motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
LA TORRE E GLI ABISSI
Un delitto nell'Acquese seicentesco
"Si è veduto e ritrovato un gran lago di
sangue, con una cosa che pare un cadavere
ossia uomo morto disteso in terra giù per il longo... di statura mediocre, con capelli rosegni, e corti all'usanza dei Preti."
La mattina di martedì 21 luglio del 1693 Giovanni Francesco Arcasio, notaio di Bistagno, Pretore e Podestà di Terzo si trova coinvolto in una torbida vicenda di sangue e di rancori: inizia un'indagine difficile ed ostinata, che diventa ben presto un viaggio pericoloso in un mondo in trasformazione, alla ricerca dei colpevoli, ma anche di significati e di valori in un'esistenza continuamente sospesa sull'abisso.


LA NOTTE

Noi bruciamo dal desiderio di trovare un assetto stabile e un'ultima base sicura per edificarci una torre che s'innalzi all'infinito; ma ogni nostro fondamento scricchiola, e la terra si apre sino agli abissi.
Blaise Pascal


Ora che l'oscurità stava quasi per giungere, Marta andò a prendere il lume presso il camino e, passando davanti alla finestra aperta, gettò un'ultima occhiata al crepuscolo, che sembrava tingere il cielo di un colore sanguigno da cui emergeva netta la forma scura della torre.
Ebbe un fremito e posò la candela sul tavolo, sedendo tremante sulla vicina sedia.
Le era sembrato per un istante che fuori, nella strada deserta su cui si affacciavano soltanto mura frastagliate, risuònasse uno scalpiccio pesante, come di un gruppo di uomini che avanzasse impetuosamente.
Rimase seduta per un po' nel buio, lasciando che il palpito del suo cuore tornasse a quietarsi, gli occhi fissi sulla fiammella fumosa della candela. Poi vide i libri del padrone sul tavolo e ricordò gli ultimi versi che le aveva letto prima di ritirarsi nella sua camera:

...Un Ocean si stende per ogni lato, tenebroso, informe ch'ogni confine, ogni misura inghiotte, dove profondità, lunghezza, ampiezza, e tempo e loco s'inabissa e perde.

Solitamente non capiva il significato dei brani che le leggeva, ma aveva una buona memoria ed il padrone si stupiva sempre e sorrideva anche nel sentir ripetere con facilità le parole appena pronunciate.
Ora, in quella notte calda, le sembrò, per una volta, di aver afferrato il senso
di quelle immagini o, piuttosto, fu come affacciarsi per un istante su quella
INDICE

LA NOTTE

A.D. 1693 - INCHIESTE

A.D. 1694 - ATTESE

A.D. 1695 - INCONTRI

A.D. 1696 - TRAPPOLE

Debiti, riferimenti e ringraziamenti




Angelo Arata

LA TORRE E GLI ABISSI

editore IMPRESSIONI GRAFICHE
edizione 2010
pagine 232
formato 14x21
brossura
tempo medio evasione ordine
2 giorni

10.00 €
8.50 €

ISBN : 978-88-6195-001-6
EAN : 9788861950016

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com