fotografi di professione cominciarono a seguire le operazioni belliche. Uno dei primi correspondenti di guerra fu William Howard Russell, inviato del Times in Crimea. I cronisti di guerra non godettero tuttavia di buona fama; si sa, per esempio, che Horatio Herbert Kitchener, comandante delle forze imperiali britanniche tra il fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento, chiamava "stofinacci inzuppati" i reporter che ronzavano intorno al suo quartier generale. Charles Page, pioniere del giornalismo di guerra americano, credette di aver identificato il motivo alla base di una simile impopolarità nel fatto che, inevitabilmente, le notizie riportate dai corrispondenti di guerra potevano offendere qualcuno. Tuttavia, Page esortava i suoi colleghi a non farsi condizionare: "Anche se diranno parole dure sul vostro conto, cercando di screditarvi, non dovrete preoccuparvene. Non è che una delle molte avversità che dobbiamo affrontare nel nostro mestiere".
In effetti, gli articoli dei corrispondenti e i reportage fotografici ebbero sin dall'inizio una certa influenza sull'opinione pubblica e, di conseguenza, sulle decizioni politiche. La denuncia di Russell sulle scandalose condizioni in cui versavano i soldati britannici in Crimea non soltanto convinse Florence Nightingale ad allestire a Scutari un servizio d'infermieria e un ospedale, ma contribuì anche a determinare la caduta del governo inglese. Durante la guerra di Secessione, furono i giornali di parte unionista a persuadere il presidente Lincoln e i suoi collaboratori a lesinare la concessione di artiglieria pesante all'esercito, trattenendo la parte migliore degli armamenti a difesa di Washington; [..]

SOMMARIO

Il volto della guerra nel nostro tempo
-
Un'immagine in continuo cambiamento
- Guerre crudeli in tempo di pace.
- Il nuovo disordine mondiale: 1989-2001
- Il mondo e la guerra dopo l'11 settembre
- La guerra di Crimea
- La guerra civile americana
- Il sangue e il ferro: L'unificazione della Germania
- I Balcani
- L'India e la Cina
- La contesa per l'Africa
- La guerra ispano-americana
- La guerra anglo-boera
- Prove generali
La prima guerra mondiale
- Stallo
- Movimento
La pace apparente
- La Germania in subbuglio
- La Russia tra rossi e bianchi
- L'Irlanda in lotta
- La Cina: la guerra civile e l'invasione giapponese
- L'Italia in Abissinia
- La guerra civile spagnola
- Disordini in Palestina
- Hitler prepara la guerra
La seconda guerra mondiale
- I trionfi del Reich
- Il fronte russo
- Guerra nei cieli e sui mari
- Il Pacifico e l'Asia
- La partita si chiude
I conflitti nell'epoca della guerra fredda
- La cortina di ferro
- Malesia, Corea e Indocina
- Viet Nam e Cambogia
- I conflitti in America Latina
- Guerre di confine in Asia
- L'Africa
- Il tracollo del comunismo in Russia
- La fine della Jugoslavia
I conflitti in Medio Oriente
- Israele e il mondo Arabo
- Tempesta nel deserto
Dopo l'11 settembre
- Un futuro incerto
Indice dei nomi e referenze fotografiche




Robert Fox

UN SECOLO DI GUERRE

editore GRIBAUDO
edizione 2003
pagine 446
formato 14,5x19,5
brossura
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

12.45 €
12.45 €

ISBN : 88-8058-391-3
EAN : 9788880583912

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com