motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autoriservizio segnalazione novità2014 Promozioni
Alcune proposte
SEGNALI VIDEO
I nuovi immaginari della videoarte
La videoarte come territorio artistico da scoprire e analizzare, spazio di sperimentazione e luogo dell'integrazione tecnologica che si serve del segnale e della comunicazione video: «Il video è un processo audiovisivo senza fissa dimora: alberga nell'etere, nei cavi delle televisioni via cavo, rimbalza da un satellite ad un altro, giace su nastri di diverso formato, viene trasmesso da schermi televisivi ora piccoli ora grandi, in videoproiettori, compare nell'esiguo spazio di una finestra di un cd-rom o di una pagina web».
Con analisi approfondite di alcuni video di: Steina e Woody Vasulka, Nam June Paik, Bill Viola, Ed Emshwiller, David Larcher, Robert Cahen, Irit Batsry, La La La Human Sex, Gavin Hodge, Brian Eno, Peter Greenaway, Christian Boustani, Rafael Montanez Ortiz, Jerome Lefdup, Lari Flash, Marc Caro, Michael Klier, Klaus Vom Bruch, Zbigniew Rybczynski, Jean-Paul Fargier, Sandra Kogut, David Hall.


PREFAZIONE
(a cura della Mediateca del Cinema Indipendente Italiano)

L'attività editoriale della Mediateca
La Mediateca del cinema indipendente italiano è un progetto avviato nel 1992 dalla Città di Torino e della Regione Piemonte, in collaborazione con altre istituzioni cinematografiche, che ha come obiettivo lo studio, la documentazione e la promozione della produzione audiovisiva italiana. In questi anni ha costituito il nucleo centrale della banca dati del cinema (e video) indipendente italiano con oltre 4.000 schede e dell'archivio in video delle opere, ha prodotto cortometraggi di giovani autori, pubblicalo libri e organizzato incontri e seminari con professionisti, premi per la sceneggiatura e rassegne di film e video per incentivare la ricerca nella produzione artistica, costruire momenti formativi e promuovere la creatività giovanile.
Si tratta di attività e iniziative che agiscono il più delle volte a livello sotterraneo perché si rivolgono principalmente ai giovani, ma l'idea che sottende il progetto è di strutturare dei percorsi espressivi e delle opportunità di crescita professionale in un settore dove l'esperienza sul campo e la conoscenza tecnica sono il punto di partenza iniziale. E difatti la Mediateca
svolge una funzione di vero e proprio "servizio informazioni e consulenza ed è il punto di riferimento non solo per i giovani che desiderano lavorare nel settore, ma anche per festival, enti e associazioni che intendono organizzare manifestazioni di cinema e video.
L'attività editoriale è un supporto indispensabile a questo tipo di iniziative e negli anni la Mediateca ha pubblicato cataloghi professionali, libri sulla produzione, sulla sceneggiatura, sul montaggio, sul cortometraggio
sul video per fornire una serie di "guide" che aiutano i giovani a conoscere più in profondità le diverse modalità del linguaggio cinematografico e video che si proiettano in un futuro tecnologicamente e artisticamente sempre più complesso e sfaccettato. In questo quadro si inseriscono le recenti pubblicazioni: un manuale sul montaggio cinematografico e digitale scritto da Walter Murch (due volte premio Oscar nella categoria "Best Film Editing" per Apocalipse Now e Il paziente inglese) [..]

