motore di ricerca
Diventa Fan su Facebook
cataloghi novità - Piemonte - Monferrato - Asticataloghi editorischede autorinotizie2014 Promozioni
Alcune proposte
Recensioni GIOVANNI TESTORI
da LA STAMPA - TORINOsette venerdì 16 febbraio 2001

TESTORI, IMMAGINI DI UNO SCRITTORE
Centinaia di fotografie ricostruiscono la personalità ricca e imprevedibile di un intellettuale cattolico

Giuseppe Frangi


Un protagonista anomalo della cultura italiana: è Giovanni Testori, scrittore, critico d'arte, polemista e anche pittore. Insomma una personalità ricchissima e imprevedibile che oggi è possibile conoscere da vicino, anzi faccia a faccia, grazie al volume appena pubblicato "Testori. Una biografia per immagini", di Davide Dall'Ombra e Fabio Pierangeli con introduzione di Giovanni Raboni. Il volume racconta attraverso centinaia di fotografie, per una buona parte inedite, l'avventura umana e culturale di questo intellettuale lombardo nato nel 1923 e morto sette anni fa.
Testori è stato uno degli intellettuali più anomali ed interessanti delk dopoguerra italiano. Di una creatività violenta e impetuosa, cattolico ma perennemente inquieto, ha scorazzato in tanti ambiti creatici, dalla pittura alla storia dell'arte, dal teatro alla narrativa, dal giornalismo "alla Pasolini" all'impiego in prima persona in tante cause di solidarietà. Questo è l'aspetto affascinante di Testori che lo ha reso popolare più tra i lettori giovani che tra le classi colte: la sua irriducibile libertà rispetto ad ogni schematismo culturale. Una libertà che è ben raccontata dallo sviluppo del libro. Le foto sono accompagnate da testi scelti dalle opere e dalle intervistebdello scrittore che rendono molto chiaro il suo percorso pieno di imprevisti, di svolte, di amicizie impetuose e anche furibonde polemiche.
Bellissime in particolare le sezioni che riguardano gli Anni 60, quelli che consacrarono Testori all'attenzione
sia del grande pubblico che della critica. Sono gli anni dei Segreti di Milano, dell'amicizia con Gian Giacomo Feltrinelli e Luchino Visconti. Proprio Visconti trasse dai racconti Testoriani uno dei suoi capolavori, Rocco e i suoi fratelli. E Visconti fu al suo fianco nel caso che agli inizi degli Anni 60 proiettò Testori al centro delle cronache nazionali: il sequestro di una sua opera teatrale, "L'Arialda", per presunta oscenità. Visconti infatti era il regista di quello spettacolo.
Ma il volume si sofferma in particolare sul rapporto di complicità e di simpatia tra Testori e le attrici dei suoi drammi. Prima Franca Valeri, che ebbe il suo primo grande successo recitando Maria Brasca di Testori al Piccolo. Poi Rina Morelli che con Testori condivise applausi e polemiche per L'Arialda, l'opera l'opera con la regia di Visconti che venne sequestrata dal questore di Milano. Quindi Lilla Brignone, Francesca Benedetti, Adriana Innocenti, Luisa Rossi, tutte attrici conquistate dal teatro di Testori.
Il libro intervalla le foto private con quelle preziose delle messe in scena. Di grande effetto anche i due capitoli dedicati ad altre due grandi amicizie testoriane: quelle con Franco Parenti (insieme al quale fondò il Salone Pier Lombardo a Milano) e Franco Branciaroli. Tutte due condivisero con lui un sodalizio durato dieci anni, che sollevò scandalo ed entusiasmo su tutti i maggiori palcoscenici italiani.

Fabio Pierangeli-Davide Dall'Ombra

GIOVANNI TESTORI

editore GRIBAUDO
edizione 2000
pagine 192
formato 19x27
cartonato con sovracoperta colori
tempo medio evasione ordine
ESAURITO

12.95 €
12.95 €

ISBN : 88-8058-151-1
EAN : 9788880581512
©1999-2022 Tutti i diritti riservati
Via Brofferio, 80 14100 Asti - Piemonte - ITALY
Tel +39 0141594991 - Cell +39 3490876581
Spedizioni corriere espresso in Italia e in tutto il mondo
Riceviamo in sede su appuntamento
P.IVA 01172300053 - Cod.Fisc. BSSVCN50C23B425R - REA AT-93224
ebussi50@gmail.com