motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
LA GRANDE STORIA DEL PIEMONTE
Mille anni di storia piemontese

La prima grande opera scritta da autorevoli studiosi, docenti universitari e realizzata con la collaborazione degli Archivi di Stato, delle grandi biblioteche, dei principali enti culturali ed economici.
Uno studio accurato e documentato della regione, in un linguaggio semplice ed affascinante, corredato da un eccezionale apparato di immagini e documenti, sulla vita e le tradizioni che hanno fatto e che sono il Piemonte

  • 2000 pagine
  • 5 volumi
  • oltre 4500 immagini a colori
  • numerosi box di approfondimento, con speciali "finestre" sulle principali rievocazioni storiche e sulle più importanti famiglie piemontesi. Protagonisti: governanti, artisti, santi, scienziati, briganti e tutta la gente comune.
  • cronologie, prospetti e tabelle informative o riassuntive
  • i più significativi luoghi e monumenti della storia del Piemonte, descritti attraverso disegni e "spaccati"
  • 110 avvincenti capitoli divisi in 14 grandi sezioni

I. La nascita del Piemonte (sec. IX-XI)
Prima dell'anno mille
Tra le mura dei più antichi castelli
Incursori e predoni: il mito dei "saraceni"
Le strade e i pedaggi: la via del sale e la Francigena
Arduino, Re d'Italia e il potere dei vescovi
Le grandi abbazie e i loro possedimenti
Alle origini dei Savoia: i "Conti di Moriana" Signori dei valichi

II. L'età dei Comuni (secXII)
I Piemontesi e le crociate
La vita nelle campagne
I comuni e il Barbarossa
I primi Aleramici nel Monferrato
I Savoia e l'Impero
Gli esordi del Marchesato di Saluzzo

III. Il Piemonte nel Duecento (sec. XIII)
La Politica dei Savoia: dalle Alpi alla pianura
I comuni piemontesi e la loro autonomia
La vita quotidiana nelle città
I nuovi villaggi per le nuove terre: le villanove e le villafranche
Gli emarginati: tra schiavi, prostitute, poveri e lebbrosi
Gli Angiò in Piemonte
Riti pagani e culti cristiani nella religiosità popolare
Gli ultimi Aleramici nel Monferrato
I tornei, le giostre e i cavalieri: miti e realtà del mondo cortese
I Marchesi di Saluzzo
Tra codici e "magistri": a scuola con i chierici
I mercanti piemontesi alle grandi fiere europee

IV. Le armi e la peste: la crisi del Trecento (sec.XIV)
I Principi di Acaia e le "capitali" dimenticate
Le armi e la guerra: l'esercito e la cavalleria
I Savoia e l'espansione in Piemonte
Il "ritorno" degli Angiò
Inquisiti e inquisitori: la Chiesa, gli eretici e le streghe
Tra dame e cavalieri: le imprese del Conte Verde
I Saluzzo, lo "Chevalier Errant" e il castello della Manta
I terrori della peste nera e le grandi epidemie
I Visconti in Piemonte
Il Conte Rosso e lo sbocco al mare
I Paleologhi nel Monferrato
L'artigianato e le manifatture tessili

V. Il Piemonte e la Francia (sec.XV-metà sec.XVI)
I Savoia diventano Duchi
La trasformazione delle campagne
Il ducato di Carlo II e le "terribili guerre d'Italia"
Una società in crisi
La dominazione francese
Il tramonto di un antico marchesato: il Monferrato
La fine del marchesato di Saluzzo
I Savoia che non divennero Duchi

VI. La creazione dello Stato moderno (seconda metà sec. XVI)
Emanuele Filiberto e la restaurazione sabauda
Una città per il Duca: Torino da città-fortezza a capitale
La vita del gentiluomo: la nobiltà subalpina
Capitani e mercenari in armi al servizio del duca
La dignità e l'onore: gli ordini cavallereschi
Una finestra sul mare: la marina sabauda e le sue imprese
Un territorio di frontiera: il Monferrato dei Gonzaga
Verso una nuova società

VII. Riforma e Controriforma (sec. XVI-XVII)
La riforma protestante in Piemonte: eretici e predicatori
Lo stato e l'eresia: i Valdesi e i Savoia
La controriforma e la riorganizzazione del clero
I laici e le loro confraternite
Gli Ebrei in Piemonte: una minoranza tollerata

