motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
STORIE COMPLICATE
La scuola al di là delle riforme
Comprendere le nuove forme che i disagio e la sofferenza assumono a scuola rappresenta una sfida ma anche una risorsa per i docenti interessati ad arricchire sia la conoscenza dei processi di apprendimentorresegnamento, sia la capacità di aiutare gli allievi a crescere.
Le difficoltà di apprendimento. i disturbi nella capacità di lavorare e di avere relazioni con gli altri. i comportamenti distruttivi e autodistruttivi degli allievi 'difficili' sono approfonditi attraverso la presentazione de percorsi di supervisione e di formazione a carattere psicologico, affrontati dai docenti di ogni ordine di scuola. per imparare a pensare e narrare quelle situazioni che appaiono bloccate e senza speranza.
Lo scopo è quello di rendere più comprensibili e più utilizzabili nella pratica didattica i contributi teorici e metodologici presenti nel testo.
Fra una realtà sempre più complessa e i susseguirsi di riforme incalzanti, diventano cruciali le capacità di osservazione e di dialogo con l'allievo. con i collega e con i genitore. per costruire una relazione più libera da quei preconcetti e da quelle convinzioni che impediscono talvolta di sentire e pensare.

PREMESSA

Questo libro tratta delle relazioni, talvolta assai difficili, che i docenti devono gestire nel lavoro con quei bambini o adolescenti che presentano problemi comportamentali e psicologici spesso così dirompenti e incontenibili da suscitare sconcerto e impotenza negli stessi adulti. Sempre di più, infatti, gli insegnanti chiedono aiuto per entrare in rapporto con quegli allievi che esprimono indifferenza ostinata, aggressività distruttiva o autodistruttiva, oppositività polemica, apatia e passività, tristezza e depressione o, al contrario, eccitata iperattività e forme di onnipotenza. Il disagio e l'aggressività possono esprimersi anche attraverso forme erotizzate di comunicazione - corporea o verbale - che appaiono eccessive o aliene rispetto al contesto scolastico.
Queste problematiche non pregiudicano solo le possibilità di apprendimento e di relazione degli allievi "difficili", ma molto spesso condizionano il gruppo classe e fanno sentire i docenti in "difficoltà di insegnamento". Parallelamente, sembrano ridursi le possibilità di pensiero e di collaborazione con i colleghi e con le altre figure professionali coinvolte. Si intensificano rigidità e preconcetti; pessimismo e dimenticanza rendono le progettualità educative discontinue e talora aleatorie, mentre prevale il bisogno di difendersi dall'incontro autentico con l'altro, incontro vissuto come inutilmente impegnativo ed emotivamente dispendioso.
Il mio intento è quello di individuare e descrivere strumenti e percorsi che permettano agli insegnanti - nelle situazioni che appaiono bloccate e senza speranza - di intravedere impreviste aperture di senso da cui partire per nuovi dialoghi con gli allievi, con i colleghi e con le famiglie. A questo scopo riporterò molte presentazioni di casi i e riferimenti alla mia esperienza di psicologa e formatrice per rendere più comprensibili e utilizzabili operativamente suggestioni teoriche e modalità di lavoro.
Desidero, in primo luogo, riflettere con il lettore sui dubbi e le domande che gli insegnanti, molto spesso, formulano e che ho potuto condividere con loro sia in qualità di formatrice all'interno di gruppi di supervisione (tanto pluriprofessionali, quanto formati da soli docenti), sia di relatrice in occasione di convegni, sia di dirigente scolastico. In particolare mi interessa rintracciare il cammino con cui gli adulti ritrovano e condividono la speranza di un nuovo lavoro con l'allievo problematico: speranza e progettualità che nella quotidianità sembravano perse.
[..]
INDICE

Premessa

1. Classi difficili
1.1 Fare differenze, fare preferenze
Come si osserva
Usare i dati dell'osservazione

1.2 Nella scuola primaria
Fra individuo e gruppo
1.3 Nella scuola secondaria di I grado
La guerra di Troia

2. Crescere come bulli
2.1 Fra paura e rabbia: gestire l'aggressività
Aggressività e mentalizzazione
Aggressività e rabbia
Aggressività e paura

2.2 La relazione con l'allievo aggressivo
La comunicazione
La disciplina
La famiglia

2.3 Nella scuola dell'infanzia
Alla ricerca di una mente
Verso l'ascolto del bambino

2.4 Nella scuola primaria
I pacchi di Marco

3. Adolescenti fra assenteismo e noia:
un velo da sollevare

3.1 Emozione e ragione
3.2 Relazione e memoria
3.3 Sentimenti e mentalizzazione
3.4 Nella scuola secondaria di II grado
Fra silenzio e vergogna. Adolescenti che si fanno del male
Il corpo che cambia. Anoressia e dintorni
"Assentarsi"
I genitori si separano


4. Attraversare i confini
4.1 La prima volta a scuola
La paura di perdere la mamma
La paura dell'estraneo: le maestre e gli altri bambini
La gelosia e l'invidia
L'ansia dell'apprendere

4.2 Suggestioni didattiche
4.3 Arrivare da altre culture
I no di Robert
La rabbia di Yussef


5. La sessualità
5.1 Fra silenzi incoerenti ed eccessi superflui
Lo sviluppo sessuale come sviluppo mentale
Le curiosità del bambino
L'imbarazzo degli adulti

5.2 Nella scuola primaria
L'arguzia di Rudy

6. I Colloqui con i genitori: la difficile intesa
6.1 La dimensione legislativa
6.2 La dimensione istituzionale
6.3 La dimensione linguistica
6.4 La dimensione materiale
6.5 La dimensione psicologica
Rispetto e tatto
Professionalità e consapevolezza
Asimmetria e reciprocità
Neutralità e contenimento

6.6 Nella scuola dell'infanzia
Guerra e pace
6.7 Nella scuola primaria
È tutto sbagliato. È tutto da rifare

7. Gestire la conflittualità
7.1 Fra realtà e sentimenti
Il compito istituzionale
7.2 Appartenere a un gruppo conflittuale
I veleni della mente
7.3 Le funzioni gestionali
La mediazione istituzionale
La collaborazione e la responsabilità


8. Qualche motivo per sperare
8.1 La mente del docente al lavoro
La speranza come nzione educativa della mente
8.2 Essere insegnanti
La speranza e il tempo

Bibliografia




Bartolomea Granieri

STORIE COMPLICATE

editore FRILLI EDITORI
edizione 2008
pagine 272
formato 14x21
brossura
tempo medio evasione ordine
5 giorni

18.00 €
15.30 €

ISBN : 978-88-7563-410-0
EAN : 9788875634100

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com