INDICE

Prefazione Mediateca

1 - Introduzione

2 - L'immagine video
2.1. La tecnologia e la creatività
2.2. L'immagine elettronica
2.3. Tra l'analogico e il digitale: un terreno fertile
2.4. L'immagine digitale

3 - Le tecnologie dell'identità
3.1. Lo specchio e le ombre nella caverna della tecnologia
3.2. Lo specchio a sfera
(Summersalt, Steina Vasulka)
3.3. L'occhio e la mano nel flusso del video
(Artifacts, Woody Vasulka)
3.4. L'uomo tecnologico e i suoi riflessi
(I Don't Know What It Is I Am Like, Bill Viola)
3.5. Evocare il proprio doppio elettronico
(Orbital Obsessions, Steina Vasulka)

4 - L'energia delle forme in movimento
4.1. Fluidità e metamorfosi nel regno dell'acqua
4.2. L'immagine: un flusso di frequenze
(The Matter, Woody Vasulka)
4.3. Una vertiginosa passeggiata dentro il tubo catodico (All Star Video, Nam June Paik)
4.4. Il vuoto come luogo dell'energia dell'immagine (Videovoid, David Larcher)
4.5. La natura frequenziale
(C-Trend, Tel?, Woody Vasulka)

5 - L'immagine onirica
5.1. Le forme dell'immaginazione nel flusso della mente e dell'inconscio
5.2. Il cerchio si chiude nel mondo della mente (Sunstone, Ed Emshwiller)
5.3. I ritmi circadiani dell'esistenza: il sottile velo fra la veglia e il sonno, fra la vita e la morte (The Passing, Bill Viola)
5.4. L'unione amorosa del mondo dei sogni con il mondo della veglia (Traces of a Presence to Come, Irit Batsry)
5.5. Uno squarcio improvviso: la visione
(7 visions fugitives, Robert Cahen)
5.6. La visione del mito (Infante. C'est destroy, La La La Human Sex)

6 - L'immagine mnesica
6.1. Gli spettri e il neon: memorie video e archivi dell'immaginario
6.2. L'arte della memoria (The Art of Memory, Woody Vasulka)
6.3. Le biografie del contemporaneo
(Living with the Living Theatre, Nam June Paik, Betsy Connors, Paul Garrin)
6.4. La nuova documentazione creativa
(Zygosis, Gavin Hodge One Eno, Jerome Lefdup, Lari Flash, Brian Eno)
6.5. La memoria degli immaginari
6.5.1. La scrittura visiva e l'immagine-testo (A TV-Dante - The Inferno - Canto V,
Peter Greenaway, Tom Phillips)
6.5.2. La pittura in movimento
(Cités antérieurs, Bruges, Christian Boustani)
6.5.3. La fotografia: origine del movimento
(Cartes postales vidéo, Robert Cahen)
6.5.4. Il reperto cinema (Dance Number n. 22, Rafael Montanez Ortiz)
6.5.5. L'archivio televisione (Die Angst, die Macht, die Bilder des Zauberlehrlings, Ilerbert Distel, Peter Guyer
Das Duracellband, Klaus Vom Bruch)
6.5.6. I1 teatro elettronico
(La cirque conferente, Marc Caro)
6.5.7. I suoni visivi
(All Star Video, Nam June Paik
Thursday Afternoon, Brian Eno)

7 - La memoria cinema

8 - Lo spazio—tempo dell'immagine video
8.1. Il video: una tecnologia relativa
8.2. 11 mondo controllato in diretta
(Der Riese, Michael Klier)
8.3. Suonare le immagini in tempo reale
(Violin Power, Steina Vasulka)
8.4. Gli spazi "capricciosi"
(Capriccio n. 27, Zbigniew Rybczynski)
8.5. Vedere tutti gli spazi contemporaneamente
(Trinitè, Jean-Paul Fargier)
8.6. Il mondo parabolico
(Parabolic People, Sandra Kogut)
8.7. La velocità delle interruzioni
(TV Interruptions, David Hall)
8.8. Una storia relativa
(Juste le temps, Robert Cahen)

Bibliografia

Appendice INVIDEO





Alessandro Amaducci

SEGNALI VIDEO

editore GS EDITRICE
edizione 2000
pagine 352
formato 15x21
brossura
tempo medio evasione ordine
a richiesta

14.00 €
14 €

ISBN : 88-87374-54-6
EAN : 9788887374544

©1999-2017 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com