La Grande Storia del Piemonte segue passo per passo le vicende dei numerosi centri di potere, ducati, contee e marchesati susseguitisi nei secoli sulle terre che oggi appartengono al Piemonte, alla Valle d'Aosta e, in parte, alla Liguria. Appositi capitoli sono dedicati alla storia del Marchesato di Saluzzo e del Monferrato e alle vicende dei più importanti centri comunali come, ad esempio, Asti, osservati fino al momento della loro integrazione nello Stato Sabaudo, a sua volta seguito, secolo per secolo, fino alla creazione dei Regni d'Italia e allo sviluppo del Piemonte come regione.
La Grande Storia del Piemonte è una storia del quotidiano, che narra com'era la vita delle antiche popolazioni piemontesi attraverso specifiche ricostruzioni di ambiente, soffermandosi anche sulle vicende dei personaggi più significativi. Capitoli sulla vita quotidiana, culturale, spirituale e socio economica si alternano infatti, per tutta l'opera, a capitoli di storia politica e militare.
La Grande storia del Piemonte è una storia con un linguaggio semplice e divulgativo, condotta con rigore scientifico, ma concepita per coinvolgere anche chi non ha alcuna consuetudine con le letture di storia. E una storia chiara, comprensibile, divisa razionalmente per secoli, che non abbandona mai il lettore a se stesso e non lo lascia mai privo di riferimenti (anche attraverso tabelle informative o riassuntive, cronologie e cartine disegnate appositamente per questa opera).

 


VIII. Tra guerre e tornei (prima metà sec. XVII)
Carlo Emanuele I: i progetti e la realtà
Il duca e la sua "corte splendida"
La politica sabauda tra Francia e Spagna
La peste nel seicento e la lotta contro le epidemie
La "Corona di delizie": le nuove residenze sabaude
Il ducato di Vittorio Amedeo I

IX. Il secolo di ferro (seconda metà sec. XVII)
Maria Cristina, la prima "Madama Reale"
Il governo della duchessa: la politica e le feste
La civiltà della "vigna" e le "vigne" ducali
L'età di Carlo Emanuele II
Maria Giovanna Battista, la seconda "Madama Reale"
Il "Theatrum Sabaudiae": un'immagine aulica del Piemonte
La "guerra del sale" e le "inquietudini" della provincia
La grande stagione del Barocco in Piemonte

X. Da Ducato a Regno (sec. XVIII)
Vittorio Amedeo II, da duca a re
Tra Sicilia e Sardegna
Le riforme del sovrano
Avvocati, burocrati, e "nobiltà di servizio"
I Valdesi e il "ghetto" delle valli
L'arte e il potere
Il regno di Carlo Emanuele III
Il Piemonte e le guerre europee
Le nuove terre: dallo stato territoriale allo stato "regionale"
L'educazione e la cultura
Le campagne nel Settecento
Un'industria trainante: la seta
Il governo dell'assistenza
Il Piemonte del "Grand Tour".

Il Piemonte napoleonico (fine XVIII, inizio XIX)
Vittorio Amedeo III e la Rivoluzione francese
I tumulti e l'effimera libertà: le repubbliche di Alba e Asti
Carlo Emanuele IV e la fuga in Sardegna. L'egemonia della Francia
La società piemontese ai tempi di Napoleone
Le campagne, le manifatture e i nuovi imprenditori
La scoperta della montagna

Il Risorgimento visto dal Piemonte (1800-1861)
Vittorio Emanuele I da Cagliari a Torino
La restaurazione in Piemonte
Le società segrete nel primo Ottocento
I moti del 1821 e l'abdicazione del sovrano
Il decennio di Carlo Felice
Carlo Alberto re
La cultura subalpina e la vita mondana
L'esercito e i corpi speciali
Lo "Statuto" e la guerra contro l'Austria
Le comunità ebraiche e l'emancipazione dei Valdesi
Da Balbo a Cavour: la nuova classe dirigente piemontese
Vittorio Emanuele II, il "re galantuomo"
Dalla guerra di Crimea all'unificazione d'Italia
I "santi della carità": l'assistenza e la filantropia

Una regione nell'Italia Unita (1861-1900)
Il Regno d'Italia e il trasferimento della capitale

Il Novecento in Piemonte (1900-1998)


 





aa.vv.

LA GRANDE STORIA DEL PIEMONTE 5 volumi

editore BONECHI
edizione 2001
pagine 2000
formato 23x30
5 volumi; rilegati in similpelle con sovracoperta colori
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

425.00 €
425 €

ISBN :
EAN :

©1999-2019 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Fax +39 02700415415 - Cell +39 3490876581 - Skype astilibri
Spedizioni standard e corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede - a disposizione su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
info-book@astilibri.com