motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
VOCI DAL BORGO
La Pisterna cuntòja dai pistergnéin
Una storia fatta di tante storie, un quartiere che è stato più di un quartiere.
Una comunità che, attraverso venti testimonianze, rivive per chi l'ha vissuta, per chi l'ha dimenticata, per chi la trova oggi profondamente trasformata.
Voci lontane ma sempre presenti che riecheggiano dalle case, dai terrazzi, dai cortili, dalle strette viuzze e dalle anguste piazzette.
La Pisterna, il cuore antico di Acqui, nei ricordi dei suoi abitanti di tre generazioni, dagli anni del primo dopoguerra al periodo fascista, dal secondo dopoguerra alle trasformazioni degli anni Cinquanta e Sessanta.


PREFAZIONE

Chi sono e cosa penso del dialetto


Sono nato nel 1942 nel cuore della Pisterna, all'ultimo piano di Casa De Oculis in via Caccia Moncalvo, intitolata ad un importante pittore locale il cui quadro più celebre, "Madonna con bambino", si trova nel museo cittadino di Eger in Ungheria.
Nel 1966, dopo le nozze con Carla, sono andato ad abitare nella vecchia casa dei nonni materni, in una via dedicata ad un inquisitore locale, Fra Michele; nei primi anni settanta abbiamo lasciato il Borgo.
Il dialetto è, da sempre, la lingua che più ho sentito e parlato, senza mai trovarmi nella necessità di scriverla, anche perché il dialetto parlato è in continua evoluzione e contaminazione, per questo è assai difficile racchiuderlo in regole grammaticali e fonetiche precise e valide nel tempo, quindi il criterio che ho utilizzato nel trascrivere le venti interviste raccolte nel volume è stato quello della trascrizione "orale grezza".
Le esigenze editoriali hanno suggerito di utilizzare in piccola parte il materiale raccolto in dialetto, citandone solamente brani, singole espressioni e nomignoli, intercalati alla traduzione in italiano delle parole degli intervistati; la scelta è stata orientata dall'idea di far emergere i termini più eloquenti e vivaci, le espressioni pressoché intraducibili, le frasi dotate di un ritmo peculiare.
Le interviste sono state poi "smontate" e "rimontate" a seconda dei temi trattati, componendo così l'indice tematico del volume.

Come si è sviluppata la ricerca

Tutto è iniziato con un fortunato incontro nei locali della Biblioteca Civica in cui si discuteva del significato delle parole dialettali ghedda, sembo, a gode, deie ande, riscontando da parte dei partecipanti alla discussione tana certa difficoltà nella loro traduzione e, più in generale la scarsa conoscenza di quello che era stato il cuore della città con i suoi residenti e i suoi numerosi personaggi caratteristici.
La conclusione è stata che poteva essere utile un lavoro che tentasse di recuperare tutto ciò attraverso interviste guidate, grazie alle quali i racconti individuali potessero ricomporre l'affresco di un luogo in cui viveva una vera comunità.
Il mio compito è stato quello di testimone-mediatore, regista di una trama narrativa che rievoca e fissa luoghi, situazioni e avvenimenti della nostra storia cittadina che aiutano a capire meglio chi e 03me eravamo.

Il primo abbattimento dí case ín Pisterna è avvenuto all'inizio del secolo scorso. Esso aveva interessato una striscia di case in via delle Grazie, poi diventata via Fra Michele; la seconda demolizione di case è avvenuta tra il 1913 e il 1915 dando forma a piazza Conciliazione.
Il Borgo venne poi completamente sventrato nei primi anni sessanta, in massima parte per l'incapacità di risanare l'area; il risultato è stato quello di rompere e dividere una comunità colma di storie individuali e collettive incredibili, un patrimonio di vita comunitaria che è andato disperso nei diversi quartieri della città.
Il motivo principale che mi ha portato ad affrontare questo lavoro è stato "il come" dare memoria a vicende accadute in un luogo in cui tutti gli acquesi ancora oggi pensano di poter giudicare solo "sul sentito dire" e non sul reale vissuto di quell'epoca e di quel luogo.
Voglio sottolineare che, nel corso degli anni, il mio rapporto amicale con gli intervistati non si è mai interrotto, ciò ha facilitato il compito al di là di ogni aspettativa, parlare davanti ad un registratore non ha mai causato loro nessun impaccio, anzi, è emersa in tutti una voglia di raccontarsi in cui l'intensità delle emozioni superava ogni difficoltà.
L'atteggiamento costante di tutti gli intervistati è stato quello di andare oltre il gusto del ricordo, arrivando ai limiti della confessione e per questo, in alcuni passi della trascrizione ho dovuto addolcire il contenuto spesso crudo e ricco di giudizi tranchent.
Le interviste sono venti, di cui sette a donne e tredici a uomini; la loro età è compresa tra i nati nel 1913 e quelli del 1942.
[..]
INDICE

Ringraziamenti

Prefazione

I Protagonisti


MASNÒ, SCOLA E AMÌS
infanzia, scuola e amici

Cecco 1920
Fra' Daniele 1925
Renato 1928
Nani 1933
Renata 1935
Giancarlo 1942

EL FESTE E I SO'
feste e giochi

Rita 1916
Edvige 1924
Giulio 1928
Giovanna 1932
Nani 1933
Renata 1934
Aldo 1939
Carlo 1939

AN DU C'A STÒVO ED CA
Le nostre case

Lina 1913
Edvige 1924
Maria 1925
Renato 1928
Nerio 1931
Mariuccia 1934
Aldo 1939

I MESTÉ E LA SO FATICA

Arte e mestieri

Lina 1913
Rita 1916
Maria 1925
Fra' Daniele 1925
Renato 1928
Paolo 1928
Nerio 1931
Mariuccia 1934
Gianni 1937
Carlo 1938

AMÙR E SOD
Amore e denaro

Rita 1916
Maria 1925
Paolo 1928
Renato 1928
Giulio 1928
Giovanna 1932
Nerio 1933
Nani 1933
Mariuccia 1934
Renata 1935

UÈRA, RIVOLTA, RESISTENSA E LIBERASION
Guerra, rivolta, resistenza e liberazione

Lina 1913
Cecco 1920
Osvaldo 1920
Aldo 1923
Edvige 1924
Renato 1928
Paolo 1928
Maria 1925
Nani 1933
Gianni 1937
Aldo 1939

APPENDICE 1
NENTA SUL PAN
Non solo pane

APPENDICE 2
CHICOS PER STÈ BÈN
Qualche rimedio per stare bene




Enzo Parodi

VOCI DAL BORGO

editore IMPRESSIONI GRAFICHE
edizione 2008
pagine 160
formato 16x24
brossura
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

10.00 €
10.00 €

ISBN : 978-88-6195-011-5
EAN : 9788861950115

 
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com