motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
STRADE E PALAZZI DEL RISORGIMENTO A TORINO
Sei itinerari dal 1800 all'Unità
Strade, piazze, palazzi, monumenti, locali storici.
Gli eventi. I personaggi e i luoghi in cui hanno vissuto. 6 itinerari di scoperta. Approfondimenti, aneddoti, curiosità, mappe. Oltre 150 fotografie inedite.
150 anni dopo, la Torino del Risorgimento è ancora qui.
Basta saperla vedere.

In 150 anni Torino è cambiata, ma la città risorgimentale c'è ancora. Le strade che ogni giorno percorriamo sono in molti casi le stesse che vedevano Cavour e Garibaldi, Gioberti e Vittorio Emanuele II, Carlo Felice e Massimo d'Azeglio. Ma questo libro consente di andare oltre, di scoprire, qui e ora, i luoghi meno conosciuti di quella Torino. Qual era il palazzo della contessa di Castiglione? O quello in cui Michele Novaro ha suonato per la prima volta l'inno di Mameli? Dove viveva Paolina Bonaparte quando Camillo Borghese era governatore di Torino? Qual era la casa in cui Garibaldi
ha organizzato i Cacciatori delle Alpi? O quella in cui Pellico ha scritto Le mie prigioni? Dov'era il Ghetto, fino all'emancipazione voluta da Carlo Alberto?
Una guida alla Torino di ieri e di oggi. Per camminare nella grande storia di una grande città.


PRESENTAZIONE

I centocinquant'anni dell'Unità d'Italia hanno tanti significati. Per tutti. Ma senza dubbio per Torino e i torinesi questo secolo e mezzo conta un po' di più. Torino è una grande città. Con una grande storia, che proprio centocinquant'anni fa ha vissuto un momento di centralità straordinaria. Ripensateci: fra il 1855 e il 1861, il piccolo (ma bellissimo, per misura, eleganza e sobrietà) centro di Torino era il luogo in cui si decidevano non solo il futuro dell'Italia a venire, ma le sorti dei rapporti fra le grandi potenze europee: gli equilibri tra la Francia di Napoleone III e l'Austria di Francesco Giuseppe passavano per piazza Castello e piazza Carignano assai più che per gli Champs-Elysées o il Prater. Per questo l'Ottocento - e in particolare i tredici lunghi anni fra il 1848 e il 1861 - è stato per Torino un secolo decisivo, che ha plasmato la forma della città come oggi la conosciamo, ma ha fatto anche molto di più: se è possibile dire che una città ha un'anima, quella della «nostra» Torino è nata allora, e in gran parte vive ancora.
Ho apprezzato l'idea di proporre in un libro una serie di percorsi di scoperta di quella Torino fuori dal comune. Anzitutto perché quella città è ancora lì: basta saperla vedere, con le strade che tutti noi ogni giorno percorriamo frettolosamente e che sono le stesse che vedevano Cavour e Garibaldi, Napoleone III eVittorio Emanuele, Carlo Felice e Massimo d'Azeglio. E ancor di più ho apprezzato l'idea di andare oltre, scoprendo i luoghi meno conosciuti di quella Torino ottocentesca: quanti sanno qual era il palazzo in cui viveva la contessa di Castiglione? O quello in cui Michele Novaro ha composto e suonato per la prima volta la musica dell'inno di Mameli? Quanti sanno dove viveva Paolina Bonaparte, quando il marito Camino Borghese era governatore di Torino? Quanti conoscono i luoghi e le vicende del Ghetto di Torino, fino all'emancipazione voluta da Carlo Alberto?
Il libro racconta unaTorino che apre gli orizzonti, libera la mente e scopre quella capacità di accoglienza dell'«altro» che segnerà tutto il secolo successivo e anche questo inizio di millennio: nel «decennio di preparazione» tra la prima e la seconda guerra d'Indipendenza, diventa meta di migliaia di fuoriusciti dagli stati assoluti di tutta Italia.
[..]
SERGIO CHIAMPARINO
SOMMARIO

PRESENTAZIONE
Sergio Chiamparino

Dalla Restaurazione ai primi moti rivoluzionari

SULLE TR.ACCE DI VITTORIO EMANUELE II
1814-1821

La Torino di Carlo Felice

L'inizio dell'epopea risorgimentale

SULLE TRACCE DI CARLO ALBERTO 1831-1849

Camillo Benso conte di Cavour

La capitale di Vittorio Emanuele II

L'altro Risorgimento

SULLE TRACCE DEI SANTI SOCIALI TORINESI

BIBLIOGRAFIA
INDICE DEI NOMI
LA MAPPA DEGLI ITINERARI




Ornella Paletto - Giuseppe Parola

STRADE E PALAZZI DEL RISORGI MENTO A TORINO

editore CAPRICORNO
edizione 2011
pagine 174
formato 21x22,5
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

8.90 €
7.60 €

ISBN : 978-88-7707-127-9
EAN : 9788877071279

